Scarpe Surge Pro: integrazione totale

Scarpe Surge Pro: per un’integrazione totale con la bici

Scarpe Surge Pro La nuova scarpa ad alte performance pronto-gara utilizzata dai professionisti

Dal tallone ai piedi, ogni centimetro delle Scarpe Surge Pro è stato progettato per ottenere il massimo in gara e in allenamento. Seguendo i principi della filosofia progettuale Dynamic Cycling Fit (DCF) e del sistema Motion Efficiency, la Surge Pro è rigida ed efficiente, ma al contempo dotata di una flessibilità torsionale sufficiente a ridurre la tensione nella parte inferiore della gamba, favorendo un movimento più naturale.

Un bilanciamento perfetto, tra comfort di calzata, trasferimento di potenza e efficienza.

La tomaia in non-tessuto PU ad alta densità rinforzata con cuciture saldate ad alta frequenza offre un supporto ottimale, oltre a contribuire al peso in maniera irrisoria. L’esclusiva costruzione Slip-Last consente l’irrigidimento dell’avampiede, ma al contempo la sua rotazione torsionale, compresa quella del tallone.
Il plantare ExoBeam 100% in carbonio, leggero e rigido, permette al piede e al tallone di muoversi indipendentemente dall’avampiede e dal pedale, favorendo una pedalata efficiente, riducendo l’affaticamento del ginocchio e delle articolazioni della caviglia.
A tenere incollato il piede al pedale ci pensa il sistema di chiusura BOA Powerzone integrato con ExoWrap™, estremamente efficace e confortevole grazie alle micro-regolazioni di cui è capace, offrendo una vestibilità e un fit insuperabili. La tomaia è di altissima qualità e offre supporto, comfort e ventilazione eccellenti.
Il tallone in TPU (stampato a iniezione) e il materiale strutturato in Sharkskin garantiscono una vestibilità aderente, eliminando così lo scivolamento. Infine, a mantenere i piedi freschi nei mesi più caldi ci pensa la soletta traspirante TransTexturaPlus™ con il plantare regolabile e la fodera in microfibra sul collo del piede.

Specifiche
• Taglie – EU 39 – 48
• Peso: 240g (taglia EU 43)

Prezzo consigliato al pubblico: € 349,99

FONTE COMUNICATO STAMPA

Giant Propel Advanced Pro 0: efficienza aerodinamica

Giant Propel Advanced Pro 0: aerodinamica e velocità

Giant Propel Advanced Pro 0 riduce al minimo la resistenza all’aria e consente di risparmiare energie preziose per dedicarle a scatti e  fughe

Giant Propel Advanced Pro 0 combina prestazioni aerodinamiche superiori con caratteristiche da prima della classe. Non è un caso che il nome Propel, che significa “propellente”, rispecchi l’esatta sensazione che si percepisce mettendola alla prova, potendo contare su una velocità elevata con un minore sforzo. A tal fine il telaio, realizzato utilizzando materiale composito di qualità superiore, è il risultato di un’approfondita analisi fluidodinamica supportata da test in galleria del vento in un processo chiamato AeroSystem Shaping. L’esito è tutto fuorché scontato: una bici leggera e rigida, precisa e reattiva, sviluppata per i velocisti e testata durante le corse.

Caratteristiche tecniche
Giant, utilizzando la tecnologia “AeroSystem Shaping”, ha analizzato innumerevoli combinazioni di design di telai tramite CFD e analisi della galleria del vento. Il risultato ottenuto è la forma a tronco con ellisse alare che offre le migliori prestazioni aerodinamiche complessive. Progettato con la tecnologia costruttiva “Advanced Composite”, attraverso un processo artigianale in grado di dar vita ad un telaio leggero ma estremamente rigido, amplifica le performance anche dei ciclisti più veloci.

