Giro d’Italia 2020: quanti giovani talenti

Giro d’Italia 2020 al via tanti campioncini!

Giro d’Italia 2020 saranno in tanti i giovani pronti a stupire: dal nostro Ciccone al “fenomeno” Evenepoel senza dimenticare Oomen

Giro d'Italia

Giro d’Italia

Il Giro d’Italia 2020, come tutta questa stagione, sarà assolutamente particolare ed inedito; poco la pandemia globale la voglia di tornare alla normalità è tanta per tutti e soprattutto per gli sportivi che hanno perso tante opportunità di competere.

La corsa rosa 2020 sarà sicuramente ricordata per il posizionamento in calendario in autunno e potrebbe certamente essere influenzata da condizioni climatiche del tutto nuove. Quello che è certo è che al via della corsa a tappe tricolore ci saranno tanti giovani di grandi prospettive.

Non ha bisogno di particolari introduzioni il nostro Giulio Ciccone che dopo aver fatto il diavolo a quattro nell’edizione 2019 conquistando l’ambitissima maglia Azzurra e aver indossato la maglia gialla al Tour,potrebbe, pur lavorando come gregario di Vincenzo Nibali, cullare il sogno (nemmeno troppo esagerato) di ottenere un posto nella top10 finale.

Chi arriverà in Italia per vincere è il predestinato Remco Evenepoel, ventenne della Deceuninck Quick-Step, che è già un fenomeno del ciclismo mondiale e che, a dispetto dei soli 20 anni, sarà il capitano della sua formazione contro i vari Carapaz e Nibali. Sulle doti di Remco non vi sono dubbi ma andrà testato sulle tre settimane.

Altro nome interessante è quello dell’olandese Sam Oomen che nel Giro d’Italia del 2018 è esploso con le sue doti che, seppur messe a disposizione di Tom Dumoulin, gli sono valse il nono posto finale. Sam è ai saluti con la Sunweb (andrà alla Jumbo-Visma) ma vorrà sfruttare al meglio il ruolo di capitano designato del team.

Brandon McNulty è un nome caldo: buono a cronometro, egregio in salita sono in tanti a chiedersi cosa potrà fare questo talento americano classe ’98.

 

 

Peter Sagan al Giro d’Italia 2020

Peter Sagan al Giro d’Italia tra le eccellenze italiane

Peter Sagan al Giro d’Italia: un film che inizia tra le eccellenze italiane: prima tappa alla Pinacoteca di Brera

Il fuoriclasse slovacco della BORA – hansgrohe ha annunciato la sua partecipazione alla Corsa Rosa. Nei mesi prima del lock down ha preparato a modo suo, insieme a RCS Sport, una comunicazione molto particolare – video e foto – che verrà svelata in quattro puntate, più una “extra”, a partire da oggi e poi nei quattro giovedì successivi. Dopo anni di studio e preparazione sulle eccellenze italiane universalmente riconosciute, finalmente Peter Sagan è pronto per dimostrare quanto sia diventato esperto di Italia e di Arte, Musica, Cucina, Moda: è pronto per il Giro d’Italia. Si parte dalla Pinacoteca di Brera.

Peter Sagan ha detto: ”Nei miei programmi prima del lockdown c’era il Giro d’Italia e anche dopo l’uscita del nuovo calendario ho voluto mantenere la parola data ed essere presente. Insieme alla squadra, nonostante la sovrapposizione con le classiche del nord, abbiamo deciso subito che avrei partecipato al Giro. Non c’è stato neanche un momento di dubbio o di ripensamento.  Sono felice di venire a correre sulle strade della Corsa Rosa, per me sarà la prima volta, e non potevo rimandare ancora”.

Il corridore slovacco ha commentato anche il progetto di comunicazione sul Giro d’Italia: ”Anche il progetto di comunicazione studiato da RCS Sport per la mia prima partecipazione al Giro mi è piaciuto subito moltissimo. Mi sono anche molto divertito nel  prepararlo e nel conoscere a fondo le eccellenze e i talenti italiani. Ormai sono diventato un esperto di Arte, Musica, Cucina e Moda”.

DALLA PINACOTECA DI BRERA ALLA SCALA PASSANDO PER LA MODA E LA BUONA CUCINA
Dopo anni di studio e preparazione sulle eccellenze e talenti italiani universalmente riconosciuti, finalmente Peter Sagan è pronto per dimostrare quanto sia diventato esperto di Italia: Arte, Musica, Cucina, Moda. Un viaggio nel cuore dei punti di forza del Bel Paese, dando visibilità a luoghi e talenti italiani, dalla Pinacoteca di Brera, al Teatro alla Scala, passando per l’atelier Ermenegildo Zegna, e la tradizione culinaria.

Peter è pronto per il Giro d’Italia.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Giro d’Italia lancia il suo nuovo sito web

Giro d’Italia lancia il suo nuovo sito web

Nuovo portale internet per la Corsa Rosa con una veste grafica chiara e intuitiva, una navigazione ancora più veloce, tanti contenuti dinamici, foto e video

La Corsa più dura del mondo nel paese più bello del mondo da oggi ha un nuovo sito web. La piattaforma digitale della Corsa Rosa ha un aspetto completamente nuovo e presenta una fruibilità semplice e veloce.

Il sito internet è stato realizzato su quattro elementi principali:

  • Mobile First,
  • Navigazione ancora più veloce,
  • Contenuti dinamici,
  • Video e Foto.

L’intenso lavoro di questi mesi ha portato migliorie e novità in tutte le sezioni che in passato hanno attratto il maggior numero di utenti: homepage, classifiche, tappe, percorso e il live della corsa.

