Tour de France: analisi dei team alla partenza

Tour de France: ecco l’analisi dei team

Ecco l’analisi dei team che prenderanno il via al prossimo Tour de France

Tour de France

Tour de France

AG2R: il leader sarà Romain Bardet, dopo il secondo posto ottenuto nella scorsa edizione, e così come nel Team SKY la scelta degli atleti che lo affiancheranno è stata improntata a suo favore, fatta eccezione forse per il fresco campione nazionale belga Oliver Naesen.

ASTANA: la formazione kazaka a due teste: Fabio Aru e Jakob Fuglsang. Al loro fianco un battagliero gruppo di aiutanti, tra cui spicca l’italiano Dario Cataldo.

BAHRAIN MERIDA: alla prima partecipazione alla corsa francese, il team si affiderà a Jon Izagirre per la classifica generale e a Sonny Colbrelli per i successi di tappa.

BMC: il tasmaniano Richie Porte punterà alla maglia gialla tanto inseguita,. Potrà contare su validi alleati come gli italiano Caruso e De Marchi, mentre il campione olimpico Greg Van Avermaet punterà ai successi di tappa e a sfidare iSagan nel classifica della maglia verde.

BORA HANSGROHE: non ci sarà solo Peter Sagan a questo Tour de France ma anche Rafael Majka per la generale, supportato dal forte giovane Buchmann e dal neo campione nazionale tedesco Burghardt.

CANNONDALE: Uran e Rolland anni fa potevano ambire a un in  generale ma in questa edizione del Tour, uniti a Van Baarle e Bettiol, cercheranno qualche tappa. Alla classifica dovrebbe invece dedicarsi Talansky.

COFIDIS – Tutto gira attorno a Nacer Bouhanni. Per il transalpino si tratta della terza Grande Boucle e vuole giocarsi le proprie carte in volata, per poter ambire a quella maglia verde che per i francesi ha un valore ancor più rilevante. Per la generale c’è lo spagnolo Dani Navarro mentre da Luis Angel Maté ci si attendono interessanti tentativi dalla lunga distanza.

DIRECT ENERGIE– Il Tour 2017 segnerà il termine della carriera di Thomas Voeckler che sicuramente vorrà provare a vincere una tappa. Altro veterano è Sylvain Chavanel. Il velocista sarà così Thomas Boudat. Attenzione a  Lilian Calmejane, già vincitore di alcune corse in questa stagione, ma alla sua prima Grande Boucle.

DIMENSION DATA – Cavendish, Boasson Hagen e Cummings sono gli uomini di spicco della formazione sudafricana alla sua terza partecipazione al Tour de France.

FDJ– la presenza di Pinot potrebbe far pensare a una formazione improntata a lottare per la maglia gialla ma pare più credibile un posto nella maglia a pois. Per le volate Arnaud Demare proverà a sbaragliare la concorrenza.

FORTUNEO VITAL CONCEPT  – Leader del team è Eduardo Sepulveda, soprattutto in salita: le soddisfazioni principali dovrebbero giungere fughe da lontano, fughe in cui corridori come Brice FeilluMaxime Bouet Florian Vachon possono giocarsi le proprie carte.

LOTTO SOUDAL: squadra di tutto rispetto, con molti possibili protagonisti tra le proprie fila, da Greipel (anche se si vocifera che non sia al top della forma) a Benoot, da De Gendt a Wellens e Gallopin.

MOVISTAR: Nairo Quintana al via dopo le fatiche del Giro fa  aleggiare qualche dubbio intorno allo squadrone iberico, nel quale segnaliamo anche la presenza di  Valverde e dell’italiano Daniele Bennati.

ORICA SCOTTO – Gli australiani si presentano al via  con ottime carte da giocarsi sia in chiave di classifica generale sia per i successi di tappa. Esteban Chaves tenuto a lungo fuori per problemi fisici, e rientrato soltanto al Delfinato, sarà affiancato da Simon Yates, il quale potrebbe strizzare l’occhio alla generale, mettendo nel mirino la maglia bianca di miglior giovane. Roman Kreuziger, al suo ottavo Tour de France porterà esperienza. Per i successi di tappa occhio a Michael Albasini, a Jens Keukeleire Daryl Impey, mentre la cronometro inaugurale potrebbe fare sognare un inizio speciale a Luke Durbridge.

QUICK STEP FLOORS  – I belgi proveranno l’assalto alla maglia gialla con Daniel Martin che ha dimostrato un’ottima condizione al recente Delfinato, chiuso al terzo posto. Cacciatori di tappe: Philippe Gilbert Marcel Kittel, forse il velocista più atteso. Alti uomini per le tappe saranno Zdenek StybarPetr Vakoc ed il nostro Matteo Trentin.

TEAM SKY –  il leader indiscusso è Chris Froome attorno a cui è stato allestito il solito squadrone capace di sostenerlo e difenderlo potendo contare su corridori del calibro di Henao, Kiryienka, Kwiatkowski, Landa, Nieve, Rowe e Thomas nella rincorsa al quarto successo personale alla Grande Boucle.

TEAM KATUSHA ALPECIN  Tony Martin con la cronometro inaugurale di Dusseldorf vuole cogliere al volo la possibilità di indossare la prima maglia gialla. Alexander Kristoff, velocista norvegese, avrà a sua disposizione ottimi elementi, tra cui il giovane Rick Zabel. Nella selezione per la corsa francese anche Robert KiserlovskiMaurits Lammertink Tiago Machado.

TEAM LOTTO NL JUMBO  – Primoz Roglic, chiamato a confermare le ottime qualità già dimostrate a cronometro,  Robert Gesink, in grado di rendersi pericoloso in salita. Per le volate ecco Dylan Groenewegen, mentre per le prove contro il tempo, oltre al già citato Roglic, ci sarà Jos Van Emden che punterà crono di apertura. Menzione anche per George Bennet, vincitore dell’ultimo Giro di California.

TEAM SUNWEB Michael Matthews, è il leader del team che metterà nel mirino le tappe destinate allo sprint cercando di contendere quella maglia verde che lo scorso anno lo vide alle spalle di Peter Sagan e Marcel Kittel. Warren Barguil proverà a fare classifica. Occhio a qualche azione di Laurens Ten Dam e Nikias Arndt.

TREK SEGAFREDO  – Tutto dipende da  Alberto Contador, che sembra aver mostrato qualche segnale poco confortante di tenuta. Al suo fianco, Bauke Mollema, che l’anno scorso chiuse undicesimo,vivendo però diverse tappe da secondo in graduatoria alle spalle di Chris Froome. Jarlinson Pantano sarà una pedina importante, per gli arrivi in volata fari puntati su John Degenkolb. I colori azzurri saranno rappresentati da Fabio Felline che potr ambire ad un successo di tappa.

UAE TEAM EMIRATES – Louis Meintjes vuole di migliorare l’ottavo posto della passata edizione. Per il sudafricano, nella top 10 anche dell’ultimo Delfinato, c’è nel mirino anche il prestigioso traguardo della maglia bianca. Diego Ulissi punterà ad una tappae. Occhio a Ben Swift, secondo all’Alpe D’Huez meno di un mese fa, il colombiano Darwin Atapuma ed il norvegese Vegard Stake Laengen.

WABTY GROUP GOBERT – La squadra lega le proprie fortune attorno ai tentativi di Joann Offredo. Tra le fila della compagine belga un occhio su ciò che sapranno fare i connazionali Frederick Backaert Guillaume Van Keirsbulck, mentre Thomas Degand potrebbe provare a fare classifica.

 

 

It's only fair to share...Share on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *