Olav Kooij trionfa allo sprint a Napoli

Olav Kooij conquista la vittoria nella tappa di Napoli al Giro d'Italia 2024

Olav Kooij conquista la vittoria nella tappa di Napoli al Giro d'Italia 2024

Olav Kooij conquista la vittoria nella tappa di Napoli al Giro d’Italia 2024 davanti a Milan, Pogacar mantiene la maglia rosa

Olav Kooij conquista la vittoria nella frazione di Napoli al Giro d’Italia 2024 al termine di una tappa tutt’altro che banale. L’olandese batte Jonathan Milan con un colpo di reni fulminante. La maglia rosa resta chiaramente sulle spalle di Pogacar.

La prima parte della tappa scorre tutto sommato in tranquillità con la coppia della Polti-Kometa formata da Andrea Pietrobon e Mirco Maestri che allungano andando a conquistare un vantaggio che supera i tre minuti con il plotone in controllo.

Il GPM di Monte di Procida fa alzare enormemente l’andatura del gruppo e qualche velocista, tra cui Tim Merlier, ne paga le conseguenze, staccandosi. E’ però la salita di Lucrino a dar ancor più fuoco alle polveri. E’ l’ex campione del Mondo Julian Alaphilippe ad andare all’attacco assieme a Ewen Costiou, Lewis Askey, Kevin Vermaerke ed il nostro Nicola Conci. Il quintetto si riporta sui due omini di testa e prosegue con decisione.

Dietro è Lidl-Trek che prende in mano le operazioni per portare Milan alla volata finale. Alaphilippe e Costiou allungano ulteriormente col francese che vuole a tutti i corsi trovare il successo. Julian non demorde ma la sua azione viene ripresa dal gruppo, scremato dalla velocità impressionante impressa dalla Lidl-Trek.

Ripreso Alaphilippe è Jhonatan Narvaez a provare il colpo di mano e l’ecuadoriano, vincitore della prima tappa, viene ripreso solo ad una cinquantina di metri dall’arrivo. E’ addirittura Tadej Pogacar a spingere per la volata a dimostrazione del suo eccezionale stato di forma.

Olav Kooij riesce a scavalcare tutti con un colpi di reni disperato. Alle sue spalle arriva Milan mentre terzo è Juan Sebastian Molano che precede il nostro Alberto Dainese, quarto. Andrea Vendrame chiude ottavo, e Davide Ballerini nono.