Devis Miorin ciclista friulano

Devis Miorin

Devis Miorin

Devis Miorin, la sua carriera

Devis Miorin ciclista di San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone, professionista dal 2000 al 2008 

Devis Miorin nasce a San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone, il 24 marzo 1976. Inizia a correre con la SC Portogruaro per poi passare, nel 1993 alla Geofin ed alla Parolin nel ’95. Proprio con quest’ultima formazione balza all’onore delle cronache per la conquista della classifica finale del Giro della Valle d’Aosta 1997 davanti a Stefano Panetta e Angelo Lapoboselli. L’anno seguente Miorin coglie un terzo posto di tappa al Giro Baby e vince il Trofeo Alcide De Gasperi. Nel 1999 l’atleta di San Vito al Tagliamento ottiene tre splendidi successi: è primo al Giro del Medio Brenta davanti a Fabio Malberti e Fausto Dotti, conquista il Giro del Piave e si laurea campione italiano nella prova in linea riservata agli atleti senza contratto davanti a Raffaele Luongo e Massimo Cigana.

Nel 2000 Devis passa professionista con la Mobilvetta Design e l’anno seguente prende parte per la prima volta al Giro d’Italia chiudendo la corsa rosa al 123º posto finale. Nel 2002 corre per la De Nardi-Pasta Montegrappa riuscendo a conquistare la prima vittoria tra i professionisti nella prima tappa dell’International UNIQA Classic chiudendo al terzo posto nella classifica finale alle spalle del ceco Adam Homolka e del tedesco Christian Wegmann.

Devis Miorin nel 2004, con i colori della De Nardi, è secondo alle spalle di  Sean Sullivan nella quarta frazione del Tour de Langkawi sul traguardo di Tampin e secondo nella quinta frazione del Tour of Qinghai Lake e settimo nella generale finale. Passato alla Liquigas nel 2005, Miorin prende parte alla Vuelta completando la corsa spagnola al  109° posto e l’anno successivo, accasatosi al Team Endeka prende parte ad alcune corse minori tra Croazia, Serbia e Montenegro ottenendo qualche buon piazzamento.

Nel 2007 corre per la Kio Ene e nel 2008 passa alla Nippo ottenendo un terzo posto di tappa al Tour de Hokkaido competizione vinta dal nipponico Takashi Miyazawa in cui il Friulano ottiene  il quinto posto in classifica generale. A fine stagione abbandona il ciclismo professionistico.