Realizzata in carbonio ad alto modulo, utilizzando i metodi di costruzione più avanzati come la “Monoscocca integrato”, con il triangolo anteriore assemblato e stampato come un unico pezzo continuo e l’utilizzo della “Carbon Nano Technology”, si minimizzano i vuoti pur mantenendo caratteristiche di resistenza eccezionali. Su questo telaio dal design avanzatissimo, disponibile in 4 taglie (dalla S alla L), si innesta il nuovo tubo sterzo e il reggisella Vector Advanced regolabile in altezza, entrambi altamente aerodinamici, leggeri e con un giusto rapporto di rigidita’ e elasticita’.

Nel dettaglio, la Propel Advanced Pro 0 promette una stabilità superlativa, in particolare su tutto il comparto anteriore, grazie alla forcella interamente in composito “Giant Advanced” e la serie sterzo “OverDrive 2” con cuscinetti dell’headset oversize (1 1/2 inferiore e 1 1/4 superiore), che uniti al tubo sterzo conico sono capaci di lavorare in armonia per garantire una precisione di guida senza paragoni.

Sul fronte sicurezza opera il nuovo sistema frenante integrato Giant e i cerchi tubless ready “Aero WheelSystem” (con profilo da 65mm posteriore e 42mm anteriore) che garantiscono una frenata eccezionale in tutte le condizioni, un controllo perfetto e un altissimo rapporto tra rigidità e peso laterale, anche con venti trasversali.
Il gruppo Shimano Ultegra Di2, garanzia di qualità, e il “Giant RideSense”, dispositivo di dati wireless integrato nel fodero, determinano un livello di performance fuori dagli schemi per ciclisti esperti.

Prezzo consigliato al pubblico: € 4.999

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

 

Bianchi bike sponsor della GF Kask Soave

Bianchi bike partner della GF Kask Soave

Bianchi bike sponsor della GF Kask Soave, sabato 25 e domenica 26 maggio si potrà testare la Impulso Allroad, Orso e la  Methanol CV RS

Bianchi Bike

Bianchi Bike

Bianchi Bike è lieta di annunciare un nuovo accordo di partnership con la GF Kask Soave, in qualità di bike sponsor ufficiale.

L’evento, in programma a Soave (Verona) il 25 e 26 maggio, permetterà a Bianchi di avvicinarsi ulteriormente al settore del fuoristrada ed in particolare del gravel, un mondo in grande espansione dove si incontrano perfettamente stile e voglia di avventura. Bianchi sarà presente come Gold Sponsorall’interno dell’area Expo e Test con i nuovi modelli MTB e gravel e con il proprio staff, a disposizione per guidare i visitatori alla scoperta del prodotto ideale per ogni esigenza.

Sarà proprio il gravel ad aprire il weekend Sabato 25 Maggio, con la Ride Experience Gravel Kask non competitiva (partenza ore 8.00) che porterà i partecipanti a scoprire il territorio della provincia veronese sui due tracciati da 55 e 114 km. Occasione ideale per provare i modelli all-road Bianchi Impulso e Orso.

Domenica è in programma invece la GF Soave Kask, gara Granfondo MTB di 50 km con dislivello complessivo di 1.600 metri (partenza ore 7.00).

Nella giornata di sabato, a partire dalle ore 11.00, sarà inoltre possibile testare gratuitamente tutti i modelli gravel Bianchi ed anche la rivoluzionaria MTB Methanol CV RS, progettata con sistema Bianchi CV powered by Countervail e già portata al successo dal Team Bianchi Countervail.

INFO: www.gfkasksoave.com/

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

Orlen Narions Grand Prix 2019: il percorso

Orlen Narions Grand Prix: il percorso e Team al via

Orlen Narions Grand Prix Conferenza stampa: presentata la tappa dell’ UCI NATIONS’CUP in programma in Polonia l’1 e 2 giugno.

Orlen Narions Grand Prix

Orlen Narions Grand Prix

Orlen Narions Grand Prix si alza il sipario sulla tappa polacca della UCI NATIONS’ CUP in programma sabato 1 e domenica 2 giugno a Bukowina Tatrzanska.
Lunedì presso la sede ORLEN di Varsavia, che è l’azienda title sponsor, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’ evento. Per la prima volta nella sua storia la UCI NATIONS’ CUP fa tappa in Polonia.

