Sergio Scremin ciclista veneto, la storia

Sergio Scremin

Sergio Scremin

Sergio Scremin ciclista veneto, ottimo dilettante e professionista dal 1985 al 1990 senza cogliere vittorie personali

Sergio Scremin nasce a Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova, l’1 maggio 1963. Dopo le categorie giovanili, passa dilettante con la maglia del G.S. Quarella Marmi nel 1982 cogliendo il successo nel GP Industria e Commercio a San Vendemiano, all’Astico-Brenta ed il terzo posto al Piccolo Giro di Lombardia dietro a Gianmarco Saccani e a Roberto Pagnin.

L’anno seguente Scremin è primo al Giro della Provincia di Rovigo, nella settima tappa del Giro Ciclistico d’Italia dilettanti e soprattutto conquista la vittoria al Piccolo Giro di Lombardia davanti a Roberto Taesi e  Flavio Chesini. Sergio viene selezionato per le l’Universiadi di Edmonton dove conquista la medaglia d’oro ed è poi al via del Campionato del Mondo dilettanti di Altenrhein.

Nel 1984 il veneto è primo al Giro del Salento e l’anno seguente passa professionista con la maglia della Vini Ricordi con cui è terzo al GP Industria & Artigianato alle spalle di Pierino Gavazzi e Jesper Worre, corre il suo primo Giro d’Italia e a luglio è nono al G.P. Camaiore mentre ad agosto chiude nono al Giro dell’Umbria e quinto alla Tre Valli Varesine vinta da Giovanni Mantovani.

L’anno successivo Sergio Scremin è secondo alla Millemetri del Corso di Mestre alle spalle dello svizzero Urs Freuler e nel 1987 completa il Giro del Trentino al dodicesimo posto, è al via del Giro d’Italia completando la corsa ed al Giro del Veneto chiude diciannovesimo.

Nell’88 corre per l’Atala-Ofmega e l’anno successivo prende parte al Giro di Svizzera ed al Giro del Lussemburgo. Sergio nel 1990 passa alla Selle Italia con cui corre il suo terzo Giro d’Italia e a fine stagione abbandona il professionismo.