Gabriele Missaglia ciclista e direttore sportivo

Gabriele Missaglia (fonte wikipedia)

Gabriele Missaglia (fonte wikipedia)

Gabriele Missaglia: la sua carriera

Gabriele Missaglia ciclista milanese, ottimo dilettante e professionista serio e determinato diventato direttore sportivo

Gabriele Missaglia nasce ad Inzago, in provincia di Milano, il 24 luglio del 1970. Si avvicina giovane al ciclista e, dopo le categorie giovanili, ottiene buoni risultati anche da dilattante. A soli vent’anni è terzo alla Coppa della Pace 1990 e nel 1992 vince la Targa del Centenario. L’anno seguente vince il prestigioso Trofeo Mario Zanchi mentre nel ’94 conquista il Trofeo Amedeo Guizzi, il Trofeo Adolfo Leoni ed è secondo al GP Carnaghese alle spalle di Filippo Casagrande.

Le ottime prestazioni tra i dilettanti gli valgono la chiamata, dopo una prima esperienza come stagista, dei professionisti della Brescialat-Fago di Fabio Bordonali. Il primo anno da “pro” vede Gabriele cogliere buoni piazzamenti: è terzo nella seconda frazione del Giro del Delfinato, decimo nella Parigi-Tours e terzo alla Coppa Bernocchi alle spalle di Stefano Zanini e Alessio Di Basco.

Nel 1996 Missaglia passa alla Panaria e anche in quella stagione ottiene solo piazzamenti: è terzo nella frazione inaugurale del Giro del Trentino e secondo nella tappa di Loano del Giro d’Italia alle spalle di Fabiano Fontanelli.

Nel ’97 Gabriele passa alla grande Mapei e ottiene i suoi primi successi da professionista: conquista la prima tappa della Vuelta al País Vasco sul traguardo di Legazpi vestendo per un giorno la maglia di leader della corsa ed al Giro d’Italia fa sua l’undicesima frazione con arrivo a Lido di Camaiore.

Missaglia conquista la vittoria del Tour de Langkawi 1998 davanti a Giuliano Figueras e Niklas Axelsson per poi firmare, per la stagione 1999 con la Lampre con cui ottiene la vittoria della terza tappa del Tour de Suisse da Bellinzona a Chiasso oltre ad una serie di buoni piazzamenti.

Nel 200 per il ciclista milanese arrivano due importanti successi: vince la quarta frazione della Volta Ciclista a Catalunya con arrivo al mitico Montjuïc a Barcellona e vince la HEW Cyclassics ad Amburgo, corsa  valida per la Coppa del mondo, superando in volata il forte Francesco Casagrande.

Il 2004 vede Missaglia passare alla Barloword mettendo le sue competenze al servizio di atleti più giovani senza però perdere occasioni per mettersi in luce. Nel 2005 Missaglia è sesto alla Coppa Agostoni vinta da Paolo Valoti, nel 2006 con i colori della Selle Italia è terzo nella classifica finale del Tour de Langkawi alle spalle del sudafricano David George e di Francesco Bellotti.

Nel 2007 conquista la Classifica generale Tour of Qinghai Lake davati a Daniel Lloyd e allo spagnolo Francisco Mancebo e l’anno seguente chiude la sua carriera professionistica andando a ricoprire il ruolo di direttore sportivo.