Karlijn Swinkels vince alla Vuelta a Burgos

Karlijn Swinkels che vittoria in Spagna

Karlijn Swinkels olandese del Team Alé-Cipollini  vince con autorevolezza la tappa inaugurale della Vuelta a Burgos 2019

Karlijn Swinkels (Fonte comunicato stampa)

Karlijn Swinkels (Fonte comunicato stampa)

Incredibile prestazione della olandese del Team Alé – Cipollini, che vince con autorevolezza la tappa inaugurale della Vuelta a Burgos, in Spagna. Karlijn è stata autrice di importanti azioni durante la frazione: prima in un gruppo di venti unità che ha rischiato di farsi raggiungere sulla salita a 20 km dall’arrivo. Qui Swinkels è stata brava a mantenere le energie residue per il finale, scollinando al terzo posto sul gpm e poi lanciandosi in due attacchi. Infine la volata finale dove le compagne l’hanno portata nella posizione migliore per il lunghissimo sprint rivelatosi poi vincente battendo la connazionale Marissa Baks e l’italiana Silvia Magri. E’ la prima vittoria in carriera per la portacolori #YellowFluoOrange tra le Elite.

A Karlijn Swinkels, già campionessa mondiale a cronometro Juniores a Doha nel 2016, va anche la leadership provvisoria in classifica generale e in quella a punti.

Le sue dichiarazioni: “E’ un giorno fantastico, ho dato il massimo e ringrazio la squadra per avermi aiutata a vincere. Non è stato facile, sulla salita stavamo per essere riprese, poi ci ho riprovato da sola due volte e infine la volata. Le mie compagne e il Team con il DS Giuseppe Lanzoni hanno creduto in me ed è meraviglioso.”

Domani è in programma la seconda tappa, con partenza e arrivo (in salita) a Poza de la Sal.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Silvia Persico vince il Giro della Campania

Silvia Persico vince il quinto Giro della Campania

Silvia Persico del Team Valcar-Cylance vinca le quinta edizione del Giro della Campania in Rosa organizzato dalla Biesse Promotion

Silvia Persico e le altre premiate (fonte comunicato stampa)

Silvia Persico e le altre premiate (fonte comunicato stampa) 

Silvia Persico è la vincitrice della quinta edizione del “Giro della Campania in Rosa”, gara open voluta dalla Biesse Promotion di patron Salvatore Belardo, con il patrocinio della Federazione Ciclistica Italiana, di Regione Campania, del Comitato Regionale Campania del CONI, del Comune di Maddaloni, del Comune di Caivano, dell’Università degli Studi di Salerno e del Gruppo Campania – Unione Stampa Sportiva Italiana.
La forte portacolori del team Valcar-Cylance Cycling, dominatrice della seconda frazione corsa a Maddaloni (CE), ha conservato la maglia di leader assoluta della manifestazione anche al termine della tappa conclusiva, vinta allo sprint dalla bergamasca Martina Fidanza, già prima nella cronometro individuale d’apertura. L’atleta vestita con i colori dell’Eurotarget – Bianchi – Vittoria si è portata a casa la prestigiosa “Coppa Caivano”, competizione tra le più longeve del panorama ciclistico nazionale, giunta all’edizione numero 84. La Fidanza, seconda classificata lo scorso anno su queste stesse strade, ha battuto allo sprint Laura Tomasi (G.S. Top Girls – Fassa Bortolo) e Silvia Persico, al termine degli 84,7 chilometri di gara spalmati sul tradizionale circuito cittadino di Caivano (NA) e vissuti sull’appassionante sfida tra le formazioni Eurotarget – Bianchi – Vittoria e Valcar – Cylance Cycling.

Eleonora Camilla Gasparrini (Vo2 Team Pink), ottava al traguardo, ha primeggiato nella speciale classifica riservata alle junior, precedendo la compagna di squadra Sofia Collinelli e la piemontese Matilde Vitillo (Racconigi Cycling Team). Nella classifica finale riservata alle elite la Persico si è lasciata alle spalle Martina Fidanza e Laura Tomasi, mentre la figlia d’arte Sofia Collinelli, prima nelle altre frazioni, si è imposta nella graduatoria generale delle junior, relegando sui restanti gradini del podio la compagna di squadra Eleonora Camilla Gasparrini, al primo anno della categoria, e Matilde Vitillo. La festa in casa Valcar, diretta in ammiraglia dal tecnico varesotto Matteo Ferrari, è stata completata dalla conquista della maglia dei traguardi volanti da parte di Alessia Vigilia. L’elvetica Sina Frei (Nazionale Svizzera), infine, si è portata a casa la maglia verde riservata alla più forte scalatrice. (Foto F. Ossola)