Durante la conferenza il direttore generale della corsa Czeslaw Lang ha svelato il programma e tutti i dettagli di questo importante evento. Due le giornate di gara alle quali i corridori parteciparanno difendendo i colori delle proprie squadre nazionali. Al via ci saranno alcune delle migliori selezioni europee e non solo.

“Siamo molto contenti che quest’anno la Polonia abbia l’onore di ospitare un altro evento ciclistico internazionale molto importante come l’UCI NATIONS’ CUP la in aggiunta al Tour de Pologne – UCI World Tour che ci sarà poi dal 3 al 9 agosto”dice Czeslaw Lang che con il suo Lang Team si occupa anche dell’organizzazzione dell’ ORLEN NATIONS GRAND PRIX.

Oltre a Czeslaw Lang alla conferenza stampa sono intervenuti il Ministro dello Sport e del Turismo Witold Banka, il presidente del consiglio di ammnistrazione di PKN ORLEN Daniel Obajtek e alcuni corridori in rappresentanza della nazionale polacca.

“Abbiniamo costantemente il nostro brand con la presenza nello sport ad alto livello. I risultati di queste iniziative si possono vedere nelle più importanti arene internazionali, dove atleti e giocatori di pallavolo supportati da ORLEN ottengono risultati di assoluto prestigio. Siamo presenti anche nel mondo della F1. Il ciclismo è un’altra disciplina che gode di grande popolarità a livello globale, con una lunga e importante tradizione. Per questo motivo abbiamo deciso di incrementare il nostro coinvolgimento in questo sport dando il patrocinio all’ ORLEN NATIONS GRAND PRIX. In questo modo possiamo contribuire alla promozione della Polonia e di PKN ORLEN in tutto il mondo”
 dice Daniel Obajtek, presidente del consiglio di amministrazione, CEO di PKN ORLEN.

Cuore della due giorni di gare sarà il BUKOVINA Resort di Bukowina TatrzanskaSabato 1 giugno si svolgerà una cronosquadre di 27 km tutt’altro che piatta con un percorso decisamente impegnativo caratterizzato da salite e discese.

 

 

Domenica 2 giugno invece ci sarà una prova in linea di 113 km anche qui non mancheranno le difficoltà dal punto di vista altimetrico, la tappa infatti si svolge su parte dello stesso percorso che tradizionalmente fa da scenario alla tappa conclusiva del Tour de Pologne, sulle salite dell’area di Bukowina Tatrzanska.

Le squadre nazionali annunciate al via sono, in ordine alfabetico: Austria, Belgio, Bielorussia, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Lituania, Marocco, Olanda, Polonia, Rep.Ceca, Russia, Slovenia, Spagna e Svizzera.

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

Demare primo a Modena, Viviani ancora battuto

Dèmare anticipa Elia Viviani

Demare conquisa la decima tappa del Giro d’Italia davanti ad Elia Viviani, brutta caduta per la maglia ciclamino Pascal Ackermann 

Demare (fonte pagina twitter)

Demare (fonte pagina twitter)

Demare della Groupama–FDJ si impone sul traguardo di Modella della decima tappa del Giro d’Italia 2019 davanti a Elia Viviani della Deceuninck Quick Step che resta ancora a bocca asciutta.

Alla volata finale non ha invece preso parte il tedesco Pascal Ackermann (maglia ciclamino) vittima di una bruttissima caduta nell’ultimo chilometro di corsa. In classifica generale non vi sono variazioni e Valerio Conti (UAE Team Emirates) resta in rosa.

Frazione totalmente pianeggiante con partenza da Ravenna ed arrivo a Modena senza neppure l’ombra di un GPM, frazione inevitabilmente dedicata alla ruote veloci del gruppo che in nessun modo possono farsi sfuggire una simile ghiotta occasione per ottenere un successo prima dell’arrivo delle salite.

