Laurent Dufaux ciclista svizzero

Laurent Dufaux (Fonte Wikipedia)

Laurent Dufaux (Fonte Wikipedia)

Laurent Dufaux ciclista svizzero in grado di difendersi in salita e a cronometro vincitore del Giro del Delfinato 1993 e 1994 e quarto al Tour de France ’96

Laurent Dufaux , nasce il 20 maggio 1969 a Montreux in Svizzera. Nel 1986 ottiene il terzo posto al GP Rüebliland alle spalle di Antoine Lagerwey e Armand De Las Cuevas. L’anno successivo, tra gli junior, è terzo alla 3Tre Bresciana superato da Massimo Zanoletti e  Didier Priem

Nel 1989 tra i dilettanti conquista la Sion-Vercorin, è secondo al
Tour de Suisse orientale, terzo al Giro del Ticino e alla Martigny-Mauvoisin dietro a Pascal Richard e Barney St George.

Nel 1990 lo svizzero è secondo alla Sierre-Loye, terzo al Giro della Svizzera orientale e terzo al Tour du lac Léman per poi effettuare un periodo come stagista con la Helvetia con cui approda tra i pro nella stagione seguente.

Al primo anno tra i grandi, Laurent conquista il titolo di Campione nazionale svizzero nella prova in linea superandoDaniel Steiger e Mauro Gianetti, conquista la classifica generale della Route du Sud davanti al francese Philippe Louviot ed è primo alla Coppa Placci davanti a Ivan Gotti ed Éric Caritoux. Dufaux è anche secondo al Giro del Lazio alle spalle di Tafi ed al campionato svizzero della montagna e quinto al Giro di Romandia.

L’anno successivo, ad aprile, è primo al G.P. Pino Cerami davanti a Frans Maassen e a maggio è sesto nella classifica generale al Tour de Romandie
a 1’31” da  Andrew Hampsten. A luglio lo svizzero prende parte al Tour de France e nell’undicesima frazione con arrivo a Mulhouse è secondo alle spalle di Laurent Fignon.

Laurent Dufaux vince il Giro del Delfinato 1993

Nel 1993 Dufaux è protagonista al Critérium du Dauphiné Libére: nella cronometro di Saint-Étienne è secondo alle spalle di Alcalà ed il giorno seguente è di nuovo secondo alle spalle dell’olandese Eddy Bouwmans. Nella quinta tappa da Bonneville a Grenoble conquista il successo con 9 secondi di margine su Richard Virenque prendendosi la maglia di leader della corsa conservandola sino alla fine della competizione. Dufaux conquista il Giro del Delfinato con ben 3 minuti di vantaggio sul colombiano Oliverio Rincón.

Ad agosto lo svizzero è terzo nella classifica generale della Vuelta a Burgos dietro a Laudelino Cubino e Raul Alcalà e ad ottobre è secondo al Giro del Piemonte battuto in volata dal connazionale Beat Zberg.

A marzo ’94 Laurent è secondo alla Setmana Catalana alle spalle dell’italiano Stefano Della Santa e a maggio l’elvetico conquista un successo di tappa al Tour de l’Oise

Laurent Dufaux vince il Giro del Delfinato 1994

A giugno è al via del Critérium du Dauphiné Libéré e nella cronometro di Romans-sur-Isère è terzo mentre nella quinta tappa con arrivo a Le Collet d’Allevard vince Pascal Hervé ma Dufaux conquista la maglia di leader della corsa portandola sino al termine con 55 secondi di margine su Ronan Pensec.

Al Tour de France ottiene il 35esimo posto e a settembre conquista la vittoria al Tour du Canton de Genève.

Nel 1995 Dufaux passa alla Festina e a giugno ottiene la vittoria della classifica generale della Route du Sud davanti allo spagnolo Carmino Miranda. Al Tour de France ottiene un undicesimo posto di tappa e completa la corsa in 19esima posizione.

Laurent Dufaux vince la Vuelta a Burgos 1995

Ad agosto il francese conquista la seconda frazione in linea con arrivo a
Lagunas de Neila alla Vuelta a Burgos ripetendosi nella successiva tappa sl traguardo di Burgos ottenendo la vittoria finale con 13 secondi di vantaggio su Della Santa.

Dufaux quarto al Tour de France ’96

Nel ’96 lo svizzero è tra i protagonisti del Tour de France: nella settima tappa è quinto sull’arrivo di Arc 1800, è terzo nella 16esima tappa e nella 17esima frazione coglie il successo sul traguardo di Pamplona superando in una volata a due Bjarne Riise. Laurant completa la corsa al quarto posto della classifica generale a 5’53” da danese superato anche da Ullrich e Virenque.

La stagione di Laurent prosegue con la vittoria della Wartenberg-Rundfahrt davanti a Beat Zberg e del titolo nazionale elvetico della montagna.

Dufaux secondo alla Vuelta 1996

Laurent Dufaux a settembre è al via della Vuelta a España e, nella seconda parte della corsa diventa uno dei protagonisti principali. E’ terzo a
Sierra de La Pandera nella 14sima tappa, secondo a Sierra Nevada, terzo al
Monasterio de Tentudía nella 17esima frazione e fa sua la tappa di Avila . Nella 19esima tappa, complice una intossicazione alimentare che colpisce molti uomini della ONCE, Zuelle, leader della corsa e capitano della formazione iberica, si trova isolato e Dufaux prova ad approfittarne ma altre formazioni vengono “in aiuto” di Alex che conserva la leadership. A Madrid Dufaux chiude secondo alle spalle di Zuelle in un podio tutto rossocrociato con Rominger terzo.

