Paolo Rosola chi è “cavallo pazzo”

Paolo Rosola

Paolo Rosola

Paolo Rosola forte ciclista precursone della MTB

Paolo Rosola, la storia di “cavallo pazzo” forte velocista passato come precursore al mondo della MTB compagno di Paola Pezzo

Paolo Rosola
Paolo Rosola

Paolo Rosola nasce a Gussago (concittadino di Guido Bontempi e Piergiorgio Angeli)il 5 febbraio 1957 e fin dalle categorie giovanili affianca la ciclismo su strada quello su pista ed il ciclocross. E’ un atleta fautore della “multidisciplinarietà” ante litteram. Unica disciplina non praticata dal giovane Paolo è la mountain bike ma la passione per le ruote grasse scoppia in Europa nella seconda metà degli anni novanta, in Italia grazie alle performance di Paola Pezzo (di cui è stato allenatore e manager) ad Atlanta ’96 ma Rosola sarà un precursore di questa disciplina prendendo parte ai campionati del mondo 1991 di downhill.

Dopo una discreta trafila tra le categorie giovanili vive assieme a Guido Bontempi il passaggio nei dilettanti vestendo la maglia della Passerini Gomme del patron Carletto per poi approdare tra “i grandi” nel 1978 nell’Intercontinentale Assicurazioni con il direttore sportivo Franco Cribiori per passare l’anno seguente a difendere i colori della Sapa Assicurazioni.

Nel 1981 sotto le insegne della Magniflex conquista la seconda tappa del Giro d’Italia da Bibione a Ferrara. Nell’82 passa alla mitica Atala dove l’anno seguente conquista tra vittorie di tappa al Giro. Al termine della Comacchio-Fano, terza tappa del Giro 1982 conquista la maglia rosa tenedola per due giorni e cedendola a Silvano Contini.

Per le sue doti di sprinter spregiudicato e per il suo carattere esuberante viene soprannominato “cavallo pazzo” e conquista le simpatie dei tifosi che ne apprezzano le capacità tecniche. Nel 1984 approda alla corte di Giancarlo Ferretti nella Bianchi con cui conquista una vittoria al Giro e la storia Milano-Torino oltre al quarto posto nella Milano-Sanremo vinta da Francesco Moser.

Nel biennio 1985-1986 veste la divisa della Sammontana-Bianchi conquistando due tappe al Giro, una al Giro di Svizzera, una al Giro di Danimarca e una alla Settimana Ciclistica Internazionale. Sempre nel 1986 prende parte ai Campionati del mondo di ciclismo su pista di Colorado Springs chiudendo decimo nel Mezzofondo.

Nel 1987 Paolo Rosola firma con la Gewiss con cui trascorre una stagione super: vince 3 tappe al Giro d’Italia (Roccaraso-San Giorgio del Sannio, Bari-Termoli, Madesimo-Como), una alla Vuelta, una alla Settimana Ciclistica Internazionale e ben 4 alla Coors Classic.

Ancora con i colori della Gewis nel 1988 conquista la decima e la ventesima tappa del Giro e una al Giro di Danimarca.

Nel 1990 concludere la carriera con la Gis Gelati-Benotto con d.s. l’abruzzese Palmiro Masciarelli. Paolo Rosola, amante viscerale del ciclismo, si riconverte in biker nelle discese spericolare del downhil diventando uno degli specialisti delle picchiate e testando materiali in stretto contatto con le aziende.

Dal 1993 entra nello staff tecnico della Mecair e poi in quello della Gewiss di Emanuele Bombini. Nel mondo della MTB inizia la collaborazione con l’icona italica del settore: Paola Pezzo. Tra i due accanto al legame professionale nasce quello personale: nascono Kevin e Patrick.

Nel 2014 torna a collaborare con il mondo del ciclismo su strada lavorando per la Gazprom-RusVelo.