CLASSIFICA GENERALE FINALE ELITE “GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA”:
1) Persico Silvia (Valcar – Cylance Cycling) – Punti 240
2) Fidanza Martina (Eurotarget – Bianchi – Vittoria) 201
3) Tomasi Laura (GS Top Girls – Fassa Bortolo) 140
4) Guazzini Vittoria (Valcar – Cylance Cycling) 91
5) Indergand Linda (Nazionale Svizzera) 91
6) Vigilia Alessia (Valcar – Cylance Cycling) 91
7) Fidanza Arianna (Eurotarget – Bianchi – Vittoria) 82
8) Zanardi Silvia (BePink) 81
9) Frei Sina (Nazionale Svizzera) 72
10) Gasparini Alice (Eurotarget – Bianchi – Vittoria) 57

FONTE COMUNICATO STAMPA

Marina Romoli chi è l’ex ciclista finita in carrozzina

Marina Romoli ex ciclista vittima di un terribile incidente

Marina Romoli ex ciclista vittima di un terribile incidente in cui ha perso l’uso delle gambe costringendola su una sedia a rotelle per il resto della vita.

Marina Romoli

Marina Romoli

Marina Romoli nasce a Recanati il 9 giugno 1988 molto vicino all’Ermo Colle di Leopardi, quello dell’Infinito, da piccolissima pratica il nuoto poi ecco arrivare la passione per il ciclismo e l’iscrizione al GS Potentia 1945 di Potenza Picena. La prima corsa è nella categoria giovanissimi, maschi e femmine assieme poi da esordiente ecco la prima vittoria “vera” a Bovolone arrivando in solitaria. La ragazza migliora, cresce e diventa vice-campionessa mondiale in linea tra le juniores nel 2006 a Spa, l’anno successiva è terza al Campionato Italiano su pista nella corsa a punti.

Ha talento Marina, lo dimostra nelle categorie giovanili, è un prospetto del ciclismo rosa italiano e tutto porta a immaginare una grande carriera tre le “grandi”.

Purtroppo la vita è solita riservare sorprese nella vita delle persone e quella che Marina trova nel suo percorso non è sicuramente una sorpresa piacevole. Il primo giugno del 2010 mentre si sta allenando a Rogeno nel Lecchese per preparare una prova di Coppa del Mondo, un’utilitaria le taglia la strada: l’impatto è inevitabile.

Marina esce in bicicletta con Matteo Pelucchi e Samuele Conti, dopo aver preso un caffè  a Lecco il gruppetto inizia il vero e proprio allenamento. L’obiettivo è quello di completare alcune ripetute per preparare l’imminente gara di Valladolid. I ciclisti viaggiano a circa 35 km all’ora, la Romoli è davanti, Matteo e Samuele la seguono a breve distanza.

Come detto un’auto taglia la strada di Marina Romina che va a sbattere violentemente contro il veicolo sfondando un vetro laterale. Samuele si affretta a fermare il veicolo mentre Matteo soccorre la ragazza, le stringe la mano cercando di tranquillizzarla. Romina non perde conoscenza ma non  ricorderà nulla dell’accaduto ma il suo viso è ricoperto di sangue, le botte sono tante, un polmone è perforato e la schiena è dolente a causa di un forte trauma alla colonna vertebrale.

La giovane ciclista viene trasportata in elicottero all’Ospedale San Raffaele di Milano, unità clinica: neurorianimazione, il chirurgo maxilofacciale che la visita si spaventa per le sue condizioni, scoppia quasi a piangere. L’intervento di ricostruzione del viso della ciclista è delicatissimo, il volto viene ricostruito punto su punto, saranno 500 in totale. L’occhio destro è compromesso ma l’intervento riconsegna la sua funzionalità in modo intatto.

Accanto alla ragazza c’è sempre la famiglia oltre al fidanzato e a Diana Ziliute direttore sportivo della Safi-Pasta Zara-Manhattan.

Marina Romoli resta in coma per sei giorni, viene operata alla schiena, cammina in bilico tra la vita e la morte. Le fratture di alcune vertebre e la conseguente perdita dell’uso delle gambe costringono Marina sulla sedia a rotelle, viene trasferita a Villa Beretta per la fase di riabilitazione per migliorare la mobilità della parte superiore del corpo. Si impegna Marina, esercizi la mattina, palestra al pomeriggio.

Marina Romoli: la onlus

Riprese le forze la ragazza decide di riprendere in mano la sua nuova vita, accetta la proposta di Maurizio Fabretto, presidente della sua squadra ciclistica, e nel 2011 nasce un’associazione a lei dedicata. Accanto a lei Loredana Longo vittima di un incidente all’età di 17 anni che l’ha costretta in carrozzella.

I soldi racconti in questi anni sono andati a finanziare tra le altre cose attività di ricerca di cui si racconta dettagliatamente sul sito marinaromolionlus.org con un occhio di riguardo alla ricerca universitaria.

Una grande amica dell’associazione è Alessandra De Stefano, che si sta dando parecchio da fare per la onlus che si sta impegnando anche per fornire assistenza alle vittime di incidenti invalidanti durante la pratica sportiva. Altro tema caro all’Onlus è la sicurezza stradale in memoria delle tante vittime della strada attraverso il progetto “Praticate Sport in Sicurezza” girando per le scuole per sensibilizzare gli studenti.

