Roberto Giucolsi ciclista varesino anni ’90

Roberto Giucolsi

Roberto Giucolsi

Roberto Giucolsi: la sua carriera

Roberto Giucolsi ciclista varesino, ottimo atleta tra i dilettanti che da professionista ha vinto il Giro di Romagna 1992

Roberto Giucolsi nasce il  il 28 dicembre 1968 ad Angera in provincia Varese. Robrto inizia a pedalare a quattordici anni vestendo i colori della  Sestese di Sesto Calende per poi passare al GS Avis di Arona tra gli Juniores per poi approdare alla mitica Pedale Sommese, una delle realtà di spicco della provincia di Varese.

Roberto Giucolsi passa alla Fiat Agri quando ha vent’anni e nel 1989 approda alla Polisportiva Corsico S.Siro ottenendo i maggiori successi come dilettante. Roberto si impone nella Bologna-Raticosa 1990 e, nello stesso anno, vince la prima frazione del Tour de Bretagne.

Nel 1991 Roberto conquista  la Torino-Biella e arriva secondo ai Campionati Italiani dilettanti , vince   il Gran Premio di Gaggiano e conquista la vittoria nella terza tappa del Giro d’Italia riservato ai dilettanti.

Nel 1992 vince la seconda tappa Giro della Valsesia e a luglio passa professionista con la Titanbonifica ottenendo un buon piazzamento nel Giro di Romagna in cui chiude settimo nella volata finale  vinto dallo svizzero Beat Zberg.

Nel 1993 passa alla Navigare con cui conquista una tappa e la classifica finale del Giro della Bassa Austria Open e sfiora la vittoria nella quarta frazione del Tour de Pologne. Nel 1994 conquista la vittoria nella Sierre-Loye, una cronoscalata che si corre in Svizzera e prende parte alla Vuelta senza ottenere risultati di rilievo ed al termine della stagione decide di chiudere con il professionismo.

Roberto Giucolsi è lo zio del ciclista Alessandro Covi.