Sho Hatsuyama della Nippo–Vini Fantini–Faizané e il nostro Luca Covili della Bardiani–Csf sono encomiabili nel movimentare una tappa con un tentativo che non ha nessuna possibilità di andare in porto e che viene stoppato ai meno 30 km dall’arrivo.

Gli ultimi chilometri che precedono la volato sono inevitabilmente isterici, con Francisco Ventoso (CCC) che prova il colpo di mano ma viene ripreso quando manca meno di un chilometro al linea d’arrivo. Ripreso Ventoso ecco che arriva la brutta caduta che coinvolte la maglia ciclamino Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe) oltre agli altri sprinter tricolori Simone Consonni, Matteo Moschetti e Jakub Mareczko.

Arnaud Démare, lanciato da Jacopo Guarnieri, conquista la vittoria lasciando il piazzamento d’onore ad un Elia Viviani che non riesce a trovare il feeling con il primo posto. Ackermann taglia il traguardo accompagnato dai compagni con la maglietta e i pataloncini strappati che lasciano vedere brutte ferite ed escoriazioni.

 

 

Ordine d’arrivo 10^ tappa:

1 DÉMARE Arnaud Groupama – FDJ 100 80 3:36:07
2 VIVIANI Elia Deceuninck – Quick Step 40 50 ,,
3 SELIG Rüdiger BORA – hansgrohe 20 35 ,,
4 EWAN Caleb Lotto Soudal 12 25 ,,
5 NIZZOLO Giacomo Team Dimension Data 4 18 ,,
6 CIMOLAI Davide Israel Cycling Academy 15 ,,
7 BELLETTI Manuel Androni Giocattoli – Sidermec 12 ,,
8 LONARDI Giovanni Nippo Vini Fantini Faizanè 10 ,,
9 DE BUYST Jasper Lotto Soudal 8 ,,
10 GUARNIERI Jacopo Groupama – FDJ 6 ,,

Classifica generale:

1  CONTI Valerio UAE-Team Emirates 39:44:39
2  ROGLIČ Primož Team Jumbo-Visma 1:50
3  PETERS Nans AG2R La Mondiale 2:21
4  ROJAS José Joaquín Movistar Team 2:33
5  MASNADA Fausto Androni Giocattoli – Sidermec 2:36
6  AMADOR Andrey Movistar Team 2:39
7  ANTUNES Amaro CCC Team 3:05
8  MADOUAS Valentin Groupama – FDJ 3:27
9  CARBONI Giovanni Bardiani – CSF 3:30
10  BILBAO Pello Astana Pro Team 3:32

Jarne Lemmens trovato morto

Jarne Lemmens giovane ciclista morto nel sonno

Jarne Lemmens 15enne della formazione Rudyco Cycling è stato trovato morto, ignote le cause. Ennesima tragedia che colpisce il ciclismo belga

Jarne Lemmens

Jarne Lemmens

Jarne Lemmens 15enne della formazione Rudyco Cycling è deceduto nel sonno, a rendere nota la trista notizia è stata la formazione stessa attraverso la propria pagina Facebook: “Il nostro corridore Under17 Jarne Lemmens è deceduto questa notte nel sonno. Jarne era una ragazzo allegro, positivo e curioso, che ha vissuto il suo sogno sportivo nel nostro club. Era amato e apprezzato da tutti nella squadra, sempre pronto ad aiutare gli altri. La sua perdita è indescrivibile. Jarne ci mancherà molto. Tutti i nostri pensieri vanno alla sua famiglia e ai suoi amici”.

Il corpo di Jarne Lemmens è stato ritrovato senza vita nel suo letto, il giovane atleta belga è morto nel sonno ed al momento non si conoscono le esatte cause  che hanno portato del decesso.

Il ciclismo belga è stato letteralmente funestato negli ultimi anni, lo scorso anno il tragico infarto durante la Parigi-Roubaix è costato la vita a Michael Goolaerts. Il 2016 le tragiche morti di Antoine Demoitié e Daan Myngheer, anche lui colpito da problemi cardiaci. Nel 2011 ricordiamo tutti la tragica morte di Wouter Weylandt, deceduto il 9 maggio per una terribile caduta lungo la discesa del Passo del Bocco (Genova) durante una tappa del Giro d’Italia.

