Francesco Rossignoli ciclista veronese

Francesco Rossignoli

Francesco Rossignoli

Francesco Rossignoli: la sua carriera

Francesco Rossignoli ciclista veronese serio e preparato che passato professionista si dedica al lavoro di gregario senza cogliere successi personali

Francesco Rossignoli nasce il 3 febbraio del 1964 ad Isola della Scala in provincia di Verona. Vi avvicina al ciclismo da piccolo completando la trafila delle categorie giovanili per approdare tra i dilettanti.

Nel 1983 Francesco conquista la vittoria del Trofeo Mauro Pizzoli mentre l’anno seguente è primo nella Coppa della Pace a Sant’Ermete. Non è un fenomeno Rossignoli ma è un ciclista solido e preparato e, nel 1985 entra nel professionismo con i colori della Carrera-Inoxpram con cui prende parte al Tour de Suisse contribuendo alla vittoria della cronosquadre di  Appenzell e al quinto posto finale di Beat Breu.

Nell’86 Francesco Rossignoli ottiene il sesto posto al Giro dell’Etna vinto da Moser e fa il suo esordio al Tour de France riuscendo ad arrivare sino a Parigi. L’anno seguente vede Rossignoli mettersi in luce nella quinta tappa della Tirreno-Adriatico quando chiude in quarta posizione ed alla Cronostaffetta a Cepagatti con un discreto secondo posto finale.

Nel 1989 ad aprile passa alla formazione francese Fagor e l’anno seguente veste i colori del Jolly-Club 88-Fir dove corre la sua ultima stagione da professionista. Nel 1990 coglie il secondo posto ai campionati italiani su pista nell’inseguimento, alle spalle di Adler Capelli. Al termine della stagione ’90 Francesco Rossignoli abbandona il ciclismo professionistico.