Dylan Groenewegen e gli occhiali speciali

Dylan Groenewegen e gli occhiali Scicon

Dylan Groenewegen e gli occhiali Scicon

Dylan Groenewegen del Team Jayco AlUla ha fatto parlare di se per i suoi occhiali Scicon modello Aeroscope

Dylan Groenewegen, del Team Jayco AlUla, ha fatto parlare di se negli scorsi giorni per via dei suoi particolari occhiali sfoggiati lungo strade del Tour de France 2024. Gli occhiali, prodotti da Scicon, hanno ricordato a molti la “maschera di Batman”.

Lo stesso team di Groenewegen ha mostrato sui social alcune immagini del ciclista e dei suoi innovativi occhiali che, in effetti, presentato un nasello aerodinamico integrato decisamente inconsueto.

Insomma l’aerodinamica ormai la da padrone nel ciclismo ed anche la forma degli occhiali ne può risentire. In uno sport in cui, spesso, il divario tra gli atleti è questione di watt o di millimetri anche ottimizzare l’occhiale può diventare funzionale a cogliere la vittoria al fotofinish.

Del resto proprio la resistenza all’aria è uno degli elementi che ogni atleta, soprattutto i ciclisti, vuole sconfiggere. Ecco che Groenewegen si è fatto realizzare un nasello speciale per i suoi occhiali Scicon Aeroscope che riduce al massimo il passaggio dell’aria tra nasello e occhiali.

I nuovi occhiali da sole di Dylan Groenewegen portano l’innovazione a nuovi livelli e hanno fatto sbizzarrire la fantasia dei creatori di “meme” sul web per via del “naso da pipistrello”

Scicon non è l’unico brand a commercializzare occhiali dotati di naselli aerodinamici e c’è da pensare che l’inusuale aspetto di Batman-Groenewegen, possa diventare comune a molti atleti.

Questa non è la prima volta che le aziende di occhiali da sole si cimentano con i nasi aerodinamici. Circa due anni fa, Oakley aveva messo sul mercato occhiali con nasello svasato ed una con la linea sopraccigliare sagomata finalizzanti, anche in questo caso a ridurre la resistenza all’aria.