La redazione di ciclonews è vicina a parenti ed amici di Jarne.

Evvai servizio di noleggio E-Bike in Trentino

Evvai E-Bike a noleggio in Trentino

Evvai innovativo servizio di noleggio delle E-bike per le vacanze Trentino, nelle Valli Giudicarie e nella Valle dei Laghi in Trentino

Evvai

Evvai

Evvai è un innovativo servizio che consente di noleggiare eBike (e non solo) nelle Valli Giudicarie (Terme di Comano Dolomiti di Brenta, Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, Tione di Trento e Giudicarie Centrali, Valle del Chiese) e nella Valle dei Laghi in Trentino.

Il noleggio minimo di mezza giornata ed è attivabile presso i RENTAL POINT e FRIEND POINT point distribuiti sul territorio Trentin, oltra a eMTB e biciclette elettriche è possibile noleggiare anche carrellini appendice per trasportare comodamente bimbi.

Per poter completare il noleggio sarà indispensabile presentare un documento di identità in corso si validità (che verrà trattenuto per il periodo del noleggio) e una carta di credito (non sono accettate carte ricaricabili).

Tutti i point dove è possibile attivare Evvai offrono la possibilità di ricevere anche supporto ed assistenza per l’identificazione degli itinerari facilmente percorribili con le eBike.

Il servizio è convenzionato con Trentino Guest Card Comano ValleSalus e Dolomeet Card con tariffe di vantaggio ed è a tariffa agevolata per i residenti nelle Valli Giudicarie.

Come riportato sul sito ufficiale, EVVAI ebike your life ha un unico obiettivo: farti divertire in sella alla bicicletta (a pedalata assistita) senza sbattimenti.

 

Per i dubbiosi è possibile partecipare agli eventi organizzati durante le principali manifestazioni sportive e non della valle per testare gratuitamente il servizio per 30 minuti.

L’obiettivo di “EVVAI eBike your life” è quello di avvicinare le persone al trasporto ecosostenibile e alla mobilità alternativa mediante biciclette a pedalata assistita.

Il servizio è pensato per chi ama la natura e il territorio del trentino e vuole dimenticare l’automobile scoprendo percorsi in scenari incantevoli e alternativi al “solito” giro in automobile.

Il servizio è ideale anche per le famiglie con bambini grazie agli appositi carrellini noleggiabili assieme alle eBike.

Evvai e Nina

Nina è la colonnina ad uso gratuito di ricarica e manutenzione che trovi lungo i percorsi in cui puoi ricaricare la tua eBike oppure effettuare manutenzione ordinaria o gonfiare le gomme della tua bicicletta.

Se la batteria si esaurisce e le colonnine sono distanti o se la stanchezza la fa da padrone è possibile avvalersi del servizio BiciBus Dolomiti – Garda, Valle del Chiese, Trento e Valle dei Laghi attivi

Evvai Tariffe ebike:

La tariffa varia in funzione della durata (mezza giornata o giornata intera) e del possesso di card turistiche o di residenza:

EBIKE FONT:
INTERO 1 GIORNO 30€ – INTERO 1/2 GIORNO 25€
RIDOTTO 1 GIORNO 25€ – RIDOTTO 1/2 GIORNO 20€
RESIDENTE 1 GIORNO 25€ – RESIDENTE 1/2 GIORNO 20€

EBIKE BIAMORTIZZATA:
INTERO 1 GIORNO 35€ – INTERO 1/2 GIORNO 30€
RIDOTTO 1 GIORNO 30€ – RIDOTTO 1/2 GIORNO 25€
RESIDENTE 1 GIORNO 30€ – RESIDENTE 1/2 GIORNO 25€

