Pascal Lino ciclista francese

Pascal Lino

Pascal Lino

Pascal Lino, la sua carriera

Pascal Lino ciclista francese, professionista per 14 anni in grado di vestirre la maglia gialla al Tour de France 1992 per dieci tappe

Pascal Lino nasce il 13 agosto 1966 a  Sartrouville. Si avvicina giovane al ciclismo praticando prevalentemente la pista e conquistando, nel 1987, la medaglia di bronzo alle spalle del russo Marat Ganeev e del tedesco Uwe Messerschmidt nella corsa a punti. Sempre nell’87 il francese conquista la Classifica generale del Tour Nivernais-Morvan

Nel 1988 Pascal conquista il titolo di campione nazionale nella cronometro a squadre assieme a Jacky Durand, Laurent Bezault e Thierry Laurent, convocato per i Giochi olimpici di Seul 1988 nella corsa a punti e nell’inseguimento a squadre su pista.

Lino passa professionista con la RMO di Bernard Vallet nell’88 e l’anno successivo coglie il successo nella seconda tappa del Critérium International da Carpentras a Cavaillon ed ottiene il primo posto nella classifica generale del Tour de la Communauté Européenne davanti a  Laurent Bezault e a Denis Roux. Nel 1990 fa il suo esordio al Tour de France chiudendo al 23esimo posto finale.

Nel ’91 prende parte alla Vuelta chiudendo al 35esimo posto e l’anno seguente conquista la vittoria della Sei Giorni di Bordeaux in coppia con Peter Pieters superando Gilbert Duclos-Lassalle e Jens Veggerby.  Al Tour de France  1992 Pascal Lino conquista la maglia gialla al termine della Pau-Bordeaux difendendola per dieci giorni, sino alla tappa del Sestriere che vede trionfare Claudio Chiappucci con la maglia che passa sulle spalle di Miguel Indurain. Il francese completa la corsa di casa al quinto posto a 14’37” da Indurain.

Complice i buoni risultati del Tour, nel 1993 passa alla Festina lavorando per i capitani e riuscendo a conquistare la vittoria nella 14ª tappa da Montpellier a Perpignan ed il Criterium di Callac. Nel ’94 è undicesimo al Tour de France e l’anno seguente si accasa alla Le Groupement vincendo il criterium di Saint-Chamond.

Nel 1997 passa alla BigMat-Auber 93 e l’anno seguente conquista  la vittoria alla Parigi-Camembert davanti al francese Arnaud Prétot, è secondo al G.P. Cholet-Pays de Loire e la classifica finale della Coppa di Francia

Nel 2000 torna  alla Festina con cui chiude la carriera professionistica nel 2001.