Aristide Ratti ciclista lecchese

Aristide Ratti

Aristide Ratti

Aristide Ratti: la sua carriera

Aristide Ratti ciclista lecchese ottimo nelle categorie under23 che passato tra i professionisti non ha colto quanto meritava

Aristide Ratti nasce a Lecco il 7 giugno 1982, dopo le categorie giovanili, tra gli under23 ottiene diversi successi con la maglia del GS Bottoli Artoni. Nel 2003 conquista il Giro del Casentino, il Trofeo Comune di Acqunegra sul Chiese, la Coppa d’Inverno ed è secondo al Campionato Italiano U23 alle spalle di Giovanni Visconti.

In quella stagione Aristide Ratti viene convocato in azzurro per gli Europei di Atene ottenendo il 14esimo posto e per i Campionati del Mondo di Hamilton chiudendo al 21esimo posto. L’anno seguente Ratti vince la tappa inaugurale con arrivo a Varallo e chiude al secondo posto il generale al Giro della Valsesia alle spalle di Ivano Sanzovo. Sempre nel 2004 arriva un secondo posto al Trofeo Città di Brescia e la vittoria del Trogeo Gavardo e della Coppa d’Inverno, sul traguardo di Biassono, per la seconda volta consecutiva.
Nel 2005 Aristide Ratti vince il Memorial Angelo Fumagalli e coglie diversi piazzamenti tra cui il terzo posto al Trofeo Matteotti e alla Coppa Colli Briantei. L’anno seguente arriva la conquista del Trofeo Petroli Firenze – Memorial Corrado Pelatti mentre nel 2007 Ratti conquista il Trofeo Biondi e chiude secondo al Circuito Molinese.

Nel 2008 Aristide Ratti firma con la formazione Continental dell’A-Style Somn ottenendo un terzo posto di tappa alla Vuelta Ciclistica a Navarra. Nel 2010 il lecchese prende parte al Brussels Cycling Classic ottenendo il 20esimo posto, alla Milano-Sanremo completando la gara al 132esimo posto  ed al Giro di Lombardia, ritirandosi.

Nel 2011 con i colori del Team Wit ottiene il nono posto al GP Jurmala in Lettonia e nel 2012 è sesto nella frazione inaugurale del Tour of Slovenia con la Team Idea con cui chiude la carriera professionistica al termine di quella stagione sportiva.