Stefano Della Santa ciclista per brevi corse a tappe

Stefano Della Santa

Stefano Della Santa

Stefano Della Santa ciclista lucchese

Stefano Della Santa ciclista lucchese particolarmente adatto, per la sua costanza, alle brevi corse a tappe: la carriera


Stefano Della Santa nasce a Lucca il 22 maggio 1697, le sue doti di buon scalatore gli valgono un ruolo di primo piano nel ciclismo dilettantistico di fine anni ’80. Tra l’87 e l’88 conquista il GP Ezio del Rosso, Il Trofeo Matteotti-Marcialla e la Coppa Mobilio Ponsacco oltre ad altri successi.

Le sue doti vengono colte dallo staff della Pepsi Cola Fanini che lo fa esordire tra i professionisti. Con la formazioni di Fanini resta, aldilà delle diverse denominazioni sorte dalle sponsorizzazioni, legato fino al 1993. Al primo anno tra i grandi, Stefano vince la prima prova del Trofeo dello Scalatore confermando le doti di uomo per la salita. Nel ’91 replica la vittoria al Trofeo dello Scalatore per poi resta a bocca asciutta per tutto il ’92.

Nel 1993, sotto le insegne della neonata Mapei, conquista due importanti vittorie: al Trofeo Melinda battendo lo svizzero  Mauro Gianetti e al Giro della Campania precedendo il forte scalatore venezuelano Leonardo Sierra. Le sue doti di uomo adattissimo alle pendenze e alle brevi corse a tappe, valgono a Stefano Della Santa  il terzo posto alla Tirreno-Adriatico 1993 a soli 10 secondi da Maurizio Fondriest.

Il 1994 vede Stefano conquistare due tappe e la classifica generale della Vuelta a Andalucia davanti al belga Luc Roosen. E’ un anno magico per Della Santa che vince una frazione e la generale della Settimana Catalana davanti al forte svizzero Laurent Dufaux e, visto che non c’è il due senza il tre, il ciclista lucchese fa sua un’altra corsa spagnola: la Bicicletta Basca davanti a Evgenij Berzin. Nello stesso anno Stefano Della Santa chiude quinto alla Liegi-Bastogne-Liegi ’94 vinta dal fenomenale Evgenij Berzin su Lance Armstrong.

Nel 1995 Stefano Della Santa vince nuovamente la Vuelta a Andalucia  davanti a Francisco Cabello e il 12 agosto  sfiora la vittoria alla Classica di San Sebastian chiudendo al secondo posto a soli due secondi da Lance Armstrong. Le sue prestazioni tremendamente costanti gli valgono un posto stabile nei primi 30 posti del ranking mondiale UCI oltre alla convocazione per i Mondiali di Oslo (dove è riserva), Agrigento e Duitama.

Nel 1997 passa alla Mercatone Uno, poi alla Ros Mary, alla Amica Chips fino al 2000 quando corre con l’Alexia Alluminio conquistando la vittoria nella terza tappa del Tour de Beauce in Canada.

Appena la bicicletta al chiodo, Stefano Della Santa passa al ruolo di allenatore