Alfonso Flórez Ortiz ciclista colombiano

Alfonso Flórez Ortiz

Alfonso Flórez Ortiz

Alfonso Flórez Ortiz ciclista colombiano vincitore del Tour de l’Avenir 1980 e assassinato nel 1992

Alfonso Flórez Ortiz , nasce il 5 novembre 1952a Bucaramanga nel dipartimento di Santander in Colombia. Alfonso fa il suo debutto alla Vuelta a Colobia 1974 conquistando due successi di tappa e chiudendo al primo posto della classifica dei giovani.

Nel ’75 viene selezionato dalla nazionale colombiana per i Giochi Panamericani con il ruolo di gregario di Álvaro Pachón e Jaime Galeano ma grazie alla sua tenacia riesce a conquistare la medaglia d’argento alle spalle del cubano Aldo Arencibia .

Nel ’77 è terzo alla Vuelta a Colombia alle spalle dei quotati Rafael Antonio Niño e José Patrocinio Jiménez.

Alfonso Flórez Ortiz al Mondiale di San Cristobal

Quell’anno Florez prende parte ai Campionati del Mondo dilettanti a San Cristobal dove a farla da padrone sono gli atleti europei, Alfonso riesce a chiudere nel gruppo di testa completando la corsa come primo colombiano al dodicesimo posto.

Nel 1978 Alfonso è secondo alla Vuelta a Colombia alle spalle di Rafael Antonio Niño

Alfonso Flórez Ortiz vince la Vuelta a Colombia 1979

Nella frazione di apertura della corsa il favorito della vittoria finale,
Antonio Niño è vittima di una caduta che lo taglia fuori dai giochi. Nella cronoscalata di Cali Florez vince la prova risalendo posizioni nella generale. Nella tredicesima tappa da El Espinal a Bogotá pur senza vincere la frazione prende la maglia di leader della corsa. Non senza alcune polemiche con il
Gonzalo Marín conquista la vittoria finale della corsa.

Alfonso Flórez Ortiz vince il Tour de l’Avenir 1980

Nel 1980 è al via del Tour de l’Avenir e nella quarta frazione va in fuga riuscendo a scavare un margine di 5 minuti sul favorito della vigilia
Sergei Sukhoruchenkov. Flores resiste agli attacchi del russo diventando il primo atleta non europeo a vincere la corsa davanti a Soukhoroutchenkov e aYouri Kachirine.

Alfonso Flórez Ortiz vince la
Vuelta a Colombia 1983

Dopo essere incappato in un controllo antidoping al Giro di Colombia 1981, nell’83 va i fuga nella prima tappa della Vuelta a Colombia guadagnando tempo su tutti i favoriti della corsa. Nella quarta frazione con arrivo a
Bucaramanga, sua città natale, conquista la maglia di leader della corsa. Ortiz deve guardarsi le spalle da un agguerrito Lucho Herrera ma alla fine riesce a trionfare grazie anche ad un incidente meccanico che perdere a Lucho diversi minuti. Alfonso Flórez Ortiz è quindi primo con 1’25” su Herrera.

Nello stesso anno prende parte al Tour de France come capitano della
Colombia-batterie Varta dovendosi ritirare durante la decima frazione.
L’anno seguente prende nuovamente parte alla corsa francese chiudendo al 18esimo posto finale.


Alfonso Flórez Ortiz fa parte della prima formazione colombiana a a prendere parte alla Vuelta a Espana 1985 senza completare la corsa e l’anno seguente ottiene il 27esimo posto al Tour.


Il colombiano conclude la sua carriera ciclistica nel 1987 e cinque anni dopo, mentre gestiva un magazzino nel centro di Medellín, il 29 aprile 1992, mentre guida la sua Mazda bianca ai lati dell’Atanasio Girardot, viene freddato con quattro colpi di pistola alla testa. Caduto nella guerra dei narcotrafficanti che impazza in Colombia.