Attraverso una navigazione semplice e intuitiva, è possibile trovare tutte le informazioni relative al percorso, alle classifiche e a tutte le iniziative speciali della Corsa Rosa. Le sezioni Media Center, History e Giro Extra insieme alla novità del podcast, completano il menù principale.

Il nuovo sito, dotato anche di un secondo menù dedicato a Hospitality, Giro-E, Social responsibility, Official TV e Sponsor, garantirà visibilità sia per gli sponsor della Corsa Rosa che per le città di tappa attraverso dedicati contenuti turistici.

CONTENUTI DINAMICI PER PORTARE I FANS AL CENTRO DELLA CORSA ROSA
Il nuovo sito del Giro d’Italia vuole essere ancora più vicino ai suoi tifosi, soprattutto nei momenti chiave della corsa. Dalle prime ore del mattino gli utenti potranno trovare tutte le ultime info sulla tappa del giorno e il countdown di ogni momento saliente offerto da Tissot.

Scorrendo la pagina sarà possibile trovare la planimetria della tappa, le classifiche e le Maglie leader, i video della tappa, il media center e i link alla app e ai profili social della Corsa Rosa.

Una volta che la tappa ha preso il via, l’icona del live diventa verde e il countdown si trasforma in un cronometro che indica il tempo passato dal KM 0. Sarà sempre possibile vedere i video e trovare le info sulle classifiche aggiornate al giorno prima mentre l’attivazione delle notifiche web consentirà a tutti gli appassionati di ricevere aggiornati in tempo reale sulle ultime notizie del Giro.

NUOVA SEZIONE HALL OF FAME
Il sito non dimentica i giganti della Corsa Rosa e li celebra con una nuova sezione con i profili di tutti i grandi campioni e i giudizi di un pool di giornalisti internazionali che ha valutato i corridori che anno dopo anno sono entrati nella Hall of Fame: da Merckx e Gimondi fino a Indurain e Adorni, passando per Roche, Moser, Baldini e Hinault.

Roberto Salamini, Head of Marketing & Communication di RCS Sport, ha detto: “Nel realizzare questa nuova release del sito abbiamo messo al centro i nostri followers cercando di dare un servizio ancora più completo e ingaggiante. Abbiamo pensato sia ai nostri appassionati che seguiranno il Giro dal vivo studiando nuove sezioni in cui potranno trovare con immediatezza tutte le informazioni relative alle attività on field, sia ai nostri tifosi che seguiranno il Giro da casa e potranno utilizzare il nuovo sito per avere tutte le informazioni su ciò che avviene nel corso della giornata, in tempo reale e in 4 lingue diverse. Daremo maggior risalto a tutte le iniziative dei nostri sponsor, delle Città di tappa che ci accoglieranno, dei Tour operator. Credo che questo nuovo sito con la nuova App che presenteremo a Settembre e con i nostri profili social daranno al nostro pubblico una piattaforma completa, innovativa e coinvolgente per vivere al meglio la nostra Corsa Rosa”.

Astana Pro Team prima Maglia Rosa

Astana Pro Team prima Rosa al Giro d’Italia Virtual

Astana Pro Team prima Maglia Rosa con Lutsenko e Martinelli. Nella Pink Race la Trek-Segafredo in testa alla generale.

E’ l’Astana Pro Team ad indossare la prima Maglia Rosa del Giro d’Italia Virtual, grazie alle prestazioni dei suoi corridori Alexey Lutsenko (44’41”, miglior tempo individuale di tappa) e Davide Martinelli che hanno realizzato il miglior tempo complessivo di 1h35’04”. Il team kazako guida la Classifica Generale con 6’46” di vantaggio sulla Nazionale italiana, che oggi ha corso con Elia Viviani e l’Under 23 Samuele Zoccarato, e 9’40” sul Team Bahrain-McLaren (Fred Wright e Grega Bole).

Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo), suo il miglior tempo individuale di tappa nella Pink Race

Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo), suo il miglior tempo individuale di tappa nella Pink Race

Nella Classifica Generale della Pink Race guida il team Trek-Segafredo (tempo complessivo di 2h10’04”) grazie alle prestazioni di Elisa Longo Borghini (1h01’02”, miglior tempo individuale di tappa) e Lizzie Deignan, davanti alle portacolori della Nazionale italiana Maria Giulia Confalonieri e Arianna Fidanza, seconde con un distacco di 4’18”. Terza la Movistar Team Women a 11’03”.

Lizzie Deignan impegnata sul finale della frazione odierna del Giro d'Italia Virtual

Lizzie Deignan impegnata sul finale della frazione odierna del Giro d’Italia Virtual

DICHIARAZIONI
Renato Di Rocco, Presidente della Federazione Ciclistica Italiana 
ha dichiarato: “È una grande soddisfazione constatare quanto il ciclismo sia sempre più senso di appartenenza e fonte di ispirazione. Soprattutto in un momento così complicato che tutti stiamo vivendo, carico di sfide che il ciclismo è capace di raccogliere. E lo fa in prima linea. Come l’iniziativa di un Giro d’Italia virtuale, lanciata da La Gazzetta dello Sport e RCS Sport dopo il successo della Milano-Sanremo virtuale, racchiude in sé una forte resilienza che ci contraddistingue. Dobbiamo esserne fieri. E la partecipazione della Nazionale, sia uomini anche U23, che donne, a questa iniziativa, il cui scopo benefico rende ancor più onore al nostro sport, è inoltre una forte dichiarazione del senso di appartenenza non solo alla Maglia Azzurra, ma ad una squadra ancora più ampia: quella del ciclismo. Una Squadra che è composta da atleti, addetti ai lavori e tifosi. Facciamo Squadra. Oggi più che mai. Perché solo così possiamo vincere. In attesa del Giro d’Italia che attraversi il nostro Paese per rendere omaggio alle sue meraviglie e che sarà, indiscutibilmente, il simbolo della rinascita”.

