Basso: “Alessandro Fancellu è il corridore del futuro”

Ivan Basso (fonte pagina Facebook)

Ivan Basso (fonte pagina Facebook)

Basso parla di Fancellu e Pozzovivo

Basso e Alberto Contador sono pronti a sbarcare tra i team Professional con la loro Eolo Kometa e strizzano l’occhio a Domenico Pozzovivo

Basso e Alberto Contador sono pronti a sbarcare tra i team Professional con la loro Eolo Kometa per la stagione 2021 incrementando anche lo staff della squadra. L’obiettivo è quello di presentarsi al grande palcoscenico ottenendo gli adeguati inviti per le corse più importanti e, perché no, di essere al via del prossimo Giro d’Italia.

Secondo voci insistenti del  Ciclomercato, la formazione del varesino e dello spagnolo avrebbe messo gli occhi su un atleta in grado di fare da chioccia per i tanti giovani talenti in roster: Domenico Pozzovivo.

E’ stato lo stesso Basso a confermare l’interesse verso il ciclista lucano, durante un suo intervento alla trasmissione Radiocorsa di RaiSport:

Pozzovivo è un corridore che ci interessa ma ha un contratto con un’altra squadra che sta attraversando un momento di difficoltà

Il team di Basso ha un progetto ambizioso e sponsor in grado di garantire, almeno per i prossimi tre anni, un budget in aumento:

Vogliamo meritarci sul campo di partecipare alle grandi corse lavorando bene, senza chiedere nulla a nessuno. Avere la possibilità di crescere dopo tre anni di Continental è già un sogno. Eolo e Kometa hanno un accordo per tre anni, con un aumento ogni anno dell’investimento.

Il progetto della formazione di “Ivan il Terribile” è a lungo raggio e, anche se negli ultimi anni ha dovuto cedere qualche talento (non senza dolore), ora pare pronta per competere a livello più alto. Ma quali prospettive ci possono essere per giovani talenti, soprattutto italiani? Ivan Basso è certo: Alessandro Fancellu. Il comasco, anno 2000, farà il suo esordio nel World Tour con la Trek-Segafredo di Vincenzo Nibali dopo aver preso parte al Giro Under23 e aver chiuso terzo al l Tour of Antalya.

Basso ha spero parole di elogio per il comasco:

Il corridore del futuro è Alessandro , può  competere anche per le corse a tappe:  lui vale i corridori emergenti della nuova genereazione. E’ dotato di grande talento e siamo convinti possa sorprenderci, è il miglior corridore in circolazione per le corse a tappe