Stephen Delcourt sull’incidente a Marta Cavalli

Stephen Delcourt (fonte profilo Linkedin)

Stephen Delcourt (fonte profilo Linkedin)

Stephen Delcourt, manager della FDJ-Suez-Futuroscope, ha parlato dell’incidente che ha coinvolto Marta Cavalli al Tour de France

Stephen Delcourt manager della FDJ-Suez-Futuroscope, formazione in cui milita Marta Cavalli, ha detto la sua sull’incidente che ha coinvolto la ciclista italiana durante la seconda tappa del Tour de France 2022.

Ricordiamo che la Cavalli, vittima di una caduta, è stata investita quando dalla australiana Nicole Frain. Marta ha cercato con tutte le forze di risalire in sella ma lo Staff della formazione francese ha optato, giustamente, per evitare rischi per la salute dell’atleta preferendo il ritiro dalla corsa.

Il manager ha “attaccato” Nicole Frain della Parkhotel Valkenburg: “la squadra Parkhotel ha deciso che Nicole Frain continuerà a corere il Tour de France e per me non è corretto. In ogni lavoro, se hai una colpa, il tuo datore di lavoro può fermarti per qualche tempo” ha spiegato Delcourt a VeloNews.

Il manager della FDJ-Suez-Futuroscope ha proseguito “ho una figlia e se mia figlia fosse nella stessa situazione, la fermerei. Qui bisogna cambiare mentalità, non si può giocare con la vita delle atlete. Sono un manager e la cosa che più mi spaventa è dover chiamare una famiglia per annunciare che la propria figlia è in ospedale. Andiamo spesso vicino al dramma e non è giusto, abbiamo le chiavi per cambiare il ciclismo ma dobbiamo impegnarci tutti”.

La Frain ha voluto dare la sua versione dei fatti su Instagram, scusandosi con le colleghe coinvolte.