CARRELLINO:
INTERO 1 GIORNO 15€ – INTERO 1/2 GIORNO 10€
RIDOTTO 1 GIORNO 10€ – RIDOTTO 1/2 GIORNO 8€
RESIDENTE 1 GIORNO 10€ – RESIDENTE 1/2 GIORNO 8€

CAMMELLINO:
INTERO 1 GIORNO 10€ – INTERO 1/2 GIORNO 8€
RIDOTTO 1 GIORNO 8€ – RIDOTTO 1/2 GIORNO 5€
RESIDENTE 1 GIORNO 8€ – RESIDENTE 1/2 GIORNO 5€

Evvai: i contatti

  • Comano Cattoni Holiday: Terme di Comano – Tel. 0465 701442 – info@comanocattoniholiday.it
  • Garnì Lilly: San Lorenzo in Banale – Tel. 0465 734159 – info@garnililly.it
  • Garnì Lago Nembia: San Lorenzo in Banale – Tel. 04654 730019 – info@garnilagonembia.com
  • Casa Riga: Poia – Tel. 333 6830517 – info@casariga.it
  • Borgo Salute Terme Caderzone: Caderzone Terme – Tel.+ 39 0465 806069 info@fontevalrendena.it
  • Pro Loco Carisolo: Carisolo – Tel. 0465 501392 – direzione@prolococarisolo.it
  • Officina F.lli Bonapace: Spiazzo – Tel. 0465 801071 – 335 5246062 – info@officinabonapace.it
  • Punto info APT presso sede del Parco Naturale Adamello Brenta / S. A. di Mavignola  +39 0465 507501
  • Consorzio Turistico Giudicarie Centrali – Tel. 0465 323090 – info@visitgiudicarie.it
  • Idroland: Baitoni – trentinoadventures@gmail.com
  • Pro Loco / Roncone / +39 0465 901196
  • Camping Miralago / Baitoni / +39 0465 299284
  • Hotel Lillà / Lido di Terlago +39 0461 868027 – info@hotellilla.com
  • Lunelli Specialità Alimentari / Sarche +39 0461 564166 – shop@lunelli.it

Durango-Durango 2019 Soraya Paladin terza

Durango-Durango 2019, terza la Paladin

Durango-Durango 2019, Soraya Paladin dopo le due vittorie alla  Vuelta a Burgos, sale sul podio. Vittoria di Lucy Kennedy

Soraya Paladin

Soraya Paladin

La ciclista di Cimadolmo, dopo le due vittorie di tappa alla Vuelta a Burgos, sale sul podio anche nella classica in linea basca dove giunge terza alle spalle delle australiane Lucy Kennedy e Amanda Spratt.

La Durango-Durango si è sviluppata su 113 km totali: il tracciato prevedeva cinque giri iniziali di un primo circuito, seguiti da una doppia tornata differente e che comprendeva il duro strappo dell’Alto de Goiuria. E’ proprio qui il punto in cui si è decisa la gara, grazie ad un gruppetto di dieci atlete, tra cui la stessa Soraya Paladin, ad avvantaggiarsi sul plotone principale fino ad un massimo distacco di cinque minuti. Sulla salita si avvantaggia Kennedy ma Soraya resiste in salita insieme ad Amanda Spratt e con la quale va a sprintare per la seconda posizione, confermando uno stato di forma inarrestabile dall’inizio dell’anno.

La squadra resterà nei Paesi Baschi, dove sarà in scena all’Emakumeen Bira a partire da mercoledì 22 maggio.

ORDINE DI ARRIVO DURANGO-DURANGO:

1. Lucy Kennedy
2. Amanda Spratt
3. Soraya PALADIN

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

Kefir un super alimento probiotico per i ciclisti

Kefir un super alimento originario del Caucaso

Kefir un super alimento originario del Caucaso prodotto della fermentazione del latte adatto anche per l’alimentazione dei ciclisti

Kefir

Kefir

Kefir (più correttamente Kéfir o anche Kephir o Kefyr) è un “superalimento” fermentato a base di latte fresco (di pecora, capra o mucca). Esista il Kefir di acqua e quello di latte (più diffuso).

