Renato Piccolo ciclista veneto anni ’80

Renato Piccolo

Renato Piccolo

Renato Piccolo: la sua carriera

Renato Piccolo ciclista veneto, professionista per quattro anni in grado di vincere il Giro di Toscana ed Olimpico a Los Angeles 1984

Renato Piccolo nasce il 31 dicembre 1962 a Portogruaro in provincia di Venezia. Si avvicina al ciclismo mettendo subito il luce per le sue doti di ottimo passista.  Renato eccelle anche in pista, in particolare nell’inseguimento individuale in cui, nel 1978, conquista il titolo di campione italiano nella categoria Allievi. L’anno seguente, sempre nell’inseguimento, conquista la maglia tricolore tra gli Juniores e, nel 1979, arriva sempre il titolo italiano ma, questa volta, in quello a squadre. Nel 1980, da Juniores, ottiene il titolo italiano anche nella corsa a punti.

Passato dilettanti, Renato Piccolo ottiene la vittoria del  Giro del Belvedere 1984 davanti a Manrico Ronchiato e Federico Ghiotto e la Astico-Brenta nello stesso anno. Le sue buone prestazioni gli valgono la convocazione in azzurro per le Olimpiadi di Los Angeles 1984 prendendo parte alla prova in linea concludendo al 41esimo posto.

Piccolo passa professionista nel 1985 con i colori della Malvor e al secondo anno tra “i grandi” prende parte a Giro e Tour completando, però, solamente la corsa rosa al 40esimo posto. Nel 1987 Renato passa alla Gewis e conquista la sua unica vittoria in carriera da professionista conquistando il Giro di Toscana davanti a Claudio Chiappucci e Roberto Pagnin. E’ la migliore stagione per Piccolo che chiude anche terzo al Giro dell’Umbria alle spalle di Silvano Contini e Francesco Cesarini, prende parte alla Vuelta ed al Giro e viene convocato in nazionale per i Mondiali di Villach  senza però concludere la prova.

Nel 1988 viene nuovamente schierato al Giro d’Italia in cui conclude al 63esimo posto ma si mette in luce ottenendo un buon terzo posto nella classifica riservata agli scalatori alle spalle di Hampsten e di Giuliano. Renato Piccolo si ritira del ciclismo professionistico al termine dell’annata 1988.