Dalia Muccioli ciclista romagnola, la sua storia

Dalia Muccioli

Dalia Muccioli

Dalia Muccioli ciclista romagnola, professionista dal 2012 al 2019, laureatasi Campionessa Italiana in linea nel 2013

Dalia Muccioli nasce a Cesenatico il 22 maggio 1993 e si avvicina al ciclismo a circa otto anni entrando tra gli juniores e mettendosi in mostra fin da subito per le sue qualità di passista e scalatrice. Nel 2011 la Muccioli ottiene un bel quarto posto ai Campionati Europei di Offida che vedono trionfare Rossella Ratto da Jessy Druyts.

A meno di 19 anni, Dalia passa tra le Elite con il Team BePink sotto la guida di Walter Zini vincendo la classifica dei giovani alla Route de France ottenendo anche un bellissimo ottavo posto di tappa ed il Trofeo Rosa di Premariacco. La Muccioli a fine stagione viene chiamata in nazionale, come riserva, per i Campionati Mondiali di Valkenburg.

Dalia Muccioli Campionessa italiana 2013

Nel 2013 arriva la prima vittoria tra le Elite conquistando, il 9 giugno, la vittoria al G.P. Kanton Aargau Gippingen precedendo sull’arrivo l’elvetica Doris Schweizer. Undici giorni più tardi dali conquista il titolo di Campionessa italiana in linea a Rancio Valcuvia, in provincia di Varese. Prima dell’ultimo passaggio sul circuito di Rancio la Muccioli va via assieme a Susanna Zorzi scavando un margine che sfiora i 30 secondi. Dalia stacca la Zorzi ma viene ripresa da Elisa Longo Borghini, tutto lascia pensare ad una voltata a due per la maglia tricolore ma nella discesa la Longo Borghini cade e la Muccioli si invola in solitaria alla vittoria con sedici secondi su Giorgia Bronzini.

Nello stesso anno è quarta alla Muri Fermani vinta da Alena Amjaljusik e chiude all’ottavo posto i campionati Europei U23 di Olomouc ed al Giro d’Italia chiude al 29esimo posto finale, suo miglior risultato in carriera.

A fine stagione Dalia è nuovamente selezionata come riserva per i Campionati del Mondo in Toscana e nella cronometro a squadre ottiene l’undicesimo posto.

Nel 2014 la Muccioli veste la maglia all’Astana-BePink senza ottenere successi ma solamente qualche buon piazzamento. La romagnola è terza di tappa alla Gracia-Orlova chiudendo all’ottavo posto della generale, è quarta al Giro dell’Emilia vinto da Rossella Ratto e nona nella prova a cronometro del campionato italiano.

Nel 2015 passa alla Alé Cycling di Giovanni Fidanza con cui ottiene il terzo posto al Campionato italiano in linea alle spalle di Elena Cecchini ed Elisa Longo Borghini. Al Tour Cycliste Féminin International de l’Ardèche ottiene un 19esimo posto di tappa.

Nel 2016 è nona nella terza frazione del Giro del Trentino Alto Adige – Sudtirol chiudendo la corsa al 14esimo posto finale. L’anno dopo, passata tra le fila della Valcar, Dalia Muccioli ottiene la vittoria nella seconda frazione del Giro della Campania in Rosa ed è sedicesima al G.P. della Liberazione Pink e 28esima al G.P. de Plumelec-Morbihan.

Nel 2018 arriva, ad aprile, un bel quarto posto al Tour of Chongming Island vinto da Charlotte Becker ed a settembre la vittoria della prima tappa del Giro delle Marche in Rosa.

Al termine della stagione 2019 annuncia il suo ritiro dall’attività agonistica.