Nel frattempo Marina Romoli si è laureata a pieni voti alla facoltà di Scienze Tecniche e Psicologiche all’Università di Cesena con una tesi intitolata The eyes are the windows to the brain. Nuovi metodi di diagnosi per la rilevazione di deficit cognitivi derivati da traumi cranici attraverso l’osservazione dei movimenti oculari”.

Lo scorso mese di novembre presso il City Life District di Milano si è tenuto il primo Trofeo della Vittoria per raccogliere fondi a favore della Marina Romoli Onlus contro le lesioni spinali, tanti i campioni e VIP presenti tra cui Pippo Pozzato, Ignazio Moser, Justine Mattera e Alessandro Ballan.

Silvia Persico tappa e maglia al Giro di Campania

Silvia Persico tappa e maglia al Giro di Campania

Silvia Persico conquista la seconda tappa al Giro di Campania con arrivo a Maddaloni e veste la maglia di leader della generale

Silvia Persico (fonte comunicato stampa)

Silvia Persico (fonte comunicato stampa)

Successo della lombarda Silvia Persico nella seconda frazione del “Giro della Campania in Rosa”, con partenza ed arrivo fissati nei pressi della storica “Fondazione Villaggio dei Ragazzi – Don Salvatore d’Angelo” di Maddaloni, in provincia di Caserta. L’atleta vestita con la maglia del team Valcar-Cylance Cycling, terza classificata nel prologo inaugurale e diretta in ammiraglia dal varesotto Matteo Ferrari, ha preceduto le quattro compagne di fuga con le quali si era avvantaggiata a circa 25 chilometri dalla conclusione, relegando sul secondo gradino del podio la figlia d’arte Arianna Fidanza (Eurotarget – Bianchi – Vittoria) e sul terzo l’elvetica Sina Frei (Nazionale Svizzera). La festa in casa Valcar è stata completata dal quarto posto di una ritrovata Alessia Vigilia.

Le 137 atlete in gara (68 elite e 69 junior), si sono sfidate sulla distanza di 76,9 chilometri caratterizzati da 3 G.P.M. (Arpaia – 311 m.s.l.m.; Valle di Maddaloni – 315 m.s.l.m.; Sant’Agata de’ Goti – 127 m.s.l.m.), resi ancor più selettivi dalle avverse condizioni meteo. La campionessa del mondo su pista 2018 Sofia Collinelli, ottava al traguardo, ha vinto la speciale graduatoria riservata alla categoria junior, lasciandosi alle spalle la piemontese del Racconigi Cycling Team Matilde Vitillo e la seconda classificata al “Trofeo Da Moreno U.C.I. Nations’ Cup” Gaia Masetti (Team Wilier – Breganze).

Alla luce di questi risultati Silvia Persico è balzata al comando della graduatoria generale riservata alle elite indossando la Maglia Azzurra (BCE GRUPPO SILVESTRE SRL), Sofia Collinelli ha mantenuto la Maglia Bianca (COMITATO PER LE UNIVERSIADI – NAPOLI 2019), per la graduatoria generale riservata alla miglior junior, l’elvetica Linda Indergand (Nazionale Svizzera) ha conservato la Maglia Ciclamino (SELLE SMP), per la classifica dei traguardi volanti, mentre Sina Frei (Nazionale Svizzera), prima in vetta ai 3 GPM di giornata, si è portata a casa la Maglia Verde (FEAN), per la graduatoria dei Gran Premi della Montagna.

Domani, domenica 5 maggio, terza ed ultima tappa della manifestazione voluta dalla Biesse Promotion di patron Salvatore Belardo. Le atlete rimaste in gara si sfideranno nell’ormai classicissima Caivano-Caivano, dove verrà affrontato il tradizionale circuito cittadino da ripetere per 11 volte (84,7 i chilometri totali di gara), con in palio anche l’edizione 2019 della storica “Coppa Caivano”. (Foto F. Ossola)

ORDINE D’ARRIVO OPEN SECONDA TAPPA “GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA”:
1) Persico Silvia (Valcar – Cylance Cycling) Km 76,9 in 2h05’00’’ alla media di 36,912 Km/h
2) Fidanza Arianna (Eurotarget – Bianchi – Vittoria) a 5’’
3) Frei Sina (Nazionale Svizzera) a 6’’
4) Vigilia Alessia (Valcar – Cylance Cycling) a 8’’
5) Tsymbaliuk Kseniia (Zhiraf -Guerciotti) a 13’’
6) Tomasi Laura (GS Top Girls – Fassa Bortolo) a 2’11’’
7) Zanardi Laura (BePink)
8) Collinelli Sofia (Vo2 Team Pink)
9) Indergand Linda (Nazionale Svizzera)
10) Carbonari Anastasia (Born to Win)

