Vincenzo Nibali obiettivo il Mondiale e il Giro d’Italia

Vincenzo Nibali punta a Giro d’Italia e Mondiale

Vincenzo Nibali punta a Giro d’Italia e Mondiale secondo quanto dichiarato dal Direttore Sportivo della Trek-Segafredo, Paolo Slongo

Nibali (fonte pagina facebook)

Nibali (fonte pagina facebook)

Vincenzo Nibali punta a Giro d’Italia e Mondiale! Ecco quelli che sono gli obiettivi dello Squalo dello Stretto alla ripresa della stagione agonistica 2020 dopo il prolungato stop imposto all’emergenza Covid-19. A rendere noto gli intenti del forte corridore siciliano è il suo storico preparatore e ora Il Direttore Sportivo della Trek-Segafredo, Paolo Slongo. Nessun dubbio: quando il ciclismo ripartirà a pieno regime, Enzo sarà pronto per mordere.

“con il blocco a causa del coronavirus sarà una stagione particolare per tutti, è difficile allenarsi senza sapere se e quando si ripartirà. Nel periodo del lockdown abbiamo quindi concordato con gli atleti di far decrescere la forma per poi ritrovarla, ma senza perderla più di tanto” ha spiegato Slongo.

Vincenzo Nibali, come tanti altri professionisti, non assaporano l’adrenalina della corsa dalla Parigi-Nizza e un periodo così lungo senza corse è duro da superare per chiunque.

“Abbiamo attuato un piano di allenamento simile a quello invernale con palestra e lavori aerobici e tralasciando i lavori di soglia e di fuorisoglia. Saranno le corse a dare il verdetto sulla bontà di questa scelta”  ha proseguito Slongo che si è poi concentrato sui possibili obiettivi stagionale di Vincenzo.

“vogliamo arrivare al via delle corse essendo già competitivi, stiamo con i piedi ben piantati a tessa ma ma vogliamo essere in grado di lottare per le vittorie. C’è chiaramente molta incertezza perché  non possiamo sapere come stanno gli altri dopo questo lunghissimo periodo che è un’autentica novità per tutti ha detto Slongo – gli obiettivi principali per Nibali resteranno il Giro d’Italia ed il Mondiale ma visto che la stagione è accorciata e  che non si sa come sarà il futuro di questo è meglio farsi trovare con una buona condizione ed essere competitivi fin da subito per poi vedere come vanno le cose“.

La Trek-Segafredo ha programmato un ritiro a luglio per simulare le condizioni di gare con carichi di lavoro e allenamenti specifici per arrivare pronti al blocco italiano di inizio stagione. “Nibali potrebbe correre il Gran Lombardia ed il Giro dell’Emilia per allenarsi poi in montagna prima della Tirreno-Adriatico che diventerebbe l’unica corsa a tappe prima del Giro” ha concluso Slongo.

Per ciò che concerne l’avvicinamento al mondiale, invece, tutto sarà più difficile da definire già ora.

 

 

 

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.