Franco Ongarato ciclista padovano

Franco Ongarato (fonte Wikipedia)

Franco Ongarato (fonte Wikipedia)

Franco Ongarato ciclista padovano

Franco Ongarato ciclista padovano, ottimo tra i dilettanti e professionista per due stagioni, fermato da un problema fisico

Franco Ongarato nasce a Padova, il 29 maggio 1949. Si avvicina presto al ciclismo e nel 1965 è secondo al Campionato Italiano a cronometro tra gli allievi. Si divide tra strada e pista Franco che nel ’67 conquista il titolo tricolore nella cronometro a squadre ed è secondo al campionato italiano di velocità su pista.
Ongarato veste i colori della Società Ciclisti Padovani per poi passare dilettante con il Pedale Ravennate nel 1969 con cui vince il G.P. Omnibus, il Trofeo Comune di Piadena e una tappa del Giro delle Provincie del Lazio.

Nel 1970 ottiene buoni piazzamenti di tappa alla Milk Race e vince 2 tappe al Giro di Bulgaria sui traguardi di Dobrič e  Burgas. L’anno seguente conquista la vittoria nella tappa di Varsavia alla Corsa della Pace.

Nel ’72 vince una tappa al Giro Ciclistico d’Italia completando la corsa al settimo posto e vincendo la classifica a punti, è quarto al Trofeo IVI e quinto al Giro del Piave. Si classifica terzo a Monaco di Baviera nella prova preolimpica venendo selezionato per i Giochi Olimpici di Monaco di Baviera 1972, nella corsa in linea, non riuscendo ad arrivare al traguardo ed è riserva per la 100km a squadre. Proprio per essere al via della rassegna a cinque cerchi, Ongarato rinuncia ad un contratto con la Scic che lo vuole tra i professionisti.

Nel 1973 arriva finalmente il passaggio tra i professionisti con la maglia della Dreher. A marzo è terzo alla Sassari-Cagliari alle spalle di Patrick Sercu e Marino Basso e prende parte alla Tirreno-Adriatico ottenendo il terzo posto nella tappa di Tortoreto, in quella di Civitanova Marche e a San Benedetto del Tronto. Schierato al via del Giro d’Italia ottiene un terzo posto e due quinti di tappa completando la corsa rosa al 113esimo posto., maglia nera, a quasi quattro ore e mezzo dal Eddy Merckx.

L’anno seguente il padovano passa alla Filcas con cui si mette in luce al Giro di Sardegna e al Giro di Puglia dove l’11 maggio 1974 disputa la sua ultima corsa professionistica. Subito dopo il termine della gara, infatti, Franco Ongarato ha un diverbio con il presidente della Filcas e lascia la squadra forte di un preaccordo con la Magniflez.

Il 15 agosto, mentre si trova a Lignano Sabbiadoro, tuffandosi in mare si frattura due vertebre. Franco resta paralizzato per un anno a cui segue un percorso riabilitativo che lo porta, inevitabilmente, a lasciare il ciclismo.