Mauro Vegni, Direttore del Giro d’Italia ha detto: “In attesa di sapere quando e come poter riportare la nostra amata corsa sulle strade italiane, abbiamo pensato che sia per i corridori che per tutti gli appassionati potesse essere interessante un Giro d’Italia Virtuale da poter pedalare da casa. Abbiamo scelto queste sette tappe che hanno aspetti tecnici misti per soddisfare le differenti caratteristiche. La tappa 10 con l’arrivo di Tortoreto, il percorso mosso della Nove Colli, il finale di San Daniele del Friuli da finisseur, gli arrivi in salita di Madonna di Campiglio e di Sestriere, con circa 1000 metri di dislivello negli ultimi 30 km per finire con i 15,7 km della cronometro di Milano (tappa completa). Un assaggio della Corsa Rosa che sarà”.  

Il Campione Europeo Elia Viviani, che ha pedalato oggi per la Nazionale Italiana ha sottolineato come: “Sicuramento l’iniziativa è ottima. In un periodo così è giusto trovare nuove vie perché il ciclismo possa dare qualcosa ai suoi fan e possa anche fare del bene attraverso le donazioni a favore della Croce Rossa che sono legate a questo Giro d’Italia virtuale. Come atleta dico anche che sono contento di partecipare. È uno sforzo importante da gestire, una vera e propria simulazione con salite vere tipo quelle della tappa che su cui ho pedalato oggi. Invito tutti a partecipare perché è un’esperienza”.



ISCRIZIONI, INFO E REGOLAMENTO SULLA NUOVA PIATTAFORMA  WWW.GARMINVIRTUALRIDE.COM/IT
Al Giro d’Italia Virtual possono partecipare tutti gli appassionati, italiani e stranieri, che siano in possesso di un account Garmin Connect. Basterà iscriversi gratuitamente al sito web www.garminvirtualride.com/it, caricare i file GPX delle sette tappe del Giro d’Italia Virtual e installarli sul proprio ciclocomputer  Garmin Edge. Cosa serve ancora? Solo un rullo interattivo Tacx o di altro costruttore, su cui collocare la propria bicicletta, da connettere all’Edge. A questo punto il “ciclista” potrà partecipare a tutte le tappe nelle date come da calendario. L’iscrizione sarà valida per tutte le tappe del progetto. L’area di iscrizione verrà divisa in 4 gruppi: Amatori, Legends, Pro e Woman che avranno quattro classifiche distinte. La piattaforma sarà in quattro lingue mentre il regolamento in italiano e inglese.

GLI SPONSOR DEL GIRO D’ITALIA VIRTUAL BY ENEL
In attesa di poter vivere la Corsa Rosa lungo le strade d’Italia, parte il Giro d’Italia Virtual by Enel, l’esperienza digitale della Corsa Rosa in collaborazione con Garmin Edge e Tacx e con gli official sponsor Castelli, Bianchi, NAMEDSPORT e Segafredo. 

RACCOLTA FONDI PER LA CROCE ROSSA ITALIANA ATTRAVERSO RETE DEL DONO
Il Giro d’Italia Virtual vivrà anche di un’iniziativa di raccolta fondi sul portale www.retedeldono.it/giro. Per tutto il periodo del Giro d’Italia Virtual, fino al 10 maggio, si potrà donare a favore della Croce Rossa Italiana che è attiva in prima linea fin dall’inizio dell’allerta Covid-19 con molteplici ruoli, tra cui soccorso in emergenza, supporto sanitario, psicologico, logistico, informativo, di controllo, screening e sta svolgendo molte altre attività cruciali nella battaglia contro questa epidemia. La campagna di crowdfunding si appoggia sulla piattaforma Rete del Dono, partner storico di RCS Sport, già coordinatore dei più importanti charity Program legati al mondo dello sport tra cui Milano Marathon e Gran Fondo Strade Bianche. Nelle ultime settimane Rete del Dono ha attivato oltre 70 campagne di raccolta fondi finalizzate all’emergenza Covid-19.
Inoltre Castelli si impegna a donare 5 euro alla Croce Rossa Italiana per ogni #Giro102 Race Jersey che verrà acquistata attraverso il sito http://castelli-cycling.com/

FONTE COMUNICATO STAMPA

Bianchi nuovo official sponsor del Giro d’Italia

Bianchi nuovo official sponsor del Giro d’Italia

Accordo triennale siglato tra Bianchi e RCS Sport include anche la sponsorizzazione di UAE Tour, Il Lombardia, e, dal 2021, Strade Bianche.

Scalzotto-Bellino

Il celeste Bianchi e il rosa de La Gazzetta dello Sport si uniscono in una nuova esaltante partnership dal respiro internazionale. A partire dal 2020, e per i prossimi tre anni, Bianchi sarà Official Sponsor bicicletta esclusiva del Giro d’Italia, la più famosa e iconica corsa italiana al mondo, organizzata da RCS Sport e La Gazzetta dello Sport.

La collaborazione tra RCS Sport e Bianchi nasce dalla condivisione di intenti e visioni volti ad internazionalizzare due eccellenze italiane nel mondo, attraverso un evento sportivo come il Giro in grado di raggiungere oltre 800 milioni di spettatori, in più di 200 paesi nel mondo.

