Cycling Team Friuli al Gp Adria Mobil

Cycling Team Friuli al Gp Adria Mobil

14/07/2019 - Villa del Conte (Pd) - Gallio (Vi) - 34 Giro del Medio Brenta - 1.2 ME - 178,8 km - nella foto: Cycling Team Friuli al foglio firma © Riccardo Scanferla - Photors.it

Cycling Team Friuli al Gp Adria Mobil

Cycling Team Friuli al Gp Adria Mobil: La classica internazionale slovena è già nel mirino dei ragazzi bianco-neri apparsi in grande crescita nei recenti appuntamenti

Ancora Slovenia per il Cycling Team Friuli che domenica si presenterà ai nastri di partenza del 6° GP AdriaMobil in programma Novo Mesto nel nord est del paese.

La gara organizzata dall’omonima società è di classe UCI 1.2 e si disputerà sul tradizionale tracciato di 181 chilometri suddivisi in una prima parte in linea di circa 75 chilometri con le asperità di Brezovica e Vatha, a cui seguono due giri di circa 50 chilometri ricavati nei dintorni di Novo Mesto e, infine, gli ultimi due giri sul circuito finale di 4 chilometri sull’anello della splendida città vecchia con diversi tratti in pavè.

Il team friulano punterà su di una formazione agguerrita con i passisti Andrea Pietrobon, Riccardo Carretta e Fran Miholjevic, i grimpeur Gabriele Petrelli e Martin Nessler e le due ruote veloci Matteo Donegà e Nicolò Buratti appena rientrato dalla convocazione in nazionale.

“Il secondo appuntamento in Slovenia è una classica che conosciamo molto bene, e che ha visto i nostri colori sempre protagonisti. Nel 2018 Nicola Venchiarutti firmò un secondo posto che fu il trampolino di lancio del suo percorso di crescita. Auspichiamo che la storia possa ripetersi con i giovani che porteremo a Novo Mesto in questo avvio di stagione. Anche quest’anno il livello di partenti è eccellente, con formazioni esperte e vincenti che hanno molte più gare nelle gambe rispetto a noi, ma i nostri ragazzi sono in un trend di crescita che può permetterci di essere già competitivi. Generalmente la gara si è sempre decisa con una volata ristretta ma il percorso è difficile da interpretare e potrebbe riservare delle sorprese. Per questo i nostri ragazzi devono essere pronti a inserirsi in tutti i tentativi di fuga e a cogliere le opportunità che si presenteranno” ha spiegato il ds Andrea Fusaz.

FONTE COMUNICATO STAMPA – Photo: Riccardo Scanferla – www.photors.it