Vuelta Colombia: otto atleti positivi!

Vuelta Colombia: uno stillicidio di positività all’antidoping

Vuelta Colombia

Vuelta Colombia

segnata da numerosi casi di doping nell’edizione 2017; attraverso un comunicato stampa ufficiale, l’Unione Ciclistica Internazionale ha annunciato che i controlli antidoping effettuati nel corso dell’ultima Vuelta Colombia hanno fatto emergere ben otto casi di positività.

Sei corridori sono risultati positivi al CERA già alla cronometro a squadre (disputata al primo agosto) che ha inaugurato la corsa. I nomi degli atleti positivi durante la Vuelta Colombia sono: Luis Alberto Largo Quintero (Sogamoso, già squalificato due anni per doping fino al gennaio 2016), Jonathan Felipe Paredes Hernandez (Indeportes), Edward Fabian Diaz Cárdenas (che quella tappa l’aveva vinta con la sua EPM), Fabio Nelson Montenegro Forero (Indeportes), Luis Camargo Flechas (Supergiros) e Fabian Robinson López Rivera (Lotería Boyacá)  che aveva chiuso 14esimo in generale e miglior giovane e che ha visto sfumare il suo passaggio alla Trevigiani di cui abbiamo già parlato.

Il giorno successivo a cadere nelle maglie dell’antidoping è stato il 32enne boliviano della Movistar, Oscar Soli, che al termine della Vuelta Colombia si era piazzato in ottava posizione. Anche in questo caso la sostanza incriminata è la celeberrima CERA.

Nella decima tappa, invece, la positività di Juan Carlos Cadena Sastoque era legata a metaboliti del Nandrolone, classificato come steroide anabolizzante, 19-noretiocholanolone e 19-norandrosterone.
Insomma non una edizione della corsa da ricordare.

Condividilo sui tuoi socialShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi