Luis Pedro Santamarina ciclista spagnolo, la storia

Luis Pedro Santamarina

Luis Pedro Santamarina

Luis Pedro Santamarina ciclista spagnolo, campione nazionale nel 1967 e vincitore di tappe al Giro d’Italia ed alla Vuelta a España

Luis Pedro Santamarina Antoñana nasce a Gallarta, nella comunità autonoma dei Paesi Baschi in Spagno, 25 giugno 1942. Dopo le categorie dilettantistiche, passa professionista con la Olsa nel 1965 mettendosi subito in mostra alla Volta a Portugal dove completa la corsa al quinto posto finale a 4’51” da Peixoto Alves.

Nel 1966 si accasa alla Fagor con cui a febbraio vince la frazione di Cordoba alla Vuelta a Andalucia completando la breve corsa a tappe al nono posto finale. Santamarina prende parte alla Vuelta come spalla di Luis Otaño ed al Tour accanto a Domingo Perurena.

Luis Pedro Santamarina campione spagnolo 1967

L’anno successivo il ciclista iberico a maggio è quindicesimo al Giro di Romandia ed è poi al via del Tour de France arrivando sino a Parigi. Luis Pedro il 30 luglio conquista il titolo di campione nazionale spagnolo su strada davanti a Carlos Echeverría.

Nel ’68 a marzo è protagonista alla Setmana-Catalana dove non solo ottiene diversi piazzamenti di tappa ma, soprattutto, riesce a completare la corsa al secondo posto della generale alle spalle del compagni di squadra Mariano Díaz.

Santamarina vince una tappa alla Vuelta a España 1968

Al via della Vuelta a España, Santamarina è primo nella sedicesima frazione da Pamplona a San Sebastián andando in fuga solitaria e tagliando l’arrivo con 56″ di margine sul tedesco Wilfried Peffgen completando la corsa al 28esimo posto della generale dopo aver lavorato per Eusebio Velez e José Maria Errandonea.

Santamarina vince una tappa al Giro d’Italia 1968

Poche settimane più tardi, Luis è alla Corsa Rosa dove coglie il sesto posto nella frazione con arrivo a Abbadia San Salvatore e soprattutto chiude al primo posto la tappa di Rocca di Cambio davanti a Franco Bitossi. Santamarina chiude il Giro d’Italia in sedicesima posizione ad oltre 54 minuti dal Cannibale Eddy Merckx.

A febbraio del ’69 l’iberico è quinto al Gran Premio de Valencia e maggio prende parte alla Vuelta a España supportando Luis Ocaña nella conquista del secondo posto. Dopo aver corso senza completarlo il Tour de France, Luis Pedro Santamarina chiude al decimo posto alla Volta Ciclista a Catalunya ed al nono la Vuelta Ciclista a La Rioja.

Santamarina nono alla Vuelta a España 1970

Nel 1970 passa alla Werner ed a maggio conquista il successo finale alla Vuelta Ciclista al País Vasco davanti al connazionale Jesús Aranzabal. Al via della Vuelta a España fa sua la quinta tappa da  Lorca a Calpe ed è ottavo nella cronometro di Bilbao completando la corsa al nono posto della classifica generale a 3’50” dal suo ex capitano Ocaña. Poche settimane dopo riesce a conquistare la vittoria alla Vuelta a Aragon davanti a Jesús Manzaneque

Nel 1971 il nativo di Gallarta coglie il nono posto alla Vuelta Ciclista al País Vasco ed è secondo nella generale della Vuelta Asturias alle spalle di Eduardo Castello. L’anno seguente è quarto al GP Navarra e conquista la vittoria nella tappa di Cueña Les Cabres alla Vuelta a los Valles Mineros conquistando il successo finale.
A giugno Luis Pedro Santamarina è secondo alla Vuelta Asturias dietro ad Agustín Tamames e a settembre chiude ottavo alla Volta Ciclista a Catalunya. A fine stagione abbandona il ciclismo.

Santamarina muore a Portugalete il 6 febbraio 2017.