ORDINE D’ARRIVO ELITE SECONDA TAPPA “GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA”:
1) Persico Silvia (Valcar – Cylance Cycling)
2) Fidanza Arianna (Eurotarget – Bianchi – Vittoria)
3) Frei Sina (Nazionale Svizzera)
4) Vigilia Alessia (Valcar – Cylance Cycling)
5) Tsymbaliuk Kseniia (Zhiraf -Guerciotti)
6) Tomasi Laura (GS Top Girls – Fassa Bortolo)
7) Zanardi Laura (BePink)
8) Indergand Linda (Nazionale Svizzera)
9) Carbonari Anastasia (Born to Win)
10) Borghesi Letizia (Aromitalia – Basso Bikes – Vaiano)

Giro della Campania 2019: il percorso

Giro della Campania le tappe

Giro della Campania in Rosa 2019 ecco l’analisi del percorso della corsa organizzata dalla Biesse Promotion di  Salvatore Belardo

Giro della Campania in Rosa

Giro della Campania in Rosa

La Biesse Promotion di patron Salvatore Belardo sta lavorando intensamente per predisporre nel miglior modo possibile la quinta edizione del “Giro della Campania in Rosa”, competizione open in programma da venerdì 3 a domenica 5 maggio. Le atlete in gara, in rappresentanza di ben 22 formazioni, si daranno battaglia nella prestigiosa competizione campana, che quest’anno gode del patrocinio della Federazione Ciclistica Italiana, di Regione Campania, del Comitato Regionale Campania del CONI, del Comune di Maddaloni, del Comune di Caivano, dell’Università degli Studi di Salerno e del Gruppo Campania – Unione Stampa Sportiva Italiana.

Tre le frazioni in programma nella nuova edizione della corsa riservata alle atlete delle categorie Junior ed Elite. Si partirà venerdì 3 maggio con uno spettacolare cronoprologo individuale di 3300 metri spalmati all’interno della prestigiosa Università degli Studi di Salerno in quel di Fisciano, si proseguirà sabato 4 maggio con l’inedita Maddaloni-Maddaloni di 76,9 chilometri con 3 G.P.M. (Arpaia – 311 m.s.l.m.; Valle di Maddaloni – 315 m.s.l.m.; Sant’Agata de’ Goti – 127 m.s.l.m.) e si terminerà domenica 5 maggio con l’ormai classicissima Caivano-Caivano, dove le ruote veloci del gruppo si daranno battaglia sul tradizionale circuito cittadino da ripetere per 11 volte (84,7 i chilometri totali di gara). La frazione conclusiva assegnerà anche la storica “Coppa Caivano” e le maglie delle varie classifiche generali. In allegato le planimetrie e le altimetrie delle tre tappe del “Giro della Campania in Rosa 2019”.

La manifestazione sarà preceduta da una interessante conferenza stampa, in programma giovedì 2 maggio (ore 17:00) presso l’aula magna dell’Università degli Studi di Salerno in quel di Fisciano, alla quale parteciperà anche il Magnifico Rettore Aurelio Tommasetti.

LE TAPPE DEL “5° GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA”:
I^ Tappa – Venerdì 3 Maggio 2019: Fisciano-Fisciano (Prologo Individuale di Km 3,3)
II^ Tappa – Sabato 4 Maggio 2019: Maddaloni-Maddaloni (Km 76,9)
III^ Tappa – Domenica 5 Maggio 2019: Caivano-Caivano (Km 84,7)

FONTE COMUNICATO STAMPA

Giro della Campania in Rosa 2019 le informazioni

Giro della Campana in Rosa 2019: 22 squadre al via

Giro della Campania in Rosa 2019 edizione numero cinque per la corsa al femminile organizzata dalla Biesse Promotion

Giro della Campania in Rosa

Giro della Campania in Rosa

Saranno ben 22 le formazioni in gara nella quinta edizione del “Giro della Campania in Rosa”, gara open voluta ed organizzata dalla Biesse Promotion di patron Salvatore Belardo con il patrocinio della Federazione Ciclistica Italiana, di Regione Campania, del Comitato Regionale Campania del CONI, del Comune di Maddaloni, del Comune di Caivano, dell’Università degli Studi di Salerno e del Gruppo Campania – Unione Stampa Sportiva Italiana.

Tre le frazioni in programma in questa quinta edizione della gara riservata alle categorie Junior ed Elite: si partirà venerdì 3 maggio con uno spettacolare cronoprologo individuale di 3300 metri spalmati all’interno dell’Università degli Studi di Salerno in quel di Fisciano (SA), si proseguirà sabato 4 maggio con l’inedita Maddaloni-Maddaloni di 76,9 chilometri con 3 G.P.M. (Arpaia – 311 m.s.l.m.; Valle di Maddaloni – 315 m.s.l.m.; Sant’Agata de’ Goti – 127 m.s.l.m.) e si terminerà domenica 5 maggio con l’ormai classicissima Caivano-Caivano, dove le ruote veloci del gruppo si daranno battaglia sul tradizionale circuito cittadino da ripetere per 11 volte (84,7 i chilometri totali di gara) con in palio anche la storica “Coppa Caivano”.

