Marco Serpellini ciclista bergamasco, la storia

Marco Serpellini

Marco Serpellini (fonte Wikipedia)

Marco Serpellini ciclista bergamasco vincitore della Volta a Portugal e nono alla Vuelta a España 1998

Marco Serpellini nasce a Lovere, in provincia di Bergamo, il 14 agosto 1972. Avvicinatosi giovane al mondo del ciclismo, nel 1990 conquista il titolo di Campione del Mondo tra gli juniores passando, l’anno successivo, tra i dilettanti con la maglia della G.S. Mecair-Rossin con cui conquista la Targa Libero Ferrario.

Nel 1992 il bergamasco conquista il Trofeo Memorial Pesenti Maddalena in Cortese ed il Giro del Canavese davanti a Daniele Ferrario ed Oscar Pozzi mentre la stagione seguente è terzo al Trofeo Alcide De Gasperi e quarto al Circuito Guazzorese venendo chiamato come stagiaire dall’Ariostea.

Il 1994 è l’anno del passaggio tra i professionisti con la maglia della Lampre cogliendo il terzo posto alla Hofbrau Cup prendendo parte al Tour de France dove sfiora la vittoria nella decima tappa chiudendo secondo, sul traguardo di Cahors, staccato di 55 secondi da Jacky Durand.

Marco Serpellini vince il GP Pino Cerami 1996

Nel 1995 Marco Serpellini ottiene un quinto posto di tappa al Tour de Pologne ed è decimo alla Gent-Wevelgem per poi passare, l’anno seguente, alla Panaria con cui ad aprile conquista la vittoria nel G.P. Pino Cerami davanti agli svizzeri Beat Zberg e Felice Puttini ed al Tour de Suisse è secondo nella tappa di Ulrichen alle spalle del kazako Andrej Teterjuk.

Nel 1997 Serpellini corre per la Brescialat vincendo il Giro del Medio Brenta e chiudendo al terzo posto la Tre Valli Varesine alle spalle di Roberto Caruso e Dario Andriotto.

Nel ’98 a marzo è quinto alla Freccia del Brabante e ad aprile conquista nuovamente la vittoria al GP Pino Cerami precedendo di sedici secondi Biagio Conte. A maggio fa la sua prima apparizione al Giro d’Italia completando la corsa al 70esimo posto finale.

Marco Serpellini vince la Volta a Portugal 1998

Ad agosto il bergamasco è al via del Giro del Portogallo conquistando la vittoria nella tappa di Portalegre davanti a Wladimir Belli, il terzo posto nella successiva cronometro di Marvão vinta da Azevedo, il terzo posto nella settima tappa con arrivo a Torre e nella cronometro di Cantanhede. Serpellini conquista la vittoria nella classifica generale con 3’29” di vantaggio sul portoghese Orlando Sergio Rodrigues.

Marco Serpellini nono alla Vuelta a España 1998

A settembre è al via della Vuelta cogliendo il quarto posto nella frazione di Sabiñanigo e chiudendo la corsa al nono posto finale a 8’58” da Abraham Olano. Ad ottobre Serpellini è terzo nella Milano-Torino alle spalle degli elvetici Niki Aebersold e Oscar Camenzind.

Nel 1999 Marco torna a vestire i colori della Lampre ottenendo il secondo posto nella tredicesima tappa del Tour de France sul traguardi di Albi alle spalle di Totò Commesso. A settembre è secondo nella Coppa Sabatini vinta da  Dmitrij Konyšev e ad ottobre è secondo al Giro del Piemonte alle spalle di Andrea Tafi. Grazie a questa serie di buoni risultati viene convocato per il Campionato del mondo di ciclismo su strada conquistando la quindicesima piazza.

L’anno seguente Serpellini a marzo è secondo nella tappa di Torricella Sicura alla Tirreno-Adriatico superato di 18 secondi dall’olandese Michael Boogerd e a maggio, vince la terza tappa della Euskal Bizikleta sull’arrivo di Bilbao davanti a José Vicente García.

A settembre il bergamasco conquista la vittoria nel Gran Premio Bruno Beghelli davanti a Romāns Vainšteins e ad ottobre è terzo nella Japan Cup alle spalle di Massimo Codol e Gabriele Missaglia.

Nel 2001 Serpellini ottiene un terzo posto di tappa alla Tirreno-Adriatico ed il quarto posto alla Japan Cup a 1’34” da Gilberto Simoni. L’anno successivo è quarto al Giro di Lombardia vinto da Michele Bartoli e quinto alla Milano-Torino.

Nel 2003 il bergamasco torna al successo conquistando il Gran Premio Città di Camaiore davanti a Danilo Di Luca ed è decimo al G.P. Kanton Aargau Gippingen. La stagione seguente passa alla Gerolsteiner con cui è quarto al Giro del Lazio e nono alla Coppa Romano Ballerini. Nel 2006 Marco Serpellini corre la sua ultima annata da professionista con la Unibet conquistando la quarta tappa della Course de la Paix.