Fabrizio Settembrini ciclista imolese, la storia

Fabrizio Settembrini

Fabrizio Settembrini

Fabrizio Settembrini ciclista imolese, professionista dal 1991 al 1998 e vincitore una tappa alla Settimana Bergamasca 1993

Fabrizio Settembrini nasce ad Imola, il 24 giugno 1967. Da ragazzi prende parte ai Giochi della Gioventù dove si innamora del ciclismo entrano, nel 1981, nella Placci Panazza dove corre per cinque anni.

Passato dilettante con la BMW Lanzoni di Forlì nel 1986, l’imolese è primo al Giro delle Prealpi Friulane ed alla Schio-Ossario del Pasubio nell’88. L’anno successivo vince nuovamente Schio-Ossario del Pasubio, è secondo Orsago-Col Alt ed è quinto Giro delle Prealpi Friulane.

Nel 1990 Settembrini, coi colori della De Lorenzi Ceramiche, è secondo al Giro della Valle d’Aosta alle spalle di Ivan Gotti e vince il GP Cima Gaiardin ed il Trofeo Tricolore venendo chiamato in nazionale per la Settimana Bergamasca.

L’anno seguente passa il ciclista imolese passa professionista con l’Italbonifica-Navigare con cui è diciannovesimo al GP Industria & Artigianato. Nel 1992 è nono al Giro del Trentino a 4’03” da Claudio Chiappucci, quattordicesimo al Giro di Toscana e prende parte al Giro d’Italia completando la corsa in 59esima posizione.

Settembrini vince una tappa alla Settimana Bergamasca 1993

Nel 1993 Fabrizio Settembrini veste la maglia della Navigare-Blue Storm con cui prende parte alla Vuelta a España, è quinta nella seconda tappa della Vuelta delle Valli Minerarie e chiude undicesimo al campionato italiano in linea vinto da Massimo Podenzana. In quell’anno l’imolese coglie la sua prima ed unica vittoria tra i professionisti nella cronoscalata Fonte Bracca-Selvino, frazione della Settimana Bergamasca dove completa la corsa in quinta posizione.

L’anno successivo non riesce a trovare continuità ed è costretto al ritiro sia al Giro che alla Vuelta vivendo una stagione davvero sotto le aspettative. Nel 1995 entra nell’organico dell’Amore & Vita cogliendo come miglior risultato il diciottesimo posto alla Milano-Vignola.

Nel 1996 Settembrini è quarto al Giro della Romagna alle spalle di Andrea Ferrigato, Michele Bartoli ed Oscar Pellicioli, decimo nel Giro delle Valli Aretine ed undicesimo alla Coppa Sabatini.

Nel 1997 Fabrizio Settembrini corre con Marco Pantani alla Mercatone Uno prendendo parte al Giro di Svizzera e cogliendo il settimo posto al Gran Premio Bruno Beghelli vinto da Stefano Zanini. Nel ’98 corre per la squadra spagnola Estepona en Marcha e a fine stagione scende di sella.