“Stiamo lavorando intensamente per predisporre un’altra spettacolare edizione del Giro della Campania in Rosa – ha sottolineato Salvatore Belardo, direttore generale di organizzazione – ci tengo a ringraziare i nostri preziosi sponsor, che ci sostengono con tanto entusiasmo e grande passione, i sindaci, le amministrazioni comunali dei paesi dei vari comitati di tappa e tutti coloro che collaborano per la perfetta riuscita di questa manifestazione. Sono sicuro che la gente accoglierà le ragazze con calore, tanti applausi e le inciterà su tutti i percorsi. Vi aspetto sulle strade della Campania per vivere tre intense giornate di grande sport!”

LE 22 SQUADRE AL VIA DEL “5° GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA”

– A.S.D. G.C. Osimo Stazione
– Team Lady Zuliani
– BePink
– Racconigi Cycling Team
– A.S.D. S.C. Club Corridonia
– G.S. Top Girls – Fassa Bortolo
– Vo2 Team Pink
– Capobianchi Cicli Moto Sport
– Born to Win
– A.S.D. Team Bramati
– Team Wilier – Breganze
– U.C. Conscio – Zhiraf Guerciotti
– Team Lapierre – Trentino – Alè
– GS Mendelspeck
– Eurotarget – Bianchi – Vittoria
– Vallerbike
– Alè – Cipollini
– Ciclismo Insieme
– Team Gauss
– Valcar – Cylance Cycling
– Aromitalia – Basso Bikes – Vaiano
– S.C.V. Bike Cadorago

LE TAPPE DEL “5° GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA”
I^ Tappa – Venerdì 3 Maggio 2019: Fisciano-Fisciano (Prologo Individuale di Km 3,3)
II^ Tappa – Sabato 4 Maggio 2019: Maddaloni-Maddaloni (Km 76,9)
III^ Tappa – Domenica 5 Maggio 2019: Caivano-Caivano (Km 84,7)

ALBO D’ORO GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA
2015: Simona Frapporti (Italia)
2016: Marta Bastianelli (Italia)
2017: Michela Balducci (Italia)
2018: Elena Pirrone (Italia)

FONTE COMUNICATO STAMPA

Astana Women’s: Freccia Vallone e Liegi nel mirino

Astana Women’s Team occhio a Freccia e Liegi

Astana Women’s Team impegnata tra Belgio e Paesi Bassi con Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi. Intanto arrivano buone nuove dall’Asia

Astana Women (fonte comunicato stampa)

Astana Women (fonte comunicato stampa)

Astana Women’s Team settimana intensa tra Belgio e Paesi Bassi: nel giro di appena cinque giorni, infatti, saranno infatti tre le gare a cui parteciperà la squadra. Mercoledì 24 aprile ci sarà la Freccia Vallone, gara dell’UCI Women’s World Tour, che proporrà il classico tracciato impegnativo di 118.5 chilometri ed arrivo in salita sul mitico Muro di Huy che sarà scalato anche un’altra volta a 30 chilometri dal traguardo. Domenica 28 aprile invece la squadra sarà al via della terza edizione della Liegi-Bastogne-Liegi femminile che, esattamente come la gara maschile, proporrà un finale completamente rinnovato: il traguardo non sarà più ad Ans ma nel cuore di Liegi e la salita decisiva sarà verosimilmente la Côte de la Roche-aux-faucons a 15 chilometri dalla conclusione. In mezzo alle due prestigiose classiche belghe del Women’s World Tour, sabato 27 aprile l’Astana Women’s Team sarà a ‘s-Heerenhoek nei Paesi Bassi per disputare la EPZ Omloop van Borsele, corsa in linea di categoria UCI 1.1 con un tracciato di 139.1 chilometri.
Sia alla Freccia Vallone che all’EPZ Omloop van Borsele l’Astana Women’s Team si presenterà alla partenza con la stessa formazione composta da sei atlete. Il punto di rifermento della squadra sarà Arlenis Sierra che quest’anno ha vinto Cadel Evans Great Ocean Road Race e che cerca ancora il primo podio stagionale in Europa: assieme alla forte atleta cubana ci saranno anche la bolzanina Elena Pirrone, reduce dal bel quarto posto alla Freccia del Brabante, poi Olga ShekelMarie-Soleil BlaisMarina Kurnossova e Jeidy Pradera. Al via della Liegi-Bastogne-Liegi ci saranno solo Pirrone, Shekel, Blais e Kurnossova visto che le due atlete cubane dovranno unirsi alla loro squadra nazionale in Messico per partecipare ai Campionati Panamericani.