Il kefir di latte è una bevanda dalle antiche origini ma facilmente preparabile anche in casa. E’ sufficiente assicurarsi una le colonie di batteri specifiche per dare vita al processo.  Altrettanto facile è il processo per creare la bevanda con acqua.

 

Kefir di latte: alimento Probiotico

Ricavato dalla fermentazione acido-alcolica del latte, questo super alimento è un probiotico in grado di veicolare nell’organismo una molteplicità di fermenti benefici.  Il suo contenuto nutrizionale ed il potere probiotico ne hanno fatto un capo saldo dell’alimentazione del Caucaso in grado di offrire un ottimo apporto proteico, salino e vitaminico.

La fermentazione del latte avviene mediante colonie di batteri “buoni” che vivono nel latte o e si riproducono costituendo una vera e propria colonia viva e, se ben curata, in crescita (preparatevi a “donare” agli amici degli starter di Kefir).

Una leggenda orientale spiega che fu Maometto a donare ai pastori i primi grani di kefir noti come “il miglio” del profeta.

Kefir: i principali benefici

  1. Alleato per la dieta: i probiotici contenuti nel kefir consentono di assorbire in modo adeguata gli elementi nutritivi e contiene poche calorie.
  2. Alza le difese immunitarie grazia alla biotina e all’acido folico. Lactobacillus kefiri, il principale probiotico contenuto nella bevanda riduce la proliferazione di batteri come l’Escherichia coli.
  3. Combatte l’osteoporosi grazie alla carica di calcio e Vitamina K2
  4. Contiene Acido Folico aiutando contro le infezioni
  5. Migliora l’aspetto della pelle: accelerando anche il processo di guarigione di eventuali scottature o rash cutanei;
  6. Può alleviare i sintomi di allergia e asma

Kefir d’acqua

Noto anche col nome di Tibicos è una bevanda leggermente alcolica e frizzante ottenuta dalla fermentazione di un liquido zuccherino mediante l’aggiunta degli appositi granuli. Il sapore è assolutamente particolare e non comune tanto da non appagare il palato di molti ragion per cui è suggerito di mischiarlo con succhi di frutta

Kefir di Latte: La Ricetta

Il sapore è decisamente simile a quello dello yogurt ma ha una consistenza più liquida con un retrogusto vagamente frizzante e meno acido.
Nei negozi di alimentazione naturale o su internet è facile procurarsi degli starter per produrre questo super alimenti in casa.

In genere sono delle bustine con cui potrete dare il via alla vostra colonia. E’ importante ricordare che il ricavato con Acqua e quella con Latte partono da tipologie di colonie differenti.

Alcuni suggeriscono di provare qualche fermentazione “a vuoto” per far “mutare” le colonie da latte a colonie da acqua ma spesso questa procedura porta alla morte della colonia in quanto non sufficientemente resistente.

Materiale occorrente e ingredienti
Uno cucchiaio di granuli di kefir (5% in peso del latte)

2 barattoli in vetro con coperchio
1 colino

Latte: si può utilizzare qualunque tipo di latte (il sapore naturalmente varierà) pastorizzato, UHT, crudo, intero, parzialmente scremato o scremato,

Procedimento
Inserite i grani di kefir in uno dei due contenitori e aggiungete il latte (non oltre i ¾ del contenitore). Chiudere il coperchio ma non avvitatelo troppo stretto (si può usare anche dell’alluminio e un elastico).
Riponete il vasetto in un posto lontano dalla luce del sole con temperatura tra i 18 e i massimo 30 gradi (la temperatura ottimale è 22 gradi).
Dopo 24 ore il kefir sarà pronto ma è possibile allungare la fermentazione di ulteriore 24 ore (il sapore del prodotto sarà più intenso).

Mescolate il liquido e colatelo con un colino sotto cui avrete messo l’altro barattolo. Il prodotto filtrato è pronto per essere consumato o conservato in frigorifero mentre le colonie rimaste nel colino vanno reinserite nel vasetto con altro latte.

