Paolo Cimini ciclista romano anni ’80

Paolo Cimini

Paolo Cimini

Paolo Cimini ciclista romano anni ’80 vincitore di una tappa al Giro d’Italia 1987 del Trofeo Laigueglia 1988 e della Philadelphia International 1990

Paolo Cimini nasce a Roma il 30 marzo 1964. Si avvicina al ciclismo seguendo le orme del padre, appassionato del pedale, a soli nove anni. E’ predisposto al ciclismo e risultati arrivano sin dalle categorie giovanili. Nei giovanissimi conquista i Giochi della Gioventù e  tre campionati regionali.

Paolo si divide tra strada e pista e conquista il campionato provinciale juniores, oltre ad un campionato regionale nell’individuale a punti tra gli allievi.

Passa nei dilettanti vestendo la maglia della EdilCimini, il gruppo sportivo di famiglia, ma Paolo è tutt’altro che un “raccomandato”. Ha talento e si vede, ha buone doti di velocista con sparate notevoli e se ne accorgono anche i professionisti.

Cimini passa tra i pro nel 1986 con la Murella-Fanini ottenendo il quattordicesimo posto al Giro del Lazio ed il 22esimo al Giro del Piemonte.

L’anno seguente passa alla Remac e a marzo è al via della Tirreno-Adriatico sfiorando la vittoria nella terza tappa, da Pineto a Porto Recanati, quando è secondo alle spalle di Beppe Saronni.

Paolo Cimini vince una tappa al Giro d’Italia 1987

Paolo viene schierato al via del Giro d’Italia e, nella quattordicesima tappa da San Marino a Lido di Jesolo, è primo davanti a Paolo Rosola e Paul Popp. Cimini entra nella top10 della ventesima tappa con arrivo a Como completando la corsa all’88esimo posto finale. A settembre è 16esimo al Giro del Lazio e 23esimo al Giro di Romagna.

Paolo Cimini vince il Trofeo Laigueglia 1988

Nel 1988 veste i colori della Fanini e a marzo coglie un terzo posto di tappa alla Tirreno-Adriatico sul traguardo di Appignano dietro a  Eric Vanderaerden e ad Adriano Baffi. Il 26 marzo conquista la vittoria al Trofeo Laigueglia precedendo in volata Stefano Allocchio e Alessio Di Basco.  Cimini vince anche il Giro dell’Etna davanti a Giuseppe Calcaterra e Baffi.

Al Giro d’Italia non brilla ed è costretto al ritiro mentre a settembre è quinto al Giro di Romagna e ad ottobre è nono al Giro dell’Emilia.

Nel 1989 corre per la Jolly Componibili ottiene il terzo posto al Giro della Provincia di Reggio Calabria ed un quarto posto di tappa alla Tirreno-Adriatico.

Paolo Cimini vince il Philadelphia International 1990

Nel 1990 passa alla Gis Gelati con cui conquista il successo alla Philadelphia International Championship superando il francese Laurent Jalabert e l’americano Kurt Stockton.

Paolo Cimini abbandona l’attività agonistica a soli 26 anni, un po’ nauseato dal mondo del ciclismo in cui si riconosce poco, diventando imprenditore nell’azienda di materiali edili. di famiglia.