Nel frattempo arrivano buone notizie dalle quattro atlete dell’Astana Women’s Team attualmente impegnate ai Campionati Asiatici in Uzbekistan: nella gara d’apertura della rassegna continentale, una cronometro a squadre di 30 chilometri, il Kazakistan trascinato da Natalya Saifutdinova, Makhabbat Umutzhanova, Amiliya Iskakova e Faina Potapova ha fatto segnare il secondo miglior tempo conquistando così la medaglia d’argento dietro solo alla Corea del Sud.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Sofia Collinelli en plein pasquale a Monselice

Sofia Collinelli vittoria anche a Monselice

Sofia Collinelli dopo il successo a cronometro di sabato a Città di Castello, la “panterina” ravennate è prima Junior nella gara Open in terra veneta

Sofia Collinelli (fonte comunicato stampa)

Sofia Collinelli (fonte comunicato stampa)

Sofia Collinelli da en plain. Pasquetta ricca di soddisfazioni per il VO2 Team Pink, protagonista nel lunedì festivo nella “Coppa Città di Monselice” in terra padovana. La sorpresa più gustosa nell’uovo è arrivata nell’ultima corsa di giornata, la gara Open femminile che accomunava Juniores ed Elite. Il sodalizio piacentino, infatti, ha festeggiato la vittoria di categoria della Junior Sofia Collinelli, piazzata (settima) nella volata  a ranghi compatti e prima tra le coetanee  2001 e nate nel 2002 a tagliare il traguardo.

Per la ciclista ravennate (figlia d’arte, il papà  e ds Andrea Collinelli è stato oro olimpico ad Atlanta 1996) si conferma un periodo d’oro, chiudendo con il botto il week end lungo pasquale inaugurato sabato con il successo nella cronometro umbra a Città di Castello. C’è di più: in Veneto Sofia ha calato il tris, festeggiando la terza vittoria 2019 contemplando anche quella di otto giorni prima a Buttrio (Udine).

LA GIORNATA – La mattinata è iniziata con la corsa per Donne Esordienti, chiamate a percorrere sei tornate del circuito di 4 chilometri e 400 metri disegnato lungo la zona industriale della cittadina. La corsa si è sempre sviluppata in gruppo, talvolta compatto, altre volte più sfilacciato. Inevitabile la volata finale, che ha premiato Asia Zanoni (Team Nuvolento), capace di precedere Alessia Rossetti (Ju Green Gorla Minore) e Marta Pavesi (Valcar Cylance) per un podio tutto lombardo. Per il VO2 Team Pink, sesto posto per la casalasca Elena Delogu e decima posizione per la piacentina Arianna Giordani, premiata anche come terza atleta del primo anno al traguardo.

Poco dopo, è scattata la corsa per Allieve sulla distanza di 48 chilometri e 400 metri (undici giri). Le “panterine” hanno sempre sorvegliato la corsa, stazionando nelle prime posizioni e guidando il gruppo con più atlete nel corso della gara. Anche in questo caso, volata di gruppo che ha fatto esultare i veneti del Conscio Zhiraf Guerciotti grazie a Michela De Grandis, a segno davanti a Stella Greco (Valcar Cylance) ed Emma Bernardi (Ciclismo Insieme). Per le “panterine”, tris di piazzamenti: quarta ai piedi del podio la reggiana Elisa Incerti, mentre sesta e settima sono giunte le bresciane Greta Bonazzoli e Silvia Bortolotti.

A chiudere il cerchio, la gara Open, dove le “panterine” Juniores erano in gara per 80 chilometri e 300 metri insieme alle più navigate Elite. Come nelle gare mattutine, nessun sussulto di cronaca, con il gruppo saldamente compatto fino allo sprint finale che ha incoronato la bergamasca Martina Fidanza, ma ha reso anche felice Sofia Collinelli, settima e prima Junior. Nella classifica di categoria, altre tre “frecce” del VO2 Team Pink: quarta la torinese Eleonora Camilla Gasparrini, settima la piacentina Martina Sgrisleri e ottava la modenese Chiara Cavallini.

Risultati

Ordine d’arrivo Donne Esordienti: 1° Asia Zanoni (Team Nuvolento) 26 chilometri e 400 metri in 44 minuti e 29 secondi, media 35,609 chilometri orari, 2° Alessia Rossetti (Ju Green Gorla Minore), 3° Marta Pavesi (Valcar Cylance), 4° Greta Cettolin (Young Team Arcade), 5° Veronica Grisotto (Breganze Wilier Team), 6° Elena Delogu (VO2 Team Pink), 7° Alessia Zambelli (Uc Ossanesga), 8° Camilla Locatelli (Sc Cesano Maderno), 9° Gaia Bertogna (Valvasone), 10° Arianna Giordani (VO2 Team Pink)

Ordine d’arrivo Donne Allieve: 1° Michela De Grandis (Conscio Zhiraf Guerciotti) 48 chilometri e 400 metri in 1 ora 19 minuti e 59 secondi, media 36,308 chilometri, 2° Stella Greco (Valcar Cylance), 3° Emma Bernardi (Ciclismo Insieme), 4° Elisa Incerti (VO2 Team Pink), 5° Romina Costantini (Valvasone), 6° Greta Bonazzoli (VO2 Team Pink), 7° Silvia Bortolotti (VO2 Team Pink), 8° Laura Lizette Sander (Cannibal Cycling Team), 9° Valentina Basilico (Cesano Maderno), 10° Emma Redaelli (Valcar Cylance).

