Ettore Pastorelli ciclista bresciano, la storia

Ettore Pastorelli

Ettore Pastorelli

Ettore Pastorelli ciclista bresciano professionista dal 1988 al 1992 vincendo una tappa e vestendo la maglia amarillo alla Vuelta a España 1988

Ettore Pastorelli nasce a Concesio, in provincia di Brescia, il 24 maggio 1966. Dopo le categorie giovanili si distringue tra i dilettanti correndo per il G.S. Carrera Jeans con cui è secondo in due tappa del Giro della Valle d’Aosta e, soprattutto, conquista il Piccolo Giro d’Emilia.

Nel 1988, a soli 22 anni, passa professionista con la Carrera Jeans-Vagabond di Davide Boifava con cui si mette in luce al Giro del Delfinato chiudendo secondo la prima tappa alle spalle del canadese Steve Bauer e terzo nella seconda frazione dietro ai francesi Christophe Manin e Régis Simon. Pastorelli è anche terzo nella frazione di Saint-Christol-lès-Alès al GP du Midi-Libre superato da Andreas Kappes e Arjan Jagt

Ettore Pastorelli in maglia amarillo alla Vuelta a España 1988

Pastorelli viene schierato al via della Vuelta a España conquistando la vittoria nella tappa inaugurale di Santa Cruz de Tenerife vestendo per un giorno la maglia amarillo ed è decimo nella quarta frazione ma è costretto al ritiro prima del termine della corsa. A fine stagione prende parte alla Parigi-Tours chiudendo quattordicesimo.

Nell’89 a febbraio è quarto nel Trofeo Luis Puig vinto da Mathieu Hermans e a marzo prende parte alla Parigi-Nizza ottenendo un ottavo e due noni posti parziali. Ad aprile prende parte alla Vuelta senza ripetere l’exploit di dodici mesi prima ottenendo solamente un quarto posto nella prima tappa in linea a Santiago di Compostela.

Passato alla Jolly Componibili per la stagione 1990 prende parte nuovamente alla Vuelta a Espana cogliendo il quinto posto nella frazione di Murcia vinta da Nico Emonds ed il terzo posto nella tappa di Siviglia dietro al belga Benny Van Brabant e al britannico Malcolm Elliott.

Nel 1991 Ettore Pastorelli entra nell’organico della Gis Gelati ottenendo il 22esimo posto al Giro del Piemonte e vincendo due tappe dell’Allied Banks Tour in Sud Africa. Nel ’92 la squadra diventa Mercatone Uno ed il bresciano corre l’ultima stagione da pro vincendo la sesta tappa della Vuelta Ciclista Argentina da Villa Mercedes a Rio Cuarto.