Marta Tagliaferro ciclista vicentina

Marta Tagliaferro (fonte wikipedia)

Marta Tagliaferro (fonte wikipedia)

Marta Tagliaferro, la sua carriera

Marta Tagliaferro ciclista vicentina valida atleta sia nelle gare in pista che in quelle in linea, oro ai Mondiali di Minsk 2009 nella corsa a punti under23

Marta Tagliaferro nasce il 4 novembre 1989 a  Noventa Vicentina avvicinandosi al ciclismo a soli otto anni praticando la pista ed il ciclismo su strada. Nel 2007, a dimostrazione della sua poliedricità, ottiene in titolo di campionessa italiana juniores su strada e quello nello scratch e nella corsa a punti. Ai Campionati del Mondo di Aguascalientes è 29esima nella prova in linea riservata agli Juniores. Sempre in quell’anno è medaglia di bronzo nella corsa a punti ai Campionati Europei Juniores di Cottbus.

Nel 2008 la vicentina passa tra le Elite con i colori della Titanedi-Frezza prendendo parte al Giro d’Italia donne chiudendo al 94esimo posto mentre per la pista difende i colori delle Fiamme Azzurre conquistando il titolo tricolore nell’inseguimento a squadre con Monia Baccaille e Laura Doria.

L’anno successivo corre per la Gauss prendendo parte nuovamente al Giro mentre ai Campionati del Mondo di Pruszków 2009 è quattordicesima nell’inseguimento a squadre mentre conquista il titolo italiano nella medesima disciplina con Monia Baccaille e Tatiana Guderzo.

Nel 2010 Marta Tagliaferro si trasferisce alla Top Girls Fassa Bortolo conquistando qualche buon piazzamento di al Tour of Chongming Island competizione chiusa al quinto posto della classifica finale. Ai Campionati italiani conquista la vittoria nella Velocità a squadre con Elisa Frisoni, ai Campionati Europei di Ankara è 50esima nella prova in linea mentre agli Europei su pista di San Pietroburgo vince  l’argento nella corsa a punti Under-23.

Marta Tagliaferro  passa alla MCipollini per la stagione 2011 e ai Campionati Europei di Apeldoorn 2011 è quattordicesima nell’Omnium mentre l’anno seguente coglie un secondo posto di tappa al Giro della Toscana – Memorial Michela Fanini e al Trophée d’Or Féminin corsa in cui ottiene il terzo posto finale dietro a Elena Cecchini e Anna van der Breggen. Marta prende parte alle  classiche primaverili di Coppa del mondo Ronde van Drenthe, Trofeo Alfredo Binda e Giro delle Fiandre completando tutte e viene schierata per i Mondiali su strada nel Limburgo dove nella prova in linea chiude al 73esimo posto.
Nel 2013 è al via del Giro d’Italia dove coglie il terzo posto nella tappa inaugurale alle spalle di Kirsten Wild e Marianne Vos mentre alla Classica Città di Padova la vicentina è terza alle spalle di Giorgia Bronzini e Trixi Worrack. La Tagliaferro conquista la vittoria al G.P. Hotel Fiera Bolzano ed ai Mondiali di Toscana 2013 chiude al quinto posto nella cronometro a squadre. Assieme a Cecchini, Guderzo e Bartelloni ottiene il titolo italiano nell’inseguimento a squadre e vince il titolo dell’omnium davanti a Annalisa Cucinotta.
Ai mondiali di Cali 2014 è undicesima nell’inseguimento a squadre mentre riconquista il titolo italiano nell’Inseguimento a squadre completando, nel 2015, un importante tris. Nel 2016 arriva una bella affermazione al Tour Femenino de San Luis in Argentina nella seconda frazione con arrivo a Villa Mercedes davanti all’ucraina Valeriya Kononenko indossando per un giorno la maglia di leader della corsa e la vittoria nella quinta ed ultima tappa della breve corsa a tappe Gracia Orlova, in Repubblica Ceca davanti a  Jarmila Machacova e  Katia Ragusa.
Nel 2017 Marta Tagliaferro si accasa alla formazione statunitense Cylance, prendendo parte alle classiche primaverili del calendario Woman World Tour ma senza riuscire a conquistare piazzamenti di rilievo. Nel 2019 si trasferisce all’Hitec Products conquistando la vittoria all’Omloop van de IJsseldelta in Olanda ed in una tappa del al Tour de Feminin-O cenu Českého Švýcarska in Repubblica Ceca. Nel febbraio del 2020 annuncia il suo ritiro dal ciclismo.