L’accordo triennale tra Bianchi e RCS Sport include anche altri importanti appuntamenti del calendario internazionale WorldTour. Oltre al Giro d’Italia, Bianchi è sponsor ufficiale dell’UAE Tour, l’unica corsa a tappe WorldTour negli Emirati Arabi, e de Il Lombardia, la Classica Monumento di fine stagione, unitamente alla Granfondo Il Lombardia. Inoltre, a partire dal 2021 la partnership sarà ulteriormente arricchita da un evento unico nei suggestivi scenari delle colline toscane: Strade Bianche. Nell’ambito dell’accordo con RCS Sport, Bianchi fornirà inoltre le biciclette in dotazione al servizio di assistenza tecnica operato da Shimano.

Strategica è anche la collaborazione con il Giro-E. Bianchi è infatti partner ufficiale dell’evento attraverso il primo progetto di mobilità elettrica intelligente applicata al ciclismo, Bianchi Lif-E. L’accordo vede Bianchi come fornitore del modello e-road in carbonio Aria.

Bianchi sarà inoltre sponsor ufficiale del Giro Virtual, il nuovo progetto che, dal 18 aprile al 10 maggio, permetterà ad atleti professionisti ed amatoriali di provare le più attese tappe del Giro 2020.

Giro Virtual

UNA BICI PER RIPARTIRE: ARIA – BIANCO ITALIA

Come il Giro d’Italia mette in mostra le bellezze italiane nel mondo, Bianchi è orgogliosa di presentare la nuova Aria – Bianco Italia. Il modello Bianchi Aria si arricchisce di un’edizione esclusiva e limitata in colore “bianco ghiaccio”, con il Tricolore italiano sui foderi posteriori orizzontali ed inserti di colore Magnetic purple con sfumature cangianti di blu e verde.

La nuova Aria – Bianco Italia è per chi non smette mai di sognare, e celebra la prima edizione del Giro Virtual. Aria – Bianco Italia sarà disponibile nell’e-store ufficiale Bianchi solo per un periodo di tempo limitato, dal 15 Aprile al 10 Maggio 2020.

Aria - Bianco Italia

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Salvatore Grimaldi (Proprietario di Bianchi e Cavaliere della Repubblica): “La partnership tra Bianchi e Giro d’Italia rappresenta un sogno ed un’ambizione che si realizzano. Un sogno che abbiamo voluto concretizzare e comunicare in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia. Una fase in cui l’Italia e tutto il mondo hanno bisogno di poter continuare a sognare in attesa di una nuova rinascita. Il nostro è un accordo storico tra due eccellenze italiane, nate entrambe a Milano, che sanno esportare il meglio dell’italianità nel mondo attraverso uno degli sport più appassionanti e popolari al mondo, il ciclismo”. 

Fabrizio Scalzotto (CEO Bianchi): “Siamo convinti che la bicicletta ed il ciclismo, agonistico e non, saranno fondamentali per la ripresa al termine della crisi legata al Covid-19. Il Giro d’Italia è un fenomeno culturale prima che sportivo ed è per questo che abbiamo deciso di supportare questo grande evento che è patrimonio dell’umanità, e di lanciare questa collaborazione proprio nel momento in cui l’Italia ha bisogno di tornare in sella.

Bianchi è un’azienda fortemente orientata al mercato ed è su questi presupposti che il nostro approccio rappresenta un cambiamento rispetto alle tradizionali sponsorizzazioni. Prevediamo infatti attivazioni e progetti di co-marketing studiati per essere sempre più vicini al consumatore in Italia e nel mondo, non solo attraverso i nostri prodotti ma anche con i nostri valori di innovazione e ispirazione.

La piattaforma eventi e comunicazione di RCS Sport e della Gazzetta dello Sport ci garantirà un efficace supporto nel perseguire la nostra strategia negli oltre 60 paesi del mondo in cui Bianchi è presente”.

Salvatore Grimaldi

ABOUT RCS SPORT

RCS Sport – RCS Sports & Events, due società controllate da RCS Media Group, rappresentano insieme una sports & media company specializzata nella creazione e nella gestione di eventi sportivi nazionali e internazionali. Tra i player più interessanti nel panorama sportivo, l’approfondita esperienza e la capacità di innovazione garantiscono ai propri Partner un’offerta completa e personalizzabile di servizi creando ottime occasioni di visibilità e di branding. Il portfolio RCS Sport – RCS Sports & Events include sia competizioni per atleti professionisti sia eventi a partecipazione di massa rivolti, in particolare, agli appassionati di ciclismo e di running: Giro d’Italia e Milano Marathon i due eventi più importanti del suo calendario.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Giro d’Italia a favore della Croce Rossa Italiana

Giro d’Italia a favore della CRI nella lotta al coronavirus

Giro d’Italia e le leggende del ciclismo a favore della Croce Rossa Italiana nella lotta al coronavirus. #GIROLEGEND

Nel giorno di Pasqua, Cipollini, Bugno, Moser, Saronni, Garzelli, Basso, Chiappucci e molti altri grandi ex del ciclismo pedaleranno il Giro d’Italia Legends insieme agli appassionati di tutto il mondo. Si pedalerà sugli ultimi 37,4 chilometri della tappa Giovinazzo – Vieste nel Gargano. Il Giro d’Italia Virtual scatterà, invece, sabato 18 aprile con 7 tappe in cui si potrà pedalare anche insieme ai professionisti in attività. Il ricavato della raccolta fondi verrà devoluto alla Croce Rossa Italiana attraverso una campagna sul sito www.retedeldono.it/giro. In una sorta di “dopo tappa live”, dalle ore 17.00, gli appassionati potranno interagire con i loro beniamini attraverso i canali social del Giro d’Italia.

