Mauro Zinetti ciclista bergamasco, la storia

Mauro Zinetti

Mauro Zinetti

Mauro Zinetti ciclista bergamasco dalle qualità di velocista, vincitore di una tappa al Hessen-Rundfahrt ed al Regio Tour nel 1999

Mauro Zinetti nasce il 26 giugno1975 a Gazzaniga, in provincia di Bergamo. Si avvicina al ciclismo a sette anni mettendo presto in mostra il suo talento con i colori della SCL Gazzanighese, formazione del suo paese. Nelle categorie giovanili ottiene quasi cento successi tra cui, nel 1988, il titolo di Campionato Italiano Esordienti. Da juniores, corre nella Romanese, diretta da Bevilacqua assieme a Mirco Celestino e Valoti vincendo il Campionato Italiano Cronometro a squadre.

Passato dilettante Mauro Zinetti mette in luce le sue qualità di velocista e conquista diversi successi e piazzamenti: è nono alla Montecarlo-Alassio ’96 e nel 1997, con il Team Colpack Polti, fa suo il Trofeo Papà Cervi davanti a Leonardo Scarselli, il Trofeo Luciano Pasinetti ed il Trofeo Alcide De Gasperi.

Dopo un periodo come stagista, passa professionista nel 1998 con la Polti vincendo ad aprile la Côte Picarde davanti al francese Jean-Michel Thilloy e prendendo parte, senza concluderla, alla Vuelta a España. Nel ’99 il bergamasco conquista la sesta tappa Hessen-Rundfahrt chiudendo quinto in generale e la terza tappa della Regio Tour ed è quarto nella seconda tappa della Settimana Ciclistica Internazionale-Memorial Cecchi Gori.

Nel 2000 corre per la Colpack ed è terzo al G.P. Costa degli Etruschi dietro a Mario Cipollini ed Endrio Leoni, terzo al G.P. Città di Chiasso a quattro secondi da Giuliano Figueras e settimo al Trofeo Laigueglia vinto da Daniele Nardello.

Mauro Zinetti nel 2001 si accasa alla Alexia Alluminio e l’anno seguente è quarto al G.P. Pino Cerami vinto dall’americano Kirk O’Bee, è quattordicesimo alla Milano-Sanremo e fa il suo esordio al Giro d’Italia supportando il capitano Paolo Savoldelli nella conquista della corsa rosa, alla Parigi-Roubaix e al Giro di Lombardia.

Nel 2003 entra nell’Amore & Vita-Beretta conquistando la vittoria nella prima tappa della Course de la Solidarité Olympique ed un quarto posto di tappa al Brixia Tour. 

L’anno successivo si accasa alla Vini Caldirola-Nobili Rubinetterie ed è secondo al Giro della Provincia di Reggio Calabria alle spalle del lettone Andris Naudužs e terzo in due frazioni del Tour du Limousin.

A fine stagione 2004 Mauro Zinetti decide di abbandonare l’attività professionistica per dedicarsi sia come tecnico che come dirigente, all’attività della Gazzanighese.