Cycling Stars Criterium, Vincenzo Nibali l’attrazione

Cycling Stars Criterium a Belluno lunedì 3 giugno

Cycling Stars Criterium, sarà Lo Squalo Vincenzo Nibali l’attrazione principale dell’evento di Lunedì 3 giugno a Belluno

 

Cycling Stars Criterium: Nibali

Cycling Stars Criterium: Nibali

Cycling Stars Criterium come dice il nome stesso è il circuito delle stelle…e che stelle. Vincenzo Nibali ha già detto si e confermato la sua partecipazione all’evento che andrà in scena a Belluno la sera di lunedì 3 giugno, il giorno dopo la conclusione del Giro d’Italia.

Basterebbe questo nome per far capire che sarà una grande serata di ciclismo, ma la verità è che il comitato organizzatore sta lavorando per portare in passerella a Belluno, sul circuito cittadino che si snoderà tra la centralissima Piazza dei MartiriPiazza Duomo Via Mezzaterra, alcuni dei migliori corridori che in questi giorni si stanno dando battaglia sulle strade rosa del Giro d’Italia.

Non servono presentazioni per Vincenzo Nibali…è uno dei sette corridori ad essere riuscito a vincere in carriera tutti e tre i grandi giri: Tour de France (2014) , Giro d’Italia (2013 e 2016) e Vuelta Espana (2010). Di questi magnifici sette lui e Chris Froome sono gli unici due in attività, gli altri cinque sono Jacques Anquetil, Eddy Merckx, Felice Gimondi, Bernard Hinault e Alberto Contador. Corse a tappe ma non solo nel palmares di Vincenzo Nibali ci sono infatti anche due classiche monumento, la Sanremo (2018) e il Lombardia (2015 e 2017). Non stiamo parlando di una stella del ciclismo, ma di una leggenda.

“Ho un bellissimo ricordo delle passate edizioni del Cycling Stars Criterium, soprattutto per il tifo e il grande calore del pubblico presente. Eventi come questo fanno bene al ciclismo, è una formula che piace molto sia a noi corridori che al pubblico. Ora sono concentrato sul Giro, sono contento della prima parte, nella crono di San Marino sono andato abbastanza bene rispetto ai miei diretti rivali e adesso arriveranno tappe importanti con le grandi montagne. Comunque sono sicuro che il 3 giugno a Belluno sarà una bellissima festa per tutti” dice Vincenzo Nibali.

“Avere anche quest’anno Vincnzo Nibali è una grande soddisfazione. Lo Squalo è uno dei simboli del ciclismo italiano e ha sempre onorato il nostro evento, ha vinto il criterium nel 2017 e lo scorso anno ha fatto secondo alle spalle di Elia Viviani. Siamo sicuri che sarà un dei protagonisti di questo Giro che si sta rivelando molto bello e spettacolare. E dopo il Giro qui a Belluno i tifosi di tutte le età, in particolare i bambini che sono il futuro del ciclismo avranno modo di incontrarlo dal vivo, per foto e autografi, in un ambiente di festa e molto più rilassato rispetto allo stress che si vive quotidianamente al Giro. Nibali ma non solo, qui al Giro in questi giorni stiamo lavorando per allestire un campo partenti di assoluto livello per il Cycling Stars Criterium del 3 giugno e posso assicurare che saranno tanti i top rider presenti in Piaza dei Martiri. Oltre alla corsa dei prof prima ci sarà la corsa degli ex e qui possiamo già annunciare la presenza di due ex campioni del mondo come Alessanro Ballan e Paolo Bettini e di un altro corridore sempre amato dal pubblico come Matteo Tosatto. Anche qui nei prossimi gorni si aggiungeranno altri nomi importanti” commenta Enrico Bonsembiante di Valdobbiadene che è il presidente del comitato organizzatore Cycling Stars Criterium, in questi giorni impegnato al Giro d’Italia.

FONTE COMUNICATO STAMPA