Il mondo del ciclismo scende in campo, o meglio sulle strade virtuali del Giro d’Italia, e si attiva per dare un contributo nella lotta contro il Coronavirus. Sono stati Mario Cipollini (recordman di vittorie alla Corsa Rosa) e Gianni Bugno, il Presidente dell’Associazione Corridori Professionisti (CPA) a lanciare attraverso La Gazzetta dello Sport una proposta per una raccolta di fondi. RCS Sport e La Gazzetta dello Sport hanno raccolto l’invito organizzando in pochi giorni prima il Giro d’Italia Legends, previsto nel giorno di Pasqua, e a seguire il Giro d’Italia Virtual. Saranno 2 eventi che uniranno tutti gli appassionati di ciclismo che in questo periodo non possono pedalare sulle strade più amate, tutte le persone che affollano le tappe del Giro, i lettori di Gazzetta dello Sport e i fan dei nostri grandi campioni per affrontare insieme l’emergenza.

Giro d’Italia Legends sarà dunque il lancio di un’esperienza digitale sviluppata in collaborazione con Garmin Edge e Tacx, dove non è prevista nessuna graduatoria, a partire dalle ore 11 fino alle ore 18 di domenica 12 aprile si potrà pedalare in gruppo alcuni  grandi campioni del recente passato come Mario Cipollini, Gianni Bugno, Francesco Moser, Giuseppe Saronni, Paolo Bettini, Claudio Chiappucci, Davide Cassani, Stefano Garzelli, Ivan Gotti, Maurizio Fondriest, Alessandro Ballan, Filippo Pozzato, Andrea Tafi, Michele Bartoli, Daniele Bennati, Stefano Allocchio, Alessandro Bertolini, Giuseppe Guerini, Riccardo Magrini, Andrea Noè, Matteo Montaguti, Francesco Chicchi, Mario Scirea, Marco Velo, Alessandro Vanotti e Alberto Volpi.

RACCOLTA FONDI PER LA CROCE ROSSA ITALIANA ATTRAVERSO RETE DEL DONO
Il Giro d’Italia Virtual vivrà anche di un’iniziativa di raccolta fondi sul portale www.retedeldono.it/giro. Per tutto il periodo del Giro d’Italia Virtual, dal 12 aprile al 10 maggio, si potrà donare a favore della Croce Rossa Italiana che è attiva in prima linea fin dall’inizio dell’allerta Covid-19 con molteplici ruoli, tra cui soccorso in emergenza, supporto sanitario, psicologico, logistico, informativo, di controllo, screening e sta svolgendo molte altre attività cruciali nella battaglia contro questa epidemia. La campagna di crowdfunding si appoggia sulla piattaforma Rete del Dono, partner storico di RCS Sport, già coordinatore dei più importanti charity Program legati al mondo dello sport tra cui Milano Marathon e Gran Fondo Strade Bianche. Nelle ultime settimane Rete del Dono ha attivato oltre 70 campagne di raccolta fondi finalizzate all’emergenza Covid-19.

PERCORSO GIRO D’ITALIA LEGENDS
Domenica 12 aprile dalle ore 11 alle ore 18
GIOVINAZZO > VIESTE (Panoramica del Gargano) – ultimi 37,4 km – dislivello 475

Gli appassionati potranno inoltre ascoltare le sensazioni e i messaggi dei loro beniamini, in questo difficile momento storico, attraverso i canali social del Giro d’Italia (youtube, facebook e instagram) in una sorta di “dopo tappa” che comincerà alle ore 17.00.

Da sabato 18 aprile a domenica 10 maggio, invece, andrà in scena Il Giro d’Italia Virtual, sette tappe a disposizione di tutti gli appassionati con un calendario a cadenza bisettimanale (da sabato a martedì e da mercoledì a venerdì) che verrà svelato la prossima settimana.

COME ISCRIVERSI E COLLEGARSI AL GIRO D’ITALIA LEGENDS
Per rivivere da protagonista gli ultimi emozionanti chilometri della tappa è indispensabile possedere una doppia strumentazione: da una parte un ciclo computer Garmin Edge compatibile (come Edge 520, Edge 530, Edge 820, Edge 830, Edge 1000 e Edge 1030) che ospiterà il tracciato su cui pedalare, e dall’altra uno smart trainer di nuova generazione come un rullo interattivo Tacx o di altri brand ma con le stesse funzionalità, dove applicare la bicicletta.
Per accedere al percorso l’utente dovrà entrare gratuitamente nel portale Garmin Connect, iscriversi al gruppo ‘Giro d’Italia Legends – Amatori’ https://www.garmin.com/it-IT/blog/giro-d-italia-legends/ e dal calendario del gruppo dovrà cliccare sul box del giorno 12 aprile: una successiva finestra lo guiderà verso il download della traccia che andrà installata sul proprio Edge, a sua volta preventivamente “accoppiato” con il rullo. In questo modo il ciclista pedalerà simulando esattamente il percorso.

#GIROLEGENDS

FONTE COMUNICATO STAMPA

Alé rinnova la partnership con il Giro Under23

Alé e  Giro Under23 il rapporto continua

Alé rinnova la partnership con il Giro Under23, le maglie dei leader delle classifiche saranno griffate dal design di Alé Cycling

Alé e Giro U23

Alé e Giro U23

Come già nel 2019, anche per il 2020 Alé rinnova la partnership con il Giro d’Italia dei giovani. Le maglie di leader delle classifiche del Giro d’Italia Under 23 saranno caratterizzate dall’inconfondibile e innovativo design di Alé. La quinta tappa del Giro inoltre, partirà dal piazzale dell’azienda a Bonferraro di Sorgà (VR).
Alé rinnova, anche per il 2020, la partnership con la corsa a tappe più impegnativa e prestigiosa al mondo e dedicata ai giovani ciclisti: il Giro d’Italia Under 23.
Le maglie dell’edizione 2020, in programma dal 4 al 14 giugno 2020 saranno, infatti, nuovamente firmate da Alé.