Ordine d’arrivo Open femminile: 1° Martina Fidanza (Eurotarget Bianchi Vittoria) 80 chilometri in 2 ore e 57 minuti, media 39,835 chilometri orari, 2° Rachele Barbieri (Bepink) s.t., 3° Silvia Zanardi (BePink), 4° Laura Tomasi (Top Girls Fassa Bortolo), 5° Arianna Fidanza (Eurotarget Bianchi Vittoria), 6° Giorgia Vettorello (Conscio Zhiraf Guerciotti), 7° Sofia Collinelli (VO2 Team Pink), 8° Giorgia Bariani (Alé Cipollini), 9° Elisabetta Zanotto (Team Lady Zuliani), 10° Anastasia Carbonari (Born to Win).

Classifica Donne Juniores: 1° Sofia Collinelli (VO2 Team Pink), 2° Elisabetta Zanotto (Team Lady Zuliani), 3° Lara Scarselli (Ciclismo Insieme), 4° Eleonora Camilla Gasparrini (VO2 Team Pink), 5° Gaia Bevilacqua (Conscio Zhiraf Guerciotti), 6° Sofia Zamperetti (Conscio Zhiraf Guerciotti), 7° Martina Sgrisleri (VO2 Team Pink), 8° Chiara Cavallini (VO2 Team Pink), 9° Vanessa Michieletto (Breganze Wilier), 10° Lara Crestanello (Ciclismo Insieme).

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

Boels Dolmans in rosa per la ricerca sul cancro al seno

Boels-Dolmans kit rosa all’Amstel contro il cancro

Boels Dolmans sostiene la ricerca sul cancro al seno con un nuovo kit rosa che verrà indossato durante la prossima Amstel Gold Race

Boels Dolmans in rosa contro il cancro

Boels Dolmans in rosa contro il cancro

sostiene la ricerca sul cancro al seno con un nuovo kit rosa a supporto della Pink Ribbon. Le nuove divise verranno usate all’Amstel Gold Race il 21 aprile nei Paesi Bassi così come delle biciclette speciali.

La campagna avrà il suo culmine con l’asta benefica online dei kit speciali e delle biciclette con il ricavato che verrà donato all’associazione Pink Ribbon.

“Abbiamo discusso dell’argomento con i nostri ragazzi, quasi tutti conoscono qualcuno vicino, in famiglia o amiche, che sono affetti da cancro al seno. Tutti gli aiuti per sconfiggere questa malattia potenzialmente mortale sono una cosa importante. La campagna Pink Ribbon vuole attirare l’attenzione sul problema con l’obiettivo di raccogliere più denaro possibile” ha spiegato il il team manager Erwin Janssen.

 

Pink Ribbon è un’associazione internazionale che finanzia ricerche e progetti scientifici incentrati sul trattamento, sull’assistenza post-operatoria e sugli effetti a lungo termine del cancro. La divise sono realizzate da Santini, il partner tecnico di Boels-Dolmans, che , ha disegnato il kit rosa per rappresentare la lotta contro il cancro al seno. Non saranno solo le divise ad essere tinte di rosa, anche utilizzerà biciclette, caschi e scarpe saranno colorate e perfino i veicoli di supporto della squadra saranno anche avvolti con una decalcomania rosa.

“Siamo onorati di essere di supporto alla campagna per aiutare la battaglia contro il cancro al seno – ha detto Paola Santini, responsabile marketing Santini Cycling Wear – è un argomento che sentiamo molto vicino e vogliamo dare il nostro contributo con questi speciali kit rosa per la Amstel Gold Race.”

Sofia Collinelli regala la prima vittoria al VO2 Team Pink

Sofia Collinelli regala la prima vittoria 2019 al VO2 Team Pink

Sofia Collinelli regala la prima vittoria al VO2 Team Pink A Buttrio la figlia d’arte è quarta nella gara Open e “regina” di categoria

Sofia Collinelli (fonte comunicato stampa)

Sofia Collinelli (fonte comunicato stampa)

Colpo doppio pre-pasquale per il VO2 Team Pink, sodalizio piacentino che lascia il segno nelle gare di metà aprile e festeggia i primi successi della stagione 2019.

