Landa trionfa alla Vuelta a Burgos 2017

Landa trionfa alla Vuelta a Burgos 2017, Lopez vince l’ultima tappa

Landa trionfa

Miguel Angel Lopez

Landa trionfa alla Vuelta a Burgos 2017:  il basco in del Team Sky domina nell’intera settimana di gara e porta a casa la classifica generale al termine dell’ultima tappa conquistata da Miguel Angel Lopez (Astana).

L’ultima frazione è caratterizzata dalla fuga di 14 corridori che mantengono la testa della corsa fino ai piedi dell’ascesa finale di Lagunas de Neila, in cui si scatena la lotta alla classifica generale.

Sono tre i corridori che si danno battaglia ed arrivano appaiati all’ultimo chilometro grazie al forcing operato dal leader della generale: Landa, Enric Mas (Quick Step Floors) e Miguel Angel Lopez.

La tappa va a Lopez ma è Mikel Landa chi gioisce di più coronando il suo incredibile periodo di forma con la conquista della corsa iberica.

Vuelta Burgos Carlos Barbero vince la tappa

Vuelta Burgos Carlos Barbero vince a Clunia

Vuelta Burgos Carlos Barbero

Carlos Barbero festeggia

Vuelta Burgos Carlos Barbero della Movistar fa sua la penultima frazione della corsa spagnola disputata sulla distanza di 147 km tra Bodegas Nabal e Clunia precedendo il trentino Gianni Moscon.

 

La tappa di oggi non prevedeva grandi asperità ed era ideale per i velocisti, le squadre dei velocisti sono riusciti a tenere chiusa la corsa. Dopo pochi km è partita una fuga con Benjamin King (Team Dimension Data), Antonie Duchesne (Direct Énergiie), Etienne Van Empel (Roompot-Nederlandse Loterij) e Marcos Jurado (Burgos-BH).

Come si diceva, i team delle “ruote veloci” (su tutte Sky e Quick Step) hanno tenuto a distanza di sicurezza i fuggitivi tanto da riprenderli al momento più opportuno.

Gli ultimi km in leggera salita hanno premiato Carlos Barbero che trionfa in questa tappa della Vuelta Burgos che ha visto una buona prova degli atleti italiani: il veronese Mauro Finetto (Delko Marseille Provence KTM) ha colto un ottimo quarto mentre il trentino Matteo Trentin (Quick Step Floors) ha concluso sesto.

Mikel Landa (Team Sky) è sempre in maglia viola con 27″ di vantaggio su David De La Cruz (Quick Step Floors) e 46″ su Enric Mas (Quick Step-Floors).

Vuelta a Burgos Landa in super forma

Vuelta a Burgos Landa

Landa festeggia

Vuelta a Burgos Landa è inarrestabile

Vuelta a Burgos Landa, dato da tutti come favorito della corsa spagnola, sta assolutamente rispettando le previsioni. Dopo aver vinto la prima frazione, il basco ha fatto sua anche la terza tappa della Vuelta a Burgos, partita da Ojo Guareña.

Alle spalle del padrone di casa si sono piazzati due corridori della Quick Step Floors; a 9″  David De la Cruz mentre 41″ più tardi è arrivato Enric Mas. I due compagni di squadra hanno provato a mettere in difficoltà lo spagnolo ma in questa Vuelta Burgo Landa è davvero un gradino sopra tutti gli altri corridori.

Altra ottima prova di Gianni Moscon che si è totalmente messo a disposizione del compagno di team dettando un grandisimo ritmo nell’erta finale e giungendo al traguardo ottavo a 1’27″ dal suo capitano

Landa ha rafforzato ancor di più la sua leadership in classifica generale; il basco ora guida con 27″ su De la Cruz, 46’” su Mas, 54″ su Rosón e 1’02” su López

Matteo Trentin compleanno con vittoria alla Vuelta a Burgos

Matteo Trentin compleanno con un regalo speciale

Matteo Trentin compleanno

Matteo Trentin sul podio

Matteo Trentin compleanno e vittoria alla Vuelta a Burgos, un giorno sicuramente da ricordare per l’atleta della Quick Step-Floors. Sul traguardo di Belorado a trionfare è stato il nostro Matteo Trentin alle cui spalle sono giunti Adam Blythe della Aqua Blue Sport e Tim Ariesen della Roompot-Nederlandse Loterij.

La seconda frazione della La tappa è stata caratterizzata da una fuga di 7 corridori: Benjiamin King (Dimension Data), Lluis Mas (Caja Rural-Seguros RGA), Alexandre Pichot (Direct Energie), Daniel Diaz (Delko-Marseille Provence KTM), Sjoerd Van Ginneken (Roompot-Nederlandse Loterij) e Ibai Salas (Burgos-BH).

I team dei velocisti, però, pregustavano il prevedibile arrivo allo sprint ed in particolare Quick-Step Floors e Cofidis hanno lavorato per tenere sotto controllo la fuga tanto che agli 8 km dalla conclusione hanno riassorbito gli attaccanti di giornata. Fuga doveva essere e fuga è stata con uno splendido Matteo Trentin che ha fatto valere il suo spunto veloce.

Mikel Landa (Team Sky) conserva ma maglia viola di leader della generale con 2″ di vantaggio su Sergei Chernetski (Astana Pro Team) e 3″ su Julian Alaphilippe (Quick Step-Floors). Domani è in programma la terza frazione, primo dei due arrivi previsti dalla corsa spagnola. L’arrivo è previsto sul Picón Blanco, salita inedita di 8.5 km con una pendenza media del 9%.

Mikel Landa vince alla Vuelta a Burgos

Mikel Landa vince alla Vuelta a Burgos e conferma il suo ottimo periodo.

Mikel Landa vince

Mikel Landa sul podio

Mikel Landa vince alla Vuelta a Burgos confermando il suo stato di grazia dopo un finale di Giro d’Italia in crescendo e un Tour concluso ad un soffio dal podio di Parigi. Già sabato alla Clásica San Sebastián aveva fatto la voce grossa giungendo però soltanto quinti. Oggi il basco ha fatto sua la prima frazione della Vuelta a Burgos.

Il portacolori del team Sky, grande favorito della corsa,  si è avvantaggiato nel finale insieme a Sergei Chernetski (Astana Pro Team), Matteo Trentin (Quick Step-Floors) e Lasse Norman Hansen (Aqua Blue Sport). Il nostro Trentin non ha resistito al ritmo e nell’ultimo km ha dovuto cedere terreno mentre Landa affondava il colpo andato a trionfare con 2 secondi di vantaggio sul russo del Team Astana. In terza posizione si è classificato un eccezionale Alaphilippe (Quick Step-Floors), autore di una grande rimonta nei metri conclusivi.

Mikel Landa conquista dunque tappa e maglia con il medesimo vantaggio fatto registrare al traguardo in quando non sono previsti abbuoni all’arrivo.

Domani è in programma la Oña-Belorado di 153 km che presenta una sola asperità e con ogni probabilità si risolverà in volata, alte le possibilità di conservare la maglia per l’iberico.