Il Giro d’Italia Under 23 ha svelato il suo percorso oggi, durante la presentazione ufficiale che si è tenuta al Westin Palace Hotel di Milano. La corsa di 10 tappe prenderà il via da Urbino, occasione per celebrare il 500° anno dalla morte del grande pittore rinascimentale Raffaello Sanzio, e si concluderà ad Aprica, al termine della suggestiva tappa definita del “Doppio Mortirolo”. Saranno toccate ben 5 regioni d’Italia, con un percorso lungo quasi 1.300 km che metterà alla prova i giovani ciclisti, impegnati nella gara che più di ogni altra consente al movimento italiano di crescere grazie al confronto con i migliori Under 23 al mondo.

La tappa no. 5, del 9 giugno 2020, quella che prende il via da Bonferraro di Sorgà (VR) riveste per Alé un’importanza speciale: il Giro Giovani, infatti, partirà proprio dal piazzale davanti all’azienda. Sarà un’occasione di festa ed anche un modo per condividere, con tutti coloro che lavorano in Alé e con tutti gli appassionati che vorranno intervenire, un momento di grande ciclismo. Una tappa anche dall’alto spessore culturale: si concluderà infatti in Lessinia, a Bolca (comune di Vestenanova, VR), candidata a Patrimonio Unesco per i suoi reperti fossili.

A supporto della partnership con il Giro d’Italia Under 23, Alé ha messo a punto una serie di iniziative, indirizzate sia agli Under 23 sia al mondo degli amatori. Con i suoi mezzi sarà ad ogni tappa, così da offrire ai tanti appassionati l’opportunità di vedere da vicino le innovative collezioni d’abbigliamento del brand.

Alessia Piccolo, AD di A.P.G. S.r.l ha commentato:

“Il Giro Under23 ha saputo crescere nel tempo con costanza e determinazione ed oggi è uno splendido evento, al quale siamo fieri di contribuire in qualità di partner per le maglie. Lo scorso anno sono stata presente tappa dopo tappa per sostenere questi meravigliosi ragazzi, che rappresentano il futuro del nostro ciclismo. In questa edizione farò altrettanto e nella 5^ tappa li accoglierò con orgoglio in azienda: sarà un vero momento di festa”.

Marco Selleri, direttore generale del Giro d’Italia Giovani Under 23, e Marco Pavarini, direttore organizzativo:

“Per noi è fondamentale avere aziende come Alé al nostro fianco, perché oltre a essere un palcoscenico sportivo di livello internazionale per i giovani ciclisti, il Giro d’Italia Under 23 ha anche l’obiettivo di portare innovazione, professionalità e sicurezza nel mondo del ciclismo: anche per questo Alé è un partner ideale per noi. E poi il Giro U23 è una grande festa, uno spettacolo itinerante che coinvolge atleti e spettatori, istituzioni e territori: uno straordinario strumento di promozione, che consente di alzare il livello della comunicazione a un ambito globale”.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Bardiani CSF Faizanè al Giro 2020

Bardiani CSF Faizanè al Giro d’Italia 2020

Bardiani CSF Faizanè al Giro d’Italia 2020, l’annuncio ufficiale di RCS Sport della concessione della Wild Card

Rcs Sport ha annunciato ufficialmente le attese Wild Card per la Corsa Rosa e per le classiche di primavera. La Bardiani CSF Faizanè, con il suo progetto 100% italiano, riceve la fiducia degli organizzatori e parteciperà al Giro d’Italia, alle Strade Bianche e alla Tirreno-Adriatico.

Il team Bardiani CSF Faizanè parteciperà al Giro d’Italia n.103.

La squadra ha accolto positivamente la nota diffusa da RCS Sport, che ha recentemente ufficializzato le Wild Card per il Giro d’Italia n.103 e per le classiche di primavera. Sin dal 2013 anno di nascita del progetto Bardiani-CSF, al quale dal 2020 si è unito il terzo sponsor Faizanè, il team ha preso parte alla Corsa Rosa e a molte delle prestigiose competizioni organizzate da RCS Sport, onorandole con impegno, svolgendo spesso una corsa d’attacco, raccogliendo prestigiose vittorie di tappa, oltre che conquistando maglie e classifiche.
Grazie alla fiducia concessa dagli organizzatori anche nel 2020 gli atleti del team potranno competere sulle strade del Giro d’Italia, l’appuntamento più importante della stagione del team, insieme a Strade Bianche e Tirreno-Adriatico. Sono 29 le giornate di corsa World Tour che si aggiungono quindi al calendario del team. Saranno 21 infatti le tappe della Corsa Rosa, 7 quelle della Tirreno-Adriatico e una giornata di corsa ulteriore con le Strade Bianche.
Grande la soddisfazione espressa dal General Manager del team Bruno Reverberi, che nel 2020 parteciperà al suo 38° Giro d’Italia in 39 stagioni da manager: “Il team Bardiani CSF Faizanè anche nel 2020 porterà avanti la linea verde, fondata sul valorizzare i giovani ciclisti italiani. Siamo felici della fiducia che gli organizzatori hanno voluto dimostrare ancora una volta nel nostro progetto e faremo di tutto per ricambiarla onorando come sempre ogni tappa di quella che per noi rappresenta la competizione n.1 della stagione, il Giro d’Italia. Altrettanto importanti e prestigiosi gli inviti alla Tirreno-Adriatico, dove lo scorso anno il nostro team si è aggiudicato una delle 4 maglie in palio onorando la corsa in ogni tappa e alle Strade Bianche. Sicuramente la nostra squadra, come peraltro già dimostrato in passato, ha le possibilità per fare un buon risultato in una tappa della Tirreno-Adriatico così come al Giro d’Italia, comprendiamo quindi la scelta degli organizzatori sulle Wild Card. Onoreremo questi impegni schierando al via una formazione composta interamente da ciclisti italiani, cercando così di dare opportunità e di far emergere nuovi talenti per il ciclismo italiano.”

