Alfredo Balloni ciclista laziale, la storia

Alfredo Balloni

Alfredo Balloni

Alfredo Balloni ciclista laziale, campione italiano U23 a cronometro 2009 e professionista dal 2010 al 2014

Alfredo Balloni nasce a Roma, il 20 settembre 1989 e cresce a Blera in provincia di Viterbo. Avvicinatosi al ciclismo, nel 2005 conquista il titolo di campione italiano juniores a cronometro.

L’anno seguente Balloni è primo al campionato italiano su strada davanti ad Adriano Malori e terzo nella prova a cronometro dietro a Malori e Pagani. Dopo aver chiuso al quarto posto il campionato europeo a cronometro vinto da Dmitri Sokolov è settimo al Mondiale juniores di Spa, sia nella prova in linea, vinta da Diego Ulissi, che in quella a cronometro in cui a trionfare è Marcel Kittel. Ad agosto il ciclista laziale prende parte al Giro della Lunigiana completando la corsa al quarto posto della classifica generale.

L’anno seguente Alfredo Balloni è secondo al Giro della Toscana a 21″ dal tedesco Dominik Nerz ed il 26 giugno conquista, a Novi Ligure, il titolo di campione italiano juniores a cronometro precedendo Nicola Boem. Alfredo è poi sesto nella prova a cronometro dei campionati europei di Sofia nella prova cronometro di categoria vinta da Il’nur Zakarin e ad agosto è settimo nella rassegna iridata juniores ad Aguascaliente, in Messico, in cui a vincere è Ulissi.

Balloni passa quindi tra i Dilettanti Under-23 nel 2008 con la Lucchini-Neri-Nuova Comauto, società toscana di Lamporecchio vincendo la tappa di Jonquiere alla Coupe des Nations Ville Saguenay davanti a Rui Costa completando la corsa al terzo gradino del podio dietro a Thomas Vedel Kvist ed al portoghese.

Alfredo Balloni campione italiano U23 a cronometro 2009

Alfredo Balloni il 23 giugno 2009, ad Imola, conquista il titolo di campione italiano Under23 a cronometro davanti ad Adriano Malori ed Alessandro Stocco ed il giorno seguente è secondo nella prova su strada alle spalle di Matteo Rabottini. Dopo aver chiuso al settimo posto la prova contro il tempo del campionato europeo U23, il ciclista laziale è secondo al GP Citta’ di Felino dietro a Richie Porte e prende parte al Campionato del Mondo di Mendrisio chiudendo al sesto posto la prova a cronometro U23 vinta dall’australiano Jack Bobridge.

L’anno seguente il laziale passa professionista entrando nell’organico della Lampre insieme a Malori. Alfredo prende parte al Giro delle Fiandre ed alla Parigi-Roubaix, senza completare le corse ed è tredicesimo al campionato italiano a cronometro vinto da Marco Pinotti. Ad agosto prende parte al Giro del Portogallo dove completa la corsa al diciassettesimo posto della generale a 6’10” da David Blanco.

Nel 2011 il romano è dodicesimo al campionato italiano a cronometro e nel complesso vive un’annata avara di gloria. L’anno successivo si trasferisce alla Farnese Vini-Selle Italia con cui coglie il quarto posto nella tappa di Turgutreis al Presidential Cycling Tour of Turkey e fa il suo esordio al Giro d’Italia dove è costretto al ritiro anticipato.

Dopo aver chiuso al nono posto il campionato italiano a cronometro, prende parte in estate al Tour of Qinghai Lake dove coglie un quinto ed un settimo posto di tappa.

Dopo essere rimasto per qualche mese senza squadra, a maggio del 2013 si accorda con la Ceramica Flaminia di Simone Borgheresi cogliendo l’ottavo posto al Giro del Medio Brenta ed il quinto al Tour du Jura a 3’17” dall’austriaco Matthias Brändle.

Nel 2014 Alfredo Balloni corre per la Nankang-Fondriest ed è undicesimo al Tour de Berne ed al campionato italiano a cronometro di Malé, vinto da Malori, chiude ottavo. L’anno successivo il ciclista di Roma corre il Tour of Gila con la maglia dell’Amore & Vita-USA Racing.