Sandy Casar ciclista francese

Sandy Casar (fonte Wikipedia)

Sandy Casar (fonte Wikipedia)

Sandy Casar, la sua carriera

Sandy Casar ciclista francese dalle buone doti di cronoman e di scalatore in grado di cogliere il  sesto posto al Giro d’Italia 2006

Sandy Casar, nasce il a Mantes-la-Jolie, in Francia. Il giovane transalpino veste i colori della Jean Floch-Mantes e nel 1997 è terzo alla Chrono des Herbiers, Allievi alle spalle di Didier Salanson e Anthony Michelet mentre nel ’99  secondo di tappa alla Le Transalsace International, U23 e alla Paris-Tours U23 alle spalle del belga Gorik Gardeyn.

Passato professionista nel 2000 con i colori della Française des Jeux si cimenta con successo anche nel ciclocross cogliendo il primo posto assieme a David Brulon a Contres e vincendo la classifica giovani Tour Down Under.
L’anno dell’esplosione di Casar è il 2002: a soli 23 anni conquista la seconda posizione nella classifica finale della Parigi-Nizza 2002 a 55 secondi da Vinokourov e la classifica di miglior giovane. Sandy fa sua anche la quarta tappa del Tour de l’Eurométropole e la Tours-Ile Aucard, prova di ciclocross assieme a Jérémy Roy ed esordisce al Tour de France.

Nel 2003 è al via del Giro d’Italia entrando tre volte nella top10 di tappa e chiudendo la corsa rosa al 12esimo posto finale. Al Tour de Suisse 2003 vince la frazione da Visp a Losone davanti al lussemburghese Kim Kirchen e a  Stuart O’Grady.

Io 2004 vede il francese cogliere ottimi piazzamenti e qualche vittoria: è secondo di tappa al Giro del Delfinato sul traguardo di Grenoble, secondo di tappa ed il classifica generale alla Route du Sud staccato di soli 22 secondi dal vincitore Bradley McGee. Al Tour de France è uno dei protagonisti conquistando il secondo posto nella classifica dei giovani alle spalle del russo Vladimir Karpec ed indossando la maglia bianca dalla sesta alla quindicesima frazione e terminando al sedicesimo posto finale. Il francese conquista il successo nella seconda tappa del Tour  du Poitou-Charentes et de la Vienne e nel ciclocorss vince la Tours-Ile Aucard con Boris Chauveau .

Nel 2005 il francese è terzo alla Parigi-Camembert  alle spalle di Laurent Brochard e Brett Lancaster, al Giro d’Italia chiude solamente 81esimo ma conquista la vittoria finale de La Route d’Occitanie della davanti al polacco Przemysław Niemiec mentre al Tour de France chiude al 29esimo posto finale.

Sandy Casar sesto al Giro d’Italia 2006

Alla Parigi-Nizza 2006 coglie un terzo posto di tappa ed è secondo nella classifica a punti alle spalle di Samuel Sánchez. Al via del Giro d’Italia il francese entra nella fuga di giornata nella frazione da Aosta a Domodossola  salendo in 6ª posizione nella generale, a 8’01” da Ivan Basso. A Milano Casar chiude al sesto posto finale  a 23’53” da Basso ed è quarto nella Classifica Gran combinata.

Al Tour del 2008 conquista la vittoria nella diciottesima tappa da Cahors a Angoulême e a Parigi è 71esimo. L’anno seguente Casar è 22esimo all’Amstel Gold Race e chiude al 19esimo posto alla Vuelta a Espana.

Nel 2009 sfiora la vittoria nel prologo del Giro di Svizzera ed è secondo sull’arrivo di Bourg-Saint-Maurice nella sedicesima frazione del Tour de France chiudendo la corsa francese all’undicesimo posto finale.

Nel 2010 Casar è settimo in classifica alla Vuelta al País Vasco ed al Tour de France si aggiudica la nona tappa da Morzine-Avoriaz a Saint-Jean-de-Maurienne. Mentre nel 2011 conquista la vittoria nella Parigi-Camembert davanti a Romain Hardy.

Nel 2012 il francese è quarto in classifica al Tour of Oman e 22esimo al Tour de France. Il 

 

,