La vittoria numero uno della nuova annata sui pedali è arrivata grazie a Sofia Collinelli, “panterina” ravennate della formazione Donne Juniores e figlia d’arte, con il papà (e direttore sportivo del team) Andrea oro olimpico ad Atlanta 1996. A Buttrio (Udine), nella Giornata Rosa del Friuli, la ciclista romagnola ha conquistato il quarto posto assoluto nella gara Open (vinta da Diana Klimova della Zhiraf Guerciotti) e risultando la prima Junior al traguardo, vincendo così la propria categoria. Nella top ten Donne Juniores, altre due “panterine”: quarta la milanese Aurora Mantovani (seconda di categoria domenica scorsa a Ceparana) e quinta la torinese Eleonora Camilla Gasparrini.

Dal Friuli alla Romagna, sempre con il VO2 Team Pink protagonista, questa volta a Riccione. Nella gara Allieve, valida come campionato regionale, la torinese Martina Sanfilippo ha messo a segno un colpo doppio: secondo posto alle spalle della vincitrice Eleonora Ciabocco e maglia giallorossa di campionessa dell’Emilia Romagna, con Francesca Pellegrini (Valcar Cylance) a completare il podio di giornata deciso da una fuga. A due minuti e dieci secondi il gruppo, regolato dalla “panterina” bresciana Silvia Bortolotti, mentre decima generale è arrivata un’altra freccia della squadra, la parmense Giulia Raimondi.

Infine, nelle Esordienti ottavo posto per Elena Delogu (secondi anni), con Linda Ferrari e Mia Costantini rispettivamente settima e ottava nei primi anni.

Risultati

Ordine d’arrivo Open Buttrio: 1° Diana Klimova (Zhiraf Guerciotti) 90 chilometri e 100 metri in 2 ore 22 minuti 35 secondi, media 37,915 chilometri orari, 2° Spela Kern (Btc City Ljubljana), 3° Katia Ragusa (BePink), 4° Sofia Collinelli (VO2 Team Pink), 5° Silvia Magri (BePink), 6° Alessia Patuelli (Breganze Wilier Team), 7° Arianna Fidanza (Eurotarget Bianchi Vittoria), 8° Gaia Masetti (Breganze Wilier Team), 9° Silvia Pollicini (Valcar Cylance), 10° Vania Canvelli (BePink).

Classifica Donne Juniores Buttrio: 1° Sofia Collinelli (VO2 Team Pink), 2° Alessia Patuelli (Breganze Wilier Team), 3° Gaia Masetti (Breganze Wilier Team), 4° Aurora Mantovani (VO2 Team Pink), 5° Eleonora Camilla Gasparrini (VO2 Team Pink), 6° Giorgia Catarzi (Ciclismo Insieme), 7° Prisca Savi (Scv Bike Cadorago), 8° Asia Zontone (Jam’s Bike Team Buja), 9° Giada Borghesi (Team Lapierre Trentino Alè), 10° Gaia Bevilacqua (Conscio Zhiraf Guerciotti).

Ordine d’arrivo Allieve Riccione: 1° Eleonora Ciabocco (Team Di Federico Pink) 49 chilometri 400 metri in 1 ora 19 minuti 10 secondi, media 37,440 chilometri orari, 2° Martina Sanfilippo (VO2 Team Pink), 3° Francesca Pellegrini (Valcar Cylance), 4° Silvia Bortolotti (VO2 Team Pink) a 2 minuti 10 secondi, 5° Rebecca Bacchettini (Uc Foligno), 6° Patrizia Parravano (Team Di Federico Blue), 7° Carlotta Cipressi (Re Artù  General System), 8° Emma Redaelli (Valcar Cylance), 9° Serena Semoli (Olimpia Valdarnese), 10° Giulia Raimondi (VO2 Team Pink).

Donne Esordienti secondo anno Riccione: 1° Beatrice Bertolini (M.B. Victory Team) 26 chilometri e 600 metri in 43 minuti 20 secondi, media 36,831 chilometri orari, 2° Melissa Urbinati (Re Artù General System), 3° Marta Pavesi (Valcar Cylance), 4° Vittoria Bigliardi (S.c. Cavriago), 5° Alessia Rossetti (Ju Green Gorla Minore), 6° Martina Naturani (Cadeo Carpaneto), 7° Valentina Zanzi (Re Artù General System), 8° Elena Delogu (VO2 Team Pink), 9° Virginia Gelichi (Ciclistica San Miniato Santa Croce), 10° Asia Zanoni (Team Nuvolento)

Donne Esordienti primo anno Riccione: 1° Camilla Colombo (Ju Green Gorla Minore), 2° Vittoria Pirro (Villongo), 3° Anita Cocchioni (Uc Foligno), 4° Irma Siri (Cadeo Carpaneto), 5° Marisol Dalla Pietà (Cadeo Carpaneto), 6° Letizia Tasciotti (Ciclistica San Miniato Santa Croce), 7° Linda Ferrari (VO2 Team Pink), 8° Mia Costantini (VO2 Team Pink), 9° Giorgia Malcotti (Grafiche Zorzi Meccanica Melzani), 10° Sara Albanesi (Pedale Rossoblù Picenum).

FONTE COMUNICATO STAMPA