Germano Pierdomenico ciclista abruzzese, la storia

Germano Pierdomenico

Germano Pierdomenico

Germano Pierdomenico ciclista abruzzese, secondo alla Freccia del Brabante 1998 e sesto alla Tirreno-Adriatico 1998

Germano Pierdomenico nasce a Torrevecchia Teatina in provincia di Chieti, il 6 dicembre 1967. Dopo la trafila nelle categorie giovanili, passa dilettante correndo per il G.S. Caffé Lunik-Aran Cucine con cui conquista la Coppa Fiera di Mercatale 1989 ed è secondo al Trofeo Mario Zanchi alle spalle di Stefano Cortinovis.

Nel 1990 Germano passa professionista con la GIS Gelati prendendo parte alla Milano-Sanremo e l’anno seguente è terzo Giro della Provincia di Reggio Calabria alle spalle di Andrea Ferrigato e Rolf Aldag e quinto nella settima tappa della Tirreno-Adriatico. L’abruzzese è al via del Giro d’Italia per la prima volta in carriera completando la corsa al 39esimo posto finale a 1h35’01” da Franco Chioccioli.

Nel ’92 Pierdomenico passa alla Mercatone Uno conquistando il successo nella prima frazione del Grand Prix Tell, breve corsa a tappe svizzera, ed ottenendo un terzo posto di tappa nella settima frazione del Giro d’Italia da Roccaraso a Melfi dietro a Guido Bontempi e Giuseppe Petito completando la corsa al 68esimo posto finale. L’anno successivo ottiene due quinti posti di tappa alla Tirreno-Adriatico e prende parte per la prima volta in carriera alla Vuelta a Espana.

Germano Pierdomenico nel 1994 ottiene il nono posto al Giro dell’Etna vinto da Stefano Zanini ed è ventesimo nella Montecarlo-Alassio. L’anno successivo entra nell’organico dell’Amore&Vita con cui conquista la vittoria nella tredicesima frazione dell’Herald Sun Tour sul traguardo di Broadmeadows davanti all’australiano Damien Forster e al tedesco Marcel Wüst.

Corridore generoso Piedomenico se svincolato da compiti di gregariato, riesce a cogliere buoni piazzamenti come il quarto posto al Giro di Sardegna 1996 a 47″ da Gabriele Colombo con la maglia della Cantina Tollo.

Germano Pierdomenico secondo alla Freccia del Brabante 1998

Nel ’97 è terzo alla Route Adélie e l’anno seguente vive una delle stagioni più ricche di soddisfazioni: Pierdomenico si classifica secondo al Giro di Romagna alle spalle di Michele Bartoloni e alla Freccia del Brabante a cinque secondi da Johan Museeuw. Pierdomenico è anche sesto nell’Amstel Gold Race a 32″ da Rolf Järmann.

Germano Pierdomenico sesto alla Tirreno-Adriatico 1998

Al via della corsa dei due mari, l’abruzzese si distingue entrando al terzo posto della generale al termine della seconda frazione e cogliendo il sesto posto nella tappa di Tivoli vinta da Gabriele Colombo. Germano completa la corsa al sesto posto a 13:22 dallo svizzero Rolf Järmann.

Pierdomenico si ritira al termine della stagione 2000 vestendo i panni del direttore sportivo per diverse formazioni tra cui la stessa Cantina Tollo e la Formaggi Pinzolo.