Piero Spinelli ciclista toscano

Pietro Spinelli

Pietro Spinelli

Piero Spinelli, la sua carriera

Piero Spinelli ciclista toscano, ottimo gregario, professionista dal 1971 al 1979 e vincitore della Coppa Sabatini 1976

Piero Spinelli nasce a Carmignano, in provincia di Prato, il 1º aprile 1948 in una famiglia di origini contadine. La bicicletta è “un lusso” per Piero che inizia a praticare il ciclismo quando ha 15 anni nella Soccorso di Prato pedalando su una vecchia Frejus. Spinelli studia alle commerciali, lavora in una bottega di generi alimentari facendo le consegne in sella ad una vecchia Torpado. Mette in luce il suo talento tra i dilettanti, in particolare nel 1969  quando, con la G.S. Piemme Bottegone, vince la Coppa Bologna davanti a  Silvano Ravagli e Gianfranco Tavarelli, la Coppa Ciuffenna e il Trofeo Città di Lucca.

Le sue qualità non passano inosservate e nel 1971 passa professionista, a 23 anni, in quella che è una seconda casa per i ciclisti toscani, la Filotex sotto la guida di Bitossi. Nella prima stagione da pro, è tredicesimo al Giro di Campania e sedicesimo alla Coppa Placci.

L’anno seguente è quattordicesimo alla Coppa Bernocchi e diciannovesimo al Trofeo Laigueglia inoltre fa il suo esordio al Giro d’Italia chiudendo al 69esimo posto. Nel 1973 passa alla Sammontana ed è 22esimo al Giro del Lazio e trentesimo alla Milano-Torino. Al Giro d’Italia supporta il suo capitano Bitossi con cui divide la camera e si ferma ad aspettare quando il “cuore matto” fa le bizze e chiude al 77esimo posto finale, maglia nera (virtuale) della corsa.

 

Nel 1974 Piero Spinelli veste la maglia della Scic ed è 26esimo al Trofeo Laigueglia e lo stesso risultato lo coglie alla Milano-Sanremo vinta da Felice Gimondi. Il toscano prende nuovamente parte al Giro d’Italia completando la corsa rosa al 91esimo posto. L’anno seguente è decimo al Giro del Lazio e undicesimo alla Tre Valli Varesine e al G.P. Montelupo.

Pietro Spinelli vince la Coppa Sabatini 1976

A ventotto anni passa alla Zonca per la stagione 1976  terminando al settantasettesimo posto il Giro d’Italia e conquistando la sua prima ed unica vittoria da professionista. Piero Spinelli conquista la vittoria nella Coppa Sabatini 1976, quel giorno il capitano Bitossi non sta bene e resta indietro. Piero assieme ad altri atleti della Zonca, Enrico Guadrini e Antonio Salutini, è nella testa della corsa. A cinque chilometri dall’arrivo Spinelli prova l’allungo, solo, contro vento. Gli altri uomini di testa si controllano ed il toscano ne approfitta completando la corsa in 5h37, precedendo di 30 secondi Giacinto Santambrogio e Wilmo Francioni.

Nel 1977 è centotreesimo alla Milano-Sanremo e sedicesimo nella Sassari-Cagliari mentre l’anno seguente chiude al 60esimo posto il Giro d’Italia, suo miglior risultato in carriera. Nel ’78 è Spinelli è sedicesimo al Campionato Italiano in linea vinto da Pierino Gavazzi.

Nel ’79 corre la sua ultima stagione tra i professionisti completando al dodicesimo posto la Coppa Sabatini ed al tredicesimo il Giro di Toscana.