FONTE COMUNICATO STAMPA

Giro d’Italia 2020: ecco le nuove Maglie

Giro d’Italia 2020, su il sipario sulle nuove maglie!

Giro d’Italia 2020: realizzate da Castelli con tessuti Sitip, le Maglie sono ottenute principalmente da bottiglie di plastica riciclata. 


Il Giro d’Italia 103, organizzato da RCS Sport / La Gazzetta dello Sport ed in programma dal 9 al 31 maggio 2020, ha le sue Maglie Ufficiali. Per l’edizione 2020 della Corsa Rosa, le Maglie prodotte da Manifattura Valcismon – col famoso marchio dello scorpione, Castelli, che ne ha curato anche il design e i particolari – sono realizzate con tessuti in fibre di poliestere riciclati.  

Download

Con 102 anni di storia, la Maglia Rosa 103 del Giro d’Italia guarda chiaramente al futuro. Per la prima volta in assoluto durante un Grand Tour, le Maglie leader saranno realizzate in tessuti Eco-sostenibili, prodotti dall’azienda Sitip attraverso processi e tessuti a minor impatto ambientale e ottenuti con tessuti con fibre di poliestere riciclati – certificati GRS (Global Recycled Standard). I tessuti sono derivanti principalmente da bottiglie di plastica, all’insegna dei princìpi e delle politiche di economia circolare.

Da un punto di vista delle prestazioni, le Maglie offrono al leader delle rispettive classifiche l’equipaggiamento più leggero, aerodinamico e ad alte prestazioni disponibile. I tocchi di design di Castelli si esprimono al meglio nella nuova grafica che richiama la forma del Trofeo Senza Fine, con i loghi del Giro d’Italia in gomma rialzati sulle maniche e Amore Infinito stampato sul retro della tasca.

I tessuti con fibre di poliestere riciclati saranno utilizzati non solo per le Maglie utilizzate in gara ma anche per le repliche ufficiali delle Maglie leader di Castelli.


Video di presentazione delle Maglie del Giro d’Italia 2020

Le Maglie del Giro d’Italia sono:

  • MAGLIA ROSA – sponsorizzata da ENEL – leader della Classifica Generale
  • MAGLIA CICLAMINO – sponsorizzata da SEGAFREDO – leader della Classifica a Punti
  • MAGLIA AZZURRA – sponsorizzata da BANCA MEDIOLANUM – leader del Gran Premio della Montagna
  • MAGLIA BIANCA – sponsorizzata da EUROSPIN – leader della Classifica dei Giovani

Continua la collaborazione con Intimissimi Uomo
Dopo l’edizione 2019, torna la collaborazione tra il Giro d’Italia e Intimissimi Uomo, esclusivo brand italiano di intimo maschile. Come per il Giro edizione 102 le Maglie Rosa da gara e da premiazione avranno uno sponsor interno. Celato con la maglia zippata, perfettamente visibile solo una volta slacciata, il logo Intimissimi Uomo sarà a contatto con la pelle dello sportivo, a ricalcare il claim “Vivi l’emozione sulla tua pelle”.

Giro 2020 Da Budapest a Milano

Giro 2020, da Budapest a Milano

Giro 2020, presentato ufficialmente il percorso dell’edizione 103 da Budapest a Milano

Giro 2020

Giro 2020

Giro 2020: 3 cronometro individuali (per un totale di 58,8 km), 6 tappe di bassa difficoltà adatte ai velocisti, 7 di media difficoltà e 5 di alta difficoltà caratterizzeranno il percorso dell’edizione 103 del Giro d’Italia. Saranno 7 gli arrivi in salita, compresa la cronometro iniziale di Budapest. Frazione conclusiva, con una prova contro il tempo, da Cernusco sul Naviglio a Milano che per la 78esima volta ospiterà la tappa conclusiva.

La Cima Coppi sarà lo Stelvio con i suoi 2.758 metri. La Wine Stage di questa edizione sarà la cronometro del Prosecco Superiore da Conegliano a Valdobbiadene (territorio che dal 2019 è entrato a far parte del patrimonio Unesco). Per la prima volta nella storia della Corsa Rosa, una tappa partirà all’interno di una base militare, da Rivolto, sede del 2° Stormo dell’Aeronautica Militare. Un anno importante per la base friulana: nel 2020 si celebrerà anche la 60^ stagione della Pan (Pattuglia Acrobatico Nazionale) e delle Frecce Tricolori. L’arrivo a Rimini ricorderà il grande regista Federico Fellini nel centenario della nascita. 45.000 saranno i metri di dislivello totale della corsa. Quella dall’Ungheria sarà la 14^ partenza dall’estero per il Giro d’Italia e la prima da un Paese dell’Est Europeo.

21 tappe tra l’Ungheria e l’Italia (dal 9 al 31 maggio) per incoronare il vincitore del Giro d’Italia e mostrare al Mondo molti siti Patrimonio dell’Unesco e molte altre bellezze del territorio italiano, sia in partenza che in arrivo di tappa che lungo il percorso. Da Budapest con il suo quartiere del Castello fino a Milano con il Cenacolo di Leonardo passando per la seconda tappa ungherese con l’Abbazia di Pannonhalma e quindi per la Sicilia (con il Duomo di Monreale, la Valle dei Templi di Agrigento e l’Etna); la Puglia con il Monte Sant’Angelo e la Foresta Umbra; l’Emilia Romagna dove la corsa sfiorerà Ravenna; il Veneto con il sito di Arquà Petrarca e le Colline del Prosecco Superiore e infine con l’unicità delle Dolomiti che dal 2009 sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità e che interesseranno la corsa attraverso tre Regioni (Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige).

