Aitor Osa Eizaguirre ciclista basco

Aitor Osa Eizaguirre

Aitor Osa Eizaguirre

Aitor Osa Eizaguirre, la sua carriera

Aitor Osa Eizaguirre ciclista basco dalle ottime doti di scalatore tanto da conquistare la maglia della montagna alla Vuelta a España 2002

Aitor Osa Eizaguirre nasce a Zestoa, nei Paesi Baschi, il  9 settembre del 1973. Fratello maggiore di Unai, anche lui professionista del ciclismo, mette in luce sin da giovane particolare talento e nel 1994 viene chiamato come stagista alla Euskadi con cui fa il debutto professionistico l’anno seguente.

Nel 1996 conquista la prima tappa della Vuelta Ciclista a la Rioja, una cronometro a squadre e riesce a concludere la sesto posto della classifica generale. L’anno successivo si accasa alla Banesto di Eusebio Unzué con cui ottiene il sesto posto alla Subida al Naranco ed il quarto in generale alla Vuelta a los Valles Mineros. Nei due anni successivi Aitor Osa lavora a supporto dei capitani ottenendo solamente qualche piazzamento facendo il suo esordio al Giro d’Italia 1999.

Nel 2000, Osa conquista la vittoria nella terza frazione della Volta ao Distrito de Santarém in Portogallo chiudendo anche al terzo posto in classifica alle spalle di José Azevedo e di José Alberto Martínez. Nello stesso anno è sesto alla Klasika Primavera e secondo in classifica generale alla Vuelta Castilla y Leon alle spalle di Francisco Mancebo.

Nel 2001 Aitor Osa continua nel suo ruolo di gregario fidato ed alla Vuelta a España, pur lavorando a supporto di Juan Miguel Mercado, coglie un ottimo nono posto a 8’32” da Angel Casero.

Il 2002 è probabilmente la miglior stagione dello spagnolo che, dopo aver colto un terzo posto di tappa alla Parigi-Nizza, conquista la terza tappa e la classifica generale alla Vuelta al País Vasco davanti a David Etxebarria e Gonzalo Bayarri; alla Vuelta a Aragón è terzo alle spalle di Piepoli e Aleksandr Šefer mentre alla Subida al Naranco è secondo per soli tre secondi dietro a Bayarri. Al Giro del Portogallo conquista la quarta frazione e alla Vuelta a La Rioja fa sua la seconda tappa.

Schierato al via della Vuelta a España 2002 non riesce a fare classifica ma conquista la prestigiosa maglia della montagna davanti a un fenomeno delle salite come Roberto Heras.

Il 2003 vede Osa cogliere solamente piazzamenti: è quarto alla Klasika Primavesa, diciasettesimo alla Liegi-Bastogne-Liegi e, soprattutto, sfiora la vittoria alla Freccia Vallone chiude al secondo posto staccato di 16″ da Igor Astarloa che quell’anno conquisterà il titolo di Campione del Mondo.

Nel 2005 Aitor Osa coglie un buon quarto posto alla Vuelta al País Vasco alle spalle di Di Luca, Rebellin e Contador ed è terzo alla Klasika Primavera dietro a David Etxebarria e Damiano Cunego. L’anno seguente Aitor si sposta alla Liberty Seguros-Würth di Manolo Saiz venendo coinvolto nell’Operacion Puerto accadimento che, di fatto, pone fine alla sua carriera.