Marcello Siboni ciclista e amico di Pantani

Marcello Siboni

Marcello Siboni

Marcello Siboni, la sua carriera

Marcello Siboni ciclista di Cesena, ottimo gregario al fianco di Claudio Chiappucci e di Marco Pantani con cui corre il Giro ’98

Marcello Siboni nasce a Cesena il 6 gennaio 1965. Dopo le categorie giovanili si mette in luce con i colori del GS Maglificio Alexander-Gobbi Frutta conquistando l’importante GP Capodarco 1986. Nello stesso anno viene chiamato in maglia azzurra per il Tour de l’Avenir ma, all’ultimo momento, viene spostato come riserve nonostante le buone prove messe in mostra in stagione.

Siboni viene chiamato da Giancarlo Ferretti all’Ariostea con cui passa professionista nel 1987. Persona sincera e umile, “Sibo” si mette al servizio dei capitani ed al Campionato Italiano vinto da Bruno Leali ottiene un buon sesto posto e completa il Giro d’Italia al 39esimo posto finale.

L’anno seguente il ciclista di Cesena ottiene il terzo posto nella tappa di Leukerbad al Tour de Suisse ed è sesto alla Coppa Agostoni vinta da Gianni Bugno mentre nell’89 porta a casa un buon settimo posto finale al Giro di Lombardia.

Il 1990 vede Siboni fare il suo esordio al Tour de France portando a termine la corsa e al Campionato Italiano che si svolge in abbinamento al GP di Camaiore chiude quarto. Nel 1991 Marcello passa alla Jolly Componibili ma la sua avventura non è delle più fortunate: è vittima di un incidente che gli provoca dolori alla schiena costanti che ne limitano i risultati.

La carriera di Marcello Siboni ha una svolta quando, nel 1995, approda alla Carrera del fenomenale duo Chiappucci-Pantani. Proprio con il pirata il rapporto è speciale. Marcello è di Cesena e Marco di Cesenatico, i due si allenano assieme e sono amici.

Marcello lavora per i capitani e, quando la Carrera si divide, segue Marco Pantani alla Mercatone Uno contribuendo alla conquista della vittoria del Giro d’Italia 1998 da parte del Pirata mentre è assente al Tour de France per via di una caduta al campionato italiano.

Nel 1999 Marcello sfiora la vittoria al Giro dell’Emilia chiudendo terzo alle spalle del forte olandese Michael Boogerd e di Massimo Donati mentre al Lombardia è 21esimo.

Siboni chiude la sua carriera nel 2002 senza aver colto un successo personale tra i professionisti ma lasciando nella mente di tutti il ricordo di una persona, a volte silenziosa, ma assolutamente fedele, genuina e intelligente.