Il video del percorso del Giro d’Italia 103, scaricabile in alta definizione da questo link

GRANDE PARTENZA DALL’UNGHERIA
Sarà l’Ungheria sabato 9 maggio, con la tappa di apertura a cronometro per le vie di Budapest di 8,6 km e due tappe per velocisti nel nord del Paese, a lanciare il Giro d’Italia 2020. La carovana rosa poi si trasferirà in Sicilia dove, martedì 12 maggio, inizierà la sua risalita verso il traguardo finale di Milano.

PRIMA SETTIMANA IN ITALIA
La Monreale–Agrigento di 136 km aprirà il trittico di tappe nella Regione Siciliana. Mercoledì 13 primo arrivo in quota del Giro con la Enna-Etna (Piano Provenzana 1.775 m) di 150 chilometri. Una salita inedita, già scalata in parte nel 2011, attaccata da nord (Linguaglossa) per giungere a Piano Provenzana. Giovedì 14 ultima tappa sull’isola da Catania a Villafranca Tirrena per poi ripartire il giorno successivo, in Calabria, da Mileto e giungere dopo 223 km a Camigliatello Silano (lunga salita finale di 22 km con pendenze dolci). Sabato 16 maggio frazione dedicata alle ruote veloci del gruppo da Castrovillari a Brindisi. Tappa mossa, la nona, soprattutto nella parte finale, che porterà il gruppo da Giovinazzo a Vieste (circuito finale di 12,7 km). Lunedì 18 ecco il primo giorno di riposo.

SECONDA SETTIMANA
Si parte con una tappa mossa, in Abruzzo, tra San Salvo e Tortoreto Lido di 212 km. Tra le Marche e l’Emilia Romagna si snoda la tappa 11, mercoledì 20 maggio, da Porto Sant’Elpidio a Rimini. Il giorno successivo partenza e arrivo a Cesenatico con un percorso insidioso che ricalca quello della Gran Fondo Nove Colli giunta alla sua 50^ edizione. Da Cervia a Monselice per la tappa numero tredici; 190 chilometri che porteranno il gruppo dall’Emilia Romagna al Veneto dove, sabato 23 è in programma la cronometro da Conegliano a Valdobbiadene. Una prova contro il tempo molto impegnativa di 33,7 km (che prevede nella prima parte lo strappo duro di Ca’ del Poggio) tra le colline del Prosecco Superiore che da quest’anno sono diventate patrimonio dell’Unesco. Dalla base aerea di Rivolto, quella delle Frecce Tricolori, partirà domenica 24 una tappa chiave nell’economia della Corsa Rosa. L’arrivo è posto a Piancavallo (che sarà anche la Montagna Pantani) dopo aver scalato Sella Chianzutan, Forcella di Monte Rest e Forcella di Pala Barzana. Lunedì 25 è previsto il secondo e ultimo giorno di riposo a Udine.

TERZA E ULTIMA SETTIMANA
Si entra nella settimana decisiva del Giro con una tappa che si sviluppa interamente nella Regione Friuli. Partenza da Udine e arrivo a San Daniele del Friuli con nel finale il Monte Ragogna – da scalare tre volte – compreso nei due giri di circuito di 27 km. Mercoledì 27 maggio partenza da Bassano del Grappa e arrivo a Madonna di Campiglio dopo 202 chilometri. Tappa che prevede oltre 5.000 metri di dislivello con l’inedita Forcella Valbona, il Monte Bondone dal versante di Aldeno e il Passo Durone prima del traguardo. La 18^ frazione da Pinzolo ai Laghi di Cancano (arrivo inedito) nel Parco Nazionale dello Stelvio risulterà una delle più dure della Corsa Rosa. Si parte subito in salita per affrontare Campo Carlo Magno, quindi Passo Castrin e il Passo dello Stelvio (Cima Coppi) dal versante di Prato allo Stelvio. Dopo la discesa si attacca subito la salita per i Laghi di Cancano. Venerdì 29 la tappa più lunga del Giro da Morbegno ad Asti, 251 km, strizza l’occhio per l’ultima volta ai velocisti. Tappa mozzafiato la 20^ da Alba a Sestriere (Tappa Bartali). Si parte subito con il naso all’insù verso i 2.744 m del Colle dell’Agnello. Sconfinamento in Francia per affrontare il Col d’Izoard. Rientro in Italia dal Monginevro per affrontare la salita finale di Sestriere dal versante di Cesana Torinese. Gran finale, domenica, con la cronometro individuale da Cernusco sul Naviglio, Città Europea dello Sport 2020, a Milano in Piazza Duomo sotto la Madonnina. Crono piatta di 16,5 chilometri per chiudere questa 103^ edizione.

GIRO D’ITALIA, LE 13 PRECEDENTI PARTENZE DALL’ESTERO

  • 1965    San Marino (Repubblica di San Marino)
  • 1966    Montecarlo (Principato di Monaco)
  • 1973    Verviers (Belgio)
  • 1974    Città Del Vaticano
  • 1996    Atene (Grecia)
  • 1998    Nizza (Francia)
  • 2002    Groningen (Olanda)
  • 2006    Seraing (Belgio)
  • 2010    Amsterdam (Olanda)
  • 2012    Herning (Danimarca)
  • 2014    Belfast (Irlanda Del Nord)
  • 2016    Apeldoorn (Olanda)
  • 2018    Gerusalemme (Israele)

FONTE COMUNICATO STAMPA