Silvio Boni ciclista piemontese

Silvio Boni

Silvio Boni

Silvio Boni, la sua carriera

Silvio Boni ciclista piemontese dalle ottime doti di scalatore passato professionista al termine del 1963 prima con i colori della Legnano e poi con quelli della Bianchi

Silvio Boni nasce a Spineto di Castellamonte, il 16 luglio del 1942. Si avvicina al ciclismo nelgi anni sessanta correndo per il Trione, ha talento Silvio che, nelle categorie giovanili, supera Felice Gimondi nella Monza-Ghisallo a dimostrazione delle sue indubbie qualità di scalatore.

Nel 1962 Boni si impone nella Castellamonte-Cogne mentre l’anno seguente coglie diversi risultati di prestigio: è primo nella Torino-Biella, nella Gran Coppa Vallestrona davanti a Amedeo Angiulli e nel Trofeo Papà Bertolino. Silvio, uomo di montagna, da spettacolo al Giro della Valle d’Aosta 1962 conquistando la prima frazione sul traguardo di Champorcher e la quinta con arrivo a Cogne chiudendo la corsa al quinto posto in generale.

Le sue buone prestazioni attirano gli occhi dei professionisti e Boni passa tra “i grandi” nel settembre del ’63 con  la Legnano; il piemontese coglie un buon quinto posto alla Coppa Bernocchi, un quarto al Gran Premio Industria e commercio e al Giro d’Italia completa la corsa al 62esimo posto finale.

Nel 1965 Silvio Boni  è quinto al Giro di Toscana e nono al Giro del Piemonte mentre l’anno seguente alla Bianchi con cui completa la sua carriera professionistica.

Silvio Boni, si è spento il 13 marzo 2014, all’età di 71 anni, nella sua casa di Castellamonte a causa di un male incurabile.