Robbert de Greef è morto dopo un mese di lotta

Robbert De Greef (fonte Wikipedia)

Robbert De Greef (fonte Wikipedia)

Robbert de Greef è morto a soli 27 anni

Robbert de Greef è morto a per un’emorragia cerebrale che lo ha colto dopo un mese dall’arresto cardiaco durante la Omloop van de Braakman

Robbert de Greef è morto, il corridore belga non ce l’ha fatta e, questa mattina, è morto a soli 27 dopo che un’emorragia cerebrale lo aveva colpito la scorsa notte.

Sabato 30 marzo, nel corso della Omloop van de Braakman gara del calendario nazionale, il ventisettenne della Alecto è stato vittima di un infarto nei primissimi chilometri della corsa.

Il personale sanitario presente al seguito della gara ha provato a rianimarlo, riuscendovi solamente dopo numerosi tentativi. Il ragazzo è stato trasportato presso l’Ospedale di Anversa ma fin sa subito le sue condizioni sono apparse disperate. Nonostante la situazione critica, Robbert ha lottato tanto che nei giorni scorsi era stata ventilata l’idea di un trapianto di cuore appena le sue condizioni si fossero stabilizzate.

Lo stesso Team Alecto aveva confermato la possibilità del trapianto cardiaco durante l’Arno Wallaard memorial (corsa in memoria di un atleta morto per problemi cardiaci) appena le condizioni di salute di Robbert si fossero stabilizzate.

Purtroppo il destino di De Greef aveva in serbo un’evoluzione totalmente diversa e l’emorragia della scorsa notte è stata fatale. Robbert de Greef è morto questa mattina lasciando nello sconforto amici e parenti.

Robbert De Greef chi era

Robbert De Greef era nato nel mese di agosto del 1991 e era passato nel 2018 tra i professionisti con la Roompot-Nederlandse Loterij grazie a una serie di ottime prestazioni fatte registrare l’anno precedente e che gli erano valse la chiamata del team Professional.

Nel 2019 era tornato a gareggiare in una squadra Continental, la Alecto, con cui era giunto secondo alla Ronde van Drenthe alle spalle del solo Pim Ligthart.