Massimiliano Martini ciclista toscano, la storia

Massimiliano Martini

Massimiliano Martini

Massimiliano Martini ciclista toscano, buon dilettante e professionista per due stagioni con la maglia dell’Amore & Vita

Massimiliano Martini nasce a Lucca l’8 febbraio 1975. Avvicinatosi al ciclismo si mette in luce sin dalle categorie giovanili ottenendo, nel 1993, il secondo posto al Campionato Italiano juniores alle spalle di Flavio Zandarin ed il 22esimo al Campionato del Mondo di categoria vinto da Giuseppe Palumbo.

Il toscano nel 1996 passa Under23 con la maglia del G.S. Il Micco cogliendo il secondo posto al Circuito Isolano-Coppa Egidio Re ed il quinto alla Milano-Reggio Emilia. L’anno successivo Massimiliano Martini corre per il G.S. Giusti Vellutex Vigorplant completando al 25esimo posto il Giro della Vallonia, al terzo il GP Di Poggiana dietro a Raivis Belohvoščiks e Leonardo Giordani ed è primo alla Coppa Città di Asti.

Nel 1998 Martini a giugno è primo nella tappa di Romano d’Ezzelino al Giro Ciclistico d’Italia e ad ottobre chiude al secondo posto nel Memorial Gino Consigli e quindicesimo all’International Hessen Rundfahrt.

Massimiliano passa professionista nel 2000 con la Amore & Vita con cui l’anno prima aveva svolto un periodo come stagista. Al primo anno il toscano vince una tappa alla Vuelta a Cuba e la stagione successiva a febbraio è sesto al Trophy Riviera II e prende parte al Giro di Svezia ottenendo un undicesimo posto di tappa.

A fine stagione Massimiliano Martini abbandona il ciclismo professionistico.