Orfeo Pizzoferrato ciclista abruzzese

Orfeo PIZZOFERRATO (fonte profilo facebook )

Orfeo PIZZOFERRATO (fonte profilo facebook )

Orfeo Pizzoferrato, la sua carriera

Orfeo Pizzoferrato ciclista abruzzese, dal grande talento nelle prove in pista e a cronometro, professionista dal 1980 al 1981

Orfeo Pizzoferrato nasce a Venere di Pescina il 19 gennaio 1951 e si avvicina al ciclismo mettendo in luce fin da subito ottime doti di passista ed inseguitore. Orfeo pratica con successo anche la pista ottenendo ottimi successi e sviluppando, inevitabilmente, qualità da cronoman.
Nel ’73 con i colori del G.S. Pejo è secondo di tappa al Giro della Valle d’Aosta sull’arrivo di Pont-Saint-Martin alle spalle di Uriano Goffetti mentre l’anno seguente, vestendo la maglia del G.S. Domus, si laurea campione italiano su pista nell’inseguimento dilettanti. Ai Campionati del Mondo di Montreal, su pista, è secondo nell’inseguimento.
Nel 1975 Orfeo passa alla G.S. Inoxpran  e vince la Coppa San Geo, è oro ai Giochi del Mediterraneo nell’inseguimento individuale, si laurea nuovamente campione italiano nell’insegumento ed ai Mondiali di Rocourt, in Belgio, è terzo sempre nell’inseguimento. L’anno successivo, l’abruzzese è nuovamente Campione italiana su pista nell’inseguimento e vince la prova tricolore a cronometro riservata ai dilettanti. Orfeo vince anche il titolo nazionale nell’Individuale a Punti Indoor.
Alle Olimpiadi di Montreal del 1976 conclude al quinto posto nell’Inseguimento Individuale e, sempre in quella stagione, raleizza il Record Mondiale dei 4 km su pista coperta con il tempo di 4’53″18.
Nel ’77 Orfeo Pizzoferrato è secondo nella sesta tappa della Corsa della PAce, vince la quarta tappa della Settimana Ciclistica Bergamasca concludendo al secondo posto della classifica generale alle spalle del polacco Janusz Bienek.
Il 1978 è un anno particolarmente prolifico per Orfeo Pizzoferrato che veste i colori della S.C. La Nuova Baggio – San Siro e vince il titolo tricolore nell’inseguimento individuale ed in quello a squadre. Ottiene la maglia tricolore nella cronometro individuale dilettati, è secondo al  Trofeo Zssdi alle spalle di Pierluigi Sala e vince una tappa alla Settimana Bergamasca e una al Giro della Valle d’Aosta. Inoltre l’abruzzese riesce a ritoccare il suo Record Mondiale dei 4 km su pista con 4’47″219 e  quello ei 5 km su pista coperta con 6’00″029.
Nel settembre del 1980 Orfeo Pizzoferrato passa professionista con la Landisport restandoci sino alla fine del 1981, partecipando a due Campionati Mondiali di Inseguimento ottenendo il sesto posto nell’80 e venendo eliminato nelle qualificazioni nell’81.