Gianluca Pierobon ciclista varesino

Gianluca Pierobon (fonte Wikipedia)

Gianluca Pierobon (fonte Wikipedia)

Gianluca Pierobon la sua carriera

Gianluca Pierobon ciclista varesino, vincitore di una tappa al  Giro d’Italia 1991 e di una al  Tour de Suisse 1994

Gianluca Pierobon nasce a Gallarate, in provincia di Varese il  2 marzo 1967. Tra i dilettanti corre con il G.S. Biancorossi-Terziroli-Gemini nella stagione 1986 ottenendo il terzo posto al Trofeo Mobilificio Daffonchio mente l’anno successivo sempre con il GS Biancorossi è quinto al G.P. Delfo.

Nel 1988 corre per la G.S. Passerini Gomme vincendo a maggio la Coppa d’Argento Giovanni Brunero. A giugno coglie due terzi e due quarti posto di tappa al Giro Ciclistico d’Italia e ad agosto conquista la vittoria della quinta tappa del Giro della Valle d’Aosta.

Nel 1989 Gianluca Pierobon  passa professionista con l’Atala di Franco Cribiori con cui fa il suo esordio alla Milano-Sanremo, ottiene un terzo posto di tappa al Giro di Calabria, il nono posto alla Coppa Sabatini vinta in volata da Maurizio Fondriest e l’undicesimo alla Coppa Bernocchi vinta dal danese Rolf Sørensen. La stagione seguente il gallaratese passa alla Malvor con cui a febbraio è secondo di tappa alla Settimana Ciclistica Internazionale e a marzo, è protagonista al Giro di Calabria: è secondo nella Cosenza-San Giovanni in Fiore alle spalle di Guido Winterberg e chiude sempre al secondo posto della classifica generale a 44″ dallo svizzero. Al via del Giro d’Italia, Pierobon completa la corsa all’85esimo posto.

Gianluca Pierobon vince al Giro d’Italia 1991

Nel ’91 veste i colori della ZG Mobili e nella seconda semitappa del Giro d’Italia, una cronometro individuale di sette chilometri a Sassari, è primo con 5 secondi di vantaggio sullo spagnolo Marino Lejarreta e su “Coppino”  Franco Chioccioli. Sempre al Giro coglie un settimo posto nella quattordicesima frazione da Torino a Morbegno vinta da Franco Ballerini. A novembre è sesto alla Firenze-Pistoia a 1’23” da Tony Rominger.

Nel 1992 a gennaio conquista la vittoria nel G.P. Internacional Cemento Paz del Río e a febbraio prende parte ai Campionati del Mondo di ciclocorss a Leeds chiudendo al quindicesimo posto. Al via della Tirreno-Adriatico conquista il quinto posto nella prima tappa, una cronometro individuale vinata da Erik Breukink e completa la corsa al nono posto della classifica generale a 1’28” dal danese Rolf Sørensen.

Nel ’93 Pierobon corre per la Mecair-Ballan ottenendo il 27esimo posto al Giro di Campania ed il 31esimo al E3 Prijs Vlaanderen – Harelbeke. L’anno seguente Gianluca passa all’Amore & Vita e ad aprile conquista la vittoria nella quarta tappa della  Vuelta Ciclista a Aragon. 

Gianluca Pierobon vince al Tour de Suisse 1994

A giugno prende parte al Tour de Suisse e nella cronometro individuale di apertura a Yverdon-les-Bains conquista la vittoria davanti a Tony Rominger, staccato di 4 secondi, e Wilfried Nelissen. Gianluca Pierobon veste la maglia di leader della corsa per due giornate cedendola all’elvetico Pascal Richard nella terza tappa. Pierobon completa la corsa a tappe svizzera al terzo posto a 1’04” da Pascal Richard ed alle spalle di Vladimir Pulnikov.

Nel ’95 il varesotto corre per la Refin con cui  a febbraio è settimo di tappa alla Vuelta a la Comunidad Valenciana e vince la quinta tappa della Tirreno-Adriatico da Porto Santo Stefano a Soriano nel Cimino battendo in una volata a due il viterbese Stefano Colagè. A settembre è nono al Joseph Voegeli Memorial e a novembre conquista la vittoria nella 16esima tappa della Ruta Ciclista Mexico.

L’anno successivo è settimo Milano-Vignola a 50″ da Fabio Roscioli e nono alla Firenze-Pistoia a 3’08” da Marco Fincato. Nel 1997 approda allaBatik-Del Monte facendo il suo esordio al Tour de France cogliendo un decimo posto di tappa ed arrivando sino a Parigi al 133esimo posto. L’ultima stagione da professionista la corre con la maglia della Kross ottenendo il dodicesimo posto al Giro di Romagna e al Trofeo Matteotti.