Gravel bike cosa sono? Guida alla scelta

Gravel bike un nuovo modo di andare in bicicletta?

Gravel bike

Gravel bike: un modello Trek

Gravel bike cosa sono? Le Gravel bike sono una delle novità più interessanti degli ultimi anni, una bici pensata per lo sterrato che può montare copertoni anche superiori ai 45mm, ma con un’impostazione più da ciclocross che da MTB e con la possibilità di montare dei portapacchi sia anteriori che posteriori.

Le Gavel Bike sono, dunque, biciclette con un’impronta da corsa pensate però per affrontare strade bianche, sentieri e sterrati, luoghi finora accessibili sono con le mtb, questo tipo di bicicletta prevede un posizione più eretta del ciclista rispetto ad una bici da corsa quindi con un maggior confort anche rispetto ad una MTB consentendo di percorrere lunghe distanze anche su terreni sconnessi.

Gravel bike: il telaio

Gli ingegneri che hanno ideato questo tipo di bicicletta hanno creato un telaio dalle geometrie rilassate, un carro posteriore più lungo del normale e un canotto della sella in grado di avere un angolo maggiore cosi da permettere una posizione in sella più rilassata aumentando anche la stabilità del mezzo. Naturalmente gli sterrati comportano sempre problemi di grip e aderenza per via dell’effetto rimbalzo che affatica il ciclista. Da qui la decisione di creare una posizione in sella “comoda” in grado di agevolare lo stare in sella del ciclista.

Gravel bike: lo sterzo

Per aumentare la rigidità e la resistenza agli urti si è optato per un canotto di sterzo conico cosi da aumentare la esistenza alle sollecitazioni poiché la zona di connessione tra cannotto di sterzo e testa della forcella è la più stressata di tutta la bicicletta. La tecnologia più utilizzata sulle biciclette gravel è quella delle serie sterzo integrate o con piste di scorrimento ricavate direttamente nel cannotto di sterzo, dove vengono alloggiati dei cuscinetti di tipo industriale sigillato.

Gravel bike: cavi interni

Come avviene per le moderne MTB, per le Gravel si è optato per far passare i cavi di cambio e freni  all’interno del telaio. La soluzione oltre a premiare l’estetica annulla il rischio di “strappi” dei cavi che possono accadere nei passaggi più complessi dei percorsi sterrati.

Gravel bike: i freni

Anche in questo caso si è optato per una scelta molto da MTB dotando questo tipo di biciclette con freni a disco solitamente con rotori da 160mm di diametro cosi da garantire  un’elevata potenza frenante senza dimenticare la corretta modularità della leva mantenendo elevati gli standard di frenata anche in condizioni si pioggia e “sporco”. I freni a disco montati sulle Gravel possono essere indistintamente idraulici o meccanici a seconda delle preferenze dell’utilizzatore.

Gravel bike: trasmissione

Nel caso della trasmissione si è optato a modelli non differenti da quelli in dotazione sulle bici da corsa, in generale si opta per una doppia davanti e un pacco pignoni da 10 o 11 velocità al posteriore. Le orone anteriori di una gravel si attestano in media su un 50/39 o 53/39, di solito i  comandi freno e cambio sono del tipo STI integrato

Gravel bike: ruote e copertoni

Anche nel caso delle ruote l’obiettivo delle Gravel è quello di offrire stabilità al ciclcista quindi in genere si trovano cerchi a basso profilo da 700c. I raggio sono sfinati con un numero di superiore rispetto alla bici da strada (in genere 32 contro 28).  Per ciò che concerne i copertini passa dai 28mm che troviamo anche sulle bici da corsa fino ai canonici 36-38mm, raggiungendo punte di 44-50mm su alcuni modelli. Naturalmente la scelta delle dimensioni è direttamente legata al genere di attività che si vuole svolgere, ricordiamo che più il copertone è stretto più si risente dello disconnessioni del percorso

 

It's only fair to share...Share on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *