Alfons De Wolf ciclista belga, la storia

Alfons De Wolf (fonte Wikipedia)

Alfons De Wolf ciclista belga, atleta completo e di classe e vincitore del Giro di Lombardia 1980 e Milano-Sanremo 1981

Alfons De Wolf nasce a Willebroek, nelle Fiandre, il  22 giugno 1956. Dopo le categorie giovanili passa dilettante facendo man bassa di successi. Nel ’76 è terzo al Giro delle Fiandre dilettanti vinto da Paul De Keyser e, selezionato per i Giochi Olimpici di Montreal, chiude al quarto posto alle spalle di Bernt Johansson, Giuseppe Martinelli e Mieczysław Nowicki. L’anno seguente è nuovamente terzo al Giro delle Fiandre vinto da Johnny De Nul e conquista la Gent-Wevelgem davanti a Dirk Heirweg.

Nel 1978 Fons, come tutti le chiamano, conquista la vittoria nella Parigi-Roubaix davanti a Ronny Claes, si laurea campione nazionale in linea precedendo Daniel Willems ed è secondo al GP Guillaume Tell  alle spalle dello svizzero Kurt Ehrensperger.

Alfons De Wolf vince cinque tappe alla Vuelta a España 1979

Il belga passa professionista nel 1979 con la maglia della Lano-Boule d’Or ed il suo è un esordio col botto: vince cinque tappe alla Vuelta a España: a Cordova, Sedaví, Reus, Valladolid e Madrid conquistando la vittoria nella classifica degli sprint davanti Noël Dejonckheere. Fons è ottavo alla Liegi-Bastogne-Liegi vinta da Dietrich Thurau e terzo nella generale del Giro del Belgio dietro a Daniel Willems e Herman Van Springel. Sono tanti i piazzamenti per il belga che è anche presente nelle prove su pista cogliendo un secondo posto nel campionato belga nell’omnium.

Fons ha talento e fiuto per la vittoria con una pedalata davvero perfetta ed in molti prevedono una carriera ricca di allori ma le premesse vengono solamente in parte rispettate.

Alfons De Wolf secondo alla Tirreno 1980

Nel 1980 il ciclista delle Fiandre a marzo è protagonista alla Tirreno-Adriatico: non arrivano successi ma dei bei piazzamenti che, conditi con la regolarità, permettono a Fons di chiudere la corsa al secondo posto della generale alle spalle di Francesco Moser.

Alla Milano-Sanremo il belga chiude al decimo posto vinto da Gavazzi, al sesto alla Parigi-Roubaix in cui trionfa Moser ed è secondo alla Gent-Wevelgem alle spalle di Henk Lubberding e all’Amstel Gold Race superato da Jan Raas.

Alfons De Wolf vince il Giro di Lombardia 1980

Il 18 ottobre il De Wolf è al via del Giro di Lombardia e va in fuga assieme al connazionale Ludo Peeters e ad Alfredo Chinetti e, nella volata finale ristretta, coglie un prestigioso successo precedendo, nell’ordine, l’italiano ed il belga. La sua stagione è impreziosita anche da tante belle prestazioni nelle sei giorni in gior per l’Europa.

De Wolf terzo alla Parigi-Nizza 1981

Nel 1981 Fons passa alla Vermeer-Thijs e parte subito fortissimo: al via della Parigi-Nizza il belga coglie qualche piazzamento di tappa riuscendo a chiudere la corsa al terzo posto finale alle spalle di Stephen Roche ed Adrie van der Poel

Alfons De Wolf vince la Milano-Sanremo 1981

Pochi giorni dopo, Fons prende parte alla Classica di primavera e, approfittando della marcatura “a uomo” tra Saronni e Moser, il belga allunga nella discesa del Poggio conquistando una manciata di secondi. Dietro paiono pronti per il ricongiungimento ma Saronni tergiversa e Moser non vuole spendere energie e De Wolf conquista la vittoria con 11″ su Roger De Vlaeminck

Quarto al Campionato nazionale prende parte al Tour de Suisse cogliendo qualche piazzamento così come al Tour de France dove è settimo a Pau e Bordeaux e terzo nelle tappe di Bruxelles, Hasselt e Le Pleynet e secondo nella tappa conclusiva di Parigi dietro al connazionale Freddy Maertens. De Wolf completa la Grande Boucle all’undicesimo posto finale, suo miglior risultato in carriera.

Nell’82 Alfons vince la Sassari-Cagliari davanti a Pierangelo Bincoletto, l’Omloop Het Volk con 35″ su Graham Jones, una tappa alla Driedaagse De Panne ed una alla Quattro Giorni di Dunkerque. Nelle classiche arrivano buoni piazzamenti ma manca la vittoria: il belga è terzo alla Gent-Wevelgem vinta da Frank Hoste, secondo alla Liegi-Bastogne-Liegi dietro a Silvano Contini e terzo alla  Parigi -Tours vinta da Jean-Luc Vandenbroucke.

Nel 1983 il belga, passato alla Bianchi, vince la tappa di Arco al Giro del Trentino precedendo Emanuele Bombini, fa suo il Giro della Romagna davanti allo svedese Sven-Åke Nilsson ed il Giro della Toscana su Massimo Ghirotto e Riccardo Magrini.

L’anno seguente si accasa alla Europ Decor con cui ottiene quattro vittorie: è primo nella tappa di Cabra alla Vuelta a Andalucía, a Vevey al Tour de Romandie, nella sesta tappa del Giro di Norvegia e nella tredicesima tappa del Tour de France sull’arrivo di Domaine du Rouret.

Nel 1985, passato tra le fila della Fagor, Alfons De Wolf è dodicesimo alla Milano-Sanremo, vince una tappa alla Vuelta a la Comunidad Valenciana e una alla Vuelta a España sul traguardo di Balneario de Panticosa andando in fuga solitaria e tagliando l’arrivo con oltre tre minuti di vantaggio sul francese Philippe Poissonnier.

Passato alla Skala-Skil, nell’87 entra nella ADR mettendosi al servizio dei compagni e abbandona il professionismo al termine della stagione 1990.