Dufaux secondo alla Parigi-Nizza 1997

L’anno seguente lo svizzero a marzo è al via della Parigi-Nizza ottenendo il secondo posto nella frazione di Clermont-Ferrand alle spalle del francese Pascal Chanteur. La corsa vede il dominio di Jalabert ma Dufaux lo tallona in classifica e nella tappa di Sisteron è secondo proprio alle spalle del francese. Alla fine la vittoria va a Jaja che distanzia, in classifica generale, lo svizzero di un minuto esatto.

Lo svizzero conquista, a maggio, la seconda tappa del Grand Prix du Midi Libre da Baraqueville a Saint-Chély-d’Apcher e a Luglio è nono nella classifica finale del Tour de France a 31’55” da Jan Ullrich.

Dufaux terzo alla Vuelta a España 1997

A settembre è al via della Vuelta, nella sesta tappa è secondo dietro a Jalabert e nella settima tappa da Guadix a Sierra Nevada, vinta dal francese Yvon Ledanois con Dufaux secondo, lo svizzero conquista la maglia di leader della corsa perdendola, a favore di Alex Zülle nella cronometro individuale di Cordoba due giorni dopo. Nella tappa di Estación de Esquí de Brañilín Dufaux è terzo dietro a Tonkov e Jimenez così come ad Avila superato da Jalabert e Ivanov. Dufaux completa la corsa spagnola al terzo posto della classifica generale a 6’11” da Zuelle e alle spalle di Escartin.

A marzo è ottavo nella classifica generale della Parigi-Nizza a 1’19” da Frank Vandenbroucke e aprile 1998 lo svizzero è settimo all’Amstel Gold Race vinta da Rolf Järmann e decimo alla Liegi-Bastogne-Liegi a 2’04” da Michele Bartoli.

Laurent Dufaux vince il Tour de Romandie 1998

Nel 1998 al Tour de Romandie parte subito forte conquistando la vittoria del prologo di Rheinfelden con un secondo di vantaggi sul compagno di squadra Alex Zuelle. Dufaux veste la maglia di leader della corsa ed il gorno seguente conquista la vittoria sull’arrivo di Saignelégier davanti a Markus Zberg. Laurent vince la tappa di Veysonnaz con 10 secondi di margine su Francesco Casagrande e nella crono di Romanel è secondo alle spalle di Zuelle. Dufaux chiude al primo posto della classifica generale con oltre un minuto di margine su Alex Zülle.

Sempre nel mese di maggio Dufaux conquista una tappa e la classifica generale del Grand Prix du Midi Libre davanti a Christophe Rinero. A luglio è al via del Tour de France ed è costretto al ritiro dalla corsa, assieme a tutto il team, a seguito dello “scandalo Festina”.

Nel 1999 Laurent Dufaux passa alla Saeco e a giugno ottiene un secondo posto di tappa sul traguardo di Arosa al Tour de Suisse chiudendo al quarto posto della classifica generale a 1’16” da Casagrande.

Laurent Dufaux quarto al Tour de France 1999

A luglio lo svizzero è al via del Tour de France che vede l’esplosione del “fenomeno” Lance Armstrong. Dufaux pur senza ottenere vittorie di tappa o piazzamenti eclatanti riesce comunque a mantenere una uniforme continuità di rendimento sia nelle cronometro che in salita chiudendo la corsa al quarto posto a 14’43” dal texano a cui verrà, come noto, revocato il successo.

Nel 2000 l’atleta di Montreux è terzo al GP del Canton Argau alle spalle di Wesemann e Garzelli ed ottiene un bel terzo posto al Tour de Romandie staccato di soli 27 secondi dal vincitore della corsa, e suo compagno di squadra, Paolo Savoldelli. Pur prendendo parte sia al Tour che alla Vuelta non completa le corse.

Nel 2001 lo svizzero conquista una vittoria di tappa al Giro del Trentino sul traguardo di Malcesine davanti allo spagnolo  José Luis Arrieta e prende parte per la prima ed unica volta in carriera al Giro d’Italia chiudendo la corsa al 40esimo posto. A luglio è terzo alla A travers Lausanne e ad agosto è quarto alla Tre Valli Varesine vinta da Celestino.

Nel 2002 passa alla Alessio con cui vince una tappa alla Settimana Lombarda ed il Trofeo Melinda davanti a Casagrande ed è secondo al Giro del Veneto alle spalle di Danilo Di Luca.

Nel 2003 Laurent vince una tappa al Tour de Romandie sull’arrivo di Loèche-les-Bains davanti all’iberico Francisco Pérez concludendo la corsa al secondo posto della generale a 33″ da Tyler Hamilton e fa sue due tappe della Rominger Classic.

Nel 2004 passa alla Quick Step con cui conclude la carriera professionistica. Sceso di sella resta comunque legato al mondo dello sport e del ciclismo organizzando manifestazioni di ciclocross.