Stefano Casagranda ciclista trentino, la storia

Stefano Casagranda

Stefano Casagranda ciclista trentino vincitore di una tappa alla Parigi-Nizza 1996 ed un al Giro del Trentino 1997

Stefano Casagranda nasce a Borgo Valsugana, in provincia di Trento, il 23 marzo 1973. Dopo le categorie giovanili, passa dilettante nel 1993 vestendo la maglia del G.S. Prodet cogliendo il terzo posto ne La Popolarissima.
L’anno seguente il trentino è settimo al Trofeo ZSSDI e nel 1995, con la maglia del G.S. Maglificio MG Boys, conquista la vittoria nel Trofeo Mario Zanchi ed al G.P. San Rocco a Tezze sul Brenta.

Casagrande vince una tappa alla Parigi-Nizza 1996

Nel ’96 Stefano Casagranda passa professionista con la MG Boys Maglificio ed il 14 marzo conquista la sua prima vittoria tra “i grandi” conquistando il successo nella quinta frazione della Parigi-Nizza sul traguardo di Millau precedendo Laurent Jalabert. Stefano prende parte al Giro d’Italia dove coglie un nono posto di tappa. L’anno successivo in nativo di Borgo Valsugana corre il Giro e chiude al sedicesimo posto al campionato italiano a cronometro.

Casagrande vince una tappa al Giro del Trentino 1997

Nel 1998 si accasa alla Riso Scotti con cui prende parte al Giro del Trentino dove conquista il successo nella tappa inaugurale sul traguardo di Merano davanti allo svizzero Bruno Boscardin indossando per il giorno la maglia di leader della corsa. Stefano prende parte sia al Giro che al Tour ma in entrambe i casi non completa la corsa.

Nel ’99 corre per l’Amica Chips-Costa de Almeria con cui prende parte sia al Giro di Svizzera che alla Vuelta a España. L’anno seguente passa alla Alessio con cui coglie il quarto posto nella tappa di Karlovy Vary alla Corsa della Pace ed il secondo posto nella frazione di Neustadt/Aisch all’International Bayern Rundfarht.

Ad agosto Stefano prende parte alla Vuelta a Castilla y Leon e conquista la vittoria nella tappa di Zamora davanti allo spagnolo Miguel Ángel Martín Perdiguero. Nello stesso mese è secondo nella tappa della Volta a Comunidade Galega con arrivo ad Orense e a settembre prende parte alla Vuelta a España dove coglie il terzo posto nella tappa di Saragozza.

Nel 2001 Stefano Casagranda è ottavo al Giro della Provincia di Siracusa e al Giro d’Italia è sesto nella tappa conclusiva di Milano. A luglio è ottavo alla Prueba Villafranca de Ordizia e terzo alla Clasica de Sabiñánigo vinta da Ángel Vicios mentre ad agosto è primo nella frazione di Odense al Giro di Danimarca allungando in solitaria e tagliando l’arrivo con 11 secondi di margine su Daniele Contrini.

Nella stagione seguente l’atleta di Borgo Valsugana è quarto nella tappa di Rouen al Tour de France e coglie la vittoria nella prima frazione del Regio-Tour con arrivo a Guebwiller.

Nel 2003 Casagranda è terzo ad inizio anno al Grand Prix d’Ouverture La Marseillaise e ad aprile chiude al secondo posto nel Grand Prix Pino Cerami alle spalle di Bart Voskamp mentre l’anno successivo corre la sua ultima annata da professionista.