Tour de Pologne 2020: i top rider sono pronti

Tour de Pologne 2020 pronti al via!

Tour de Pologne 2020 al via la 77esima edizione con partenza dallo stadio Slaski di Chorzów e arrivo a Krakow: le parole dei protagonisti

Tour de Pologne 2020

Tour de Pologne 2020

Il conto alla rovescia è terminato, tutto è pronto per la partenza del 77esimo Tour de Pologne – UCI World Tour che prenderà il via domani dallo stadio Slaski di Chorzów con una tappa di apertura lunga 198 km. Dal 5 al 9 agosto sono programmati cinque emozionanti tappe da Chorzów a Krakow.

I top riders sono pronti a combattere per la vittoria: Remco Evenepoel, Simon Yates, Maximilian Schachmann e Jakob Fuglsang, con gli ultimi due che hanno dimostrato una grande condizione sabato scorso.
Per quanto riguarda la battaglia dei velocisti, tutti gli occhi sono puntati su Fabio Jakobsen, Pascal Ackermann e Dylan Groenewegen mentre sulle montagne Il’nur Zakarin and Esteban Chaves sono certamente tra i nomi più attesi.

Impossibile poi dimenticare outsider brillanti come Tomasz Marczynski, Tim Wellens e Jasper Stuyven capaci di vivacizzare la corsa.

L’iconica maglia arcobaleno completerà la griglia di partenza con Mads Pedersen, l’attuale Campione del Mondo elite su strada e Samuele Battistella, l’ultimo Campione del Mondo U23.

LE VOCI DAL GRUPPO

 

Corridori

Remco Evenepoel (Deceuninck – Quick-Step)

‘Non sono mai stato al Tour de Pologne ma ne ho sentito parlare molto. Sono davvero contento di essere qui anche se la corsa si prospetta essere davvero intensa. Ho controllato il percorso ed è assolutamente perfetto. Ho sempre voglia di imparare cose nuove e testarmi; Non so veramente cosa aspettarmi, per essere sincero. Farò del mio meglio per essere pronto per le tappe più impegnative, specialmente la 3a e la 4a. Il nuovo calendario ha chiaramente cambiato un po’ le cose e probabilmente ci saranno delle sorprese. Dovremo sicuramente essere molto attenti e concentrati ad ogni tappa. Farò tutto il possibile per supportare il Wolfpack.’

 

Jakob Fuglsang (Astana)

‘Sarà la mia prima partecipazione al Tour de Pologne ma i miei compagni mi hanno detto che è veramente una corsa bella ed emozionante, così sono felice di prendervi parte. Ho lavorato molto bene durante il training camp in altitudine a Livigno e ora non vedo l’ora di rientrare nel vivo della stagione. La Strade Bianche è stato un test per le gambe e ora affronterò la mia prima corsa a tappe qui al Tour de Pologne.’

 

Esteban Chaves (Mitchelton-Scott) 

‘Devo dire che la mia prima gara della scorsa settimana mi ha dato molta fiducia in merito al lavoro svolto in vista del resto della stagione; dobbiamo continuare a lavorare, senza fretta. Ora abbiamo più indicazioni in merito alle prestazioni rispetto anche agli altri corridori e su ciò che al momento funziona bene e ciò che manca. Abbiamo ancora tempo per lavorarci su. La 3a e 4a tappa saranno indubbiamente le più importanti per noi; possiamo essere davvero competitivi con gli scalatori nel team anche se il percorso è più collinare che pura montagna. Aggiungere giorni di gara alle mie gambe non può che farmi bene specialmente in vista dei miei prossimi appuntamenti.’

 

Rafal Majka (Team Bora-Hansgrohe): “Sono veramente entusiasta di tornare a competere alla mia corsa di casa. E’ sempre fantastico vivere un evento World Tour sulle strade polacche. Abbiamo portato un team versatile e forte, con varie opzioni per la classifica generale: Max Schachmann, Patrick Konrad e anche me stesso. Poi c’è Pascal Ackermann per gli sprint. Sono sicuro di poter contare sul massimo supporto dei miei compagni, come sempre. 

Ho appena terminato la mia prima corsa a tappe da quando la stagione è ricominciata e, nonostante sia stato coinvolto in una caduta il primo giorno, mi sento sempre meglio, giorno dopo giorno. Non vedo l’ora di regalare ai nostri fantastici sostenitori polacchi qualche emozionante giorno di gara’.

 

Fabio Jakobsen (Deceuninck – Quick-Step)

‘Non vedo l’ora di partire domani. E’ la mia prima corsa UCI WorldTour dopo la ripartenza e sono davvero contento di essere qui. Ho partecipato anche l’anno scorso e mi è piaciuto molto. Ho guardato il percorso e sicuramente ci sono le due prime tappe e l’ultima che mi si addicono moltissimo e quindi avrò parecchie occasioni per far valere le mie gambe. Abbiamo un buon team e sicuramente correremo per le vittorie di tappa ma anche per la GC.’

Direttori sportivi

Klaas Lodewyck (Deceuninck – Quick-Step)

“Pensando alle cinque tappe del Tour de Pologne di quest’anno, direi che non cambia molto per noi, dato che tre delle cinque tappe sono per velocisti e le altre due sono perfette per la GC. Riusciremo sicuramente a fare una corsa aggressiva e lottare per la classifica generale, facendo attenzione a non perdere troppo tempo con i nostri ragazzi che corrono per la GC. Il team non è cambiato nonostante la riduzione delle tappe e lo spostamento del calendario, è rimasto come previsto ad inizio stagione. Tutto come da programma”.

Mathew Hayman (Mitchelton – Scott)

“Penso che il team sia piuttosto completo. Abbiamo Luka Mezgec che ha vinto due tappe in Polonia l’anno scorso e si ripeteranno almeno due degli arrivi della passata edizione, quindi ovviamente sarà pronto per battersi nuovamente. Nei giorni per velocisti invece penseremo a Luka ma anche Daryl Impey avrà una chance di farsi valere. Abbiamo una bella squadra di scalatori come Chaves, Yates e Nieve che hanno appena corso a Burgos e sono in forma, così come Zeits alla sua prima gara dopo il lockdown. È stato piuttosto incoraggiante quello che abbiamo visto a Burgos, i ragazzi sono andati molto bene, anche come squadra, ed erano entusiasti di tornare alle corse. Le tappe sono simili alle edizioni precedenti con molti percorsi collinari, non le definirei proprio tappe di montagna; quindi cercheremo opportunità in quei due giorni, la 3a e la 4a tappa, per vedere se possiamo ottenere anche un buon risultato per la GC. “

Yaroslav Popovych (Trek – Segafredo)

 “Quest’anno il Giro della Polonia sarà due tappe più breve rispetto al solito. E’ ovviamente dovuto alla situazione del coronavirus, ma non è cambiato molto per noi. Abbiamo una squadra davvero forte qui e in quattro delle cinque tappe avremo delle buone opportunità di batterci. Solo la penultima tappa è davvero montagna, gli altri arrivi si dovrebbero concludere con uno sprint. Abbiamo quindi diverse opzioni per lottare per un risultato con Mads Pedersen, Jasper Stuyven, Edward Theuns e Emils Liepins. Molti di loro hanno già corso da quando la stagione è ricominciata, quindi speriamo in una buona prestazione qui in Polonia “.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.