Ciclismo e abbronzatura: rischi e soluzioni

Ciclismo e abbronzatura (fonte Pixabay - MBatty)

Ciclismo e abbronzatura (fonte Pixabay - MBatty)

Ciclismo e abbronzatura hanno un rapporto “conflittuale” vediamo come prevenire eventuali scottature con vestiti e creme specifiche

Il caldo e l’estate sono arrivate e la passione per la bicicletta non diminuisce anzi, col caldo, aumenta. Ma uno dei pericoli che corriamo in questo periodo, oltre ai colpi di calore, sono le scottature. Ecco che una buona protezione solare diventa un alleato stretto di ogni ciclista.

Proteggere la pelle è sempre più importante e dovrebbe essere un argomento di interesse di tutti in quanto le malattie correlate ad una eccessiva esposizione solare sono cosa ormai nota.

Attenzione il sole svolge funzioni importantissime per il nostro corpo e l’esposizione ha certamente aspetti benefici ma, come ogni cosa, va modulata e controllata. Una bella abbronzatura piace a tutti (anche la classica abbronzatura “da ciclista”?) ma la salute viene prima di tutto.

Ricordiamo che l’abbigliamento da ciclismo è un primo strumento per prevenire problemi. Suggeriamo sempre di utilizzare prodotti di marca che, se è vero che hanno un costo a volte più altro, offrono qualità e protezioni maggiori. Il materiale dei nostri kit è quindi importante per evitare scottature anche “sotto i vestiti” che spesso si indentificano i pruriti, spesso sul dorso del corpo del ciclista.

Attenzione poi alla copertura della testa che, sempre protetta dal casco (meglio se adeguatamente strutturato per garantire la massima ventilazione), può comunque (proprio attraverso i fori di ventilazione) permettere il passaggio dei raggi solari. Ecco che magari l’uso di una bandana con tessuto tecnico può venire in aiuto.

I rischi dermatologici legati alla esposizione solare possono essere prevenuti coi vestiti e con, come detto, la corretta crema solare. Molti ciclisti vanno fieri dei “tagli” nell’abbronzatura tipica dei pedalatori ma il sole va rispettato attraverso le dovute precauzioni.

Esistono in commercio molti validi prodotti, alcuni ei quali specifici per chi pedala. E’ importante, però, spalmare correttamente la protezione solare su viso, braccia gambe e collo. Ideale sarebbe adoperare una crema con protezione non inferiore a 30 applicandola mezz’ora prima dell’uscita in modo di permettere l’assorbimento della pelle.

Esistono come detto, creme speciali per chi pratica il ciclismo che non irrita gli occhi. In estate è sempre importante prendersi cura della propria pelle in modo che uno stile di vita sano attraverso la pratica del fare del ciclismo su strada o della mountain bike non si trasformi in un rischio potenziale per la tua pelle.

Ricordiamo, a tal proposito, quanto accadde al ciclista professionista Louis Meintjes che prese una “bella scottata” e fu bonariamente preso in giro dai colleghi del gruppo.