Cesare Cipollini ciclista fratello di Mario

Cesare Cipollini

Cesare Cipollini

Cesare Cipollini, la sua carriera

Cesare Cipollini ciclista fratello di Mario, fenomenale nelle categorie giovanili che passato professionista ha colto meno di quanto non meritasse

Cesare Cipollini nasce a Belfort, in Francia, il  16 dicembre 1958, fratello maggiore di Mario Cipollini,  si avvicina giovane al ciclismo mettendo presto in luce ottime qualità tanto da essere considerato uno dei maggiori talenti del ciclismo azzurro. Nel 1976 nonostante sia ancora un Juniores, viene convocato per le Olimpiadi di Montréal dove fa registrare il record del Mondo nell’inseguimento a squadre assieme a Saronni, Candido e Callari.

Passato dilettante, Cesare coglie otto vittorie tra cui la Firenze-Viareggio e il Giro delle Tre Provincie, restando per un solo anno nella categorie e passando professionista a soli 20 anni in forma di una deroga della federazione stessa, ottenuta oltre che da lui solo da Giuseppe Saronni. Cesare Cipollini firma il suo primo contratto professionistico con la  Magniflex-Torpado di Primo Franchin e l’anno seguente passa alla San Giacomo con cui fa il suo esordio al Giro d’Italia ed ottiene un buon decimo posto alla Coppa Sabatini.

Nel 1980 Cesare passa alla Famcucine per poi passare alla Selle San Marco con cui ottiene il nono posto nel Giro di Campania nel 1981; nel 1983 Cipollini entra nell’organico della Dromedario di Carlo Menicagli ottenendo il terzo posto a Partinico, l’ottavo alla Coppa Bernocchi e conquistando la vittoria al Giro dell’Emilia bruciando sul traguardo Daniele Caroli e il norvegese Dag Erik Pedersen. Nel 1984 per Cesare arriva il settimo posto nei campionati italiani in linea.

Nel 1987 Cesare veste i colori della Pepsi Cola-Alba Cucine mettendosi in luce soprattutto nelle gare americane: vince il prologo e la quinta tappa della Vuelta a Mendoza in Argentina  ed è secondo nella Philadelphia International Championship alle spalle dell’americano Tom Schuler della 7-eleven. L’anno seguente Cipollini si trasferisce alla Gis Gelati per poi passare alla Del Tongo con cui ottiene il terzo posto al GP Sanson ed il nono nel Trofeo Laigueglia. Nel 1990 Cipollini veste i colori della Italbonifica  con cui chiude la carriera professionistica.

Cesare Cipollini  ha tre figli, Cecilia e Francesco, oltre al piccolo Edoardo, ed è stato sottoposto, nel 2019,  ad un intervento di trapianto cardiaco al